Le World Series of Poker (WSOP) sono una serie di tornei di poker che si svolgono ogni anno, d’estate, a Las Vegas. Grazie alla loro lunga storia e ai  grandi premi in denaro, le WSOP sono il luogo in cui sia i dilettanti che i famosi professionisti del poker sportivo competono per gloria e ricchezza. L’idea delle WSOP è nata alla Texas Gambling Reunion nel 1969, tenuta presso l’Holiday Hotel and Casino di Reno. Crandall “Dandy” Addington, un milionario self-made texano ha vinto l’evento.

Attualmente, le WSOP sono composte da 101 eventi, con la maggior parte delle principali specialità di poker presenti. Tuttavia, negli ultimi anni, oltre la metà degli eventi sono stati varianti del Texas Hold’em. Gli eventi si svolgono tradizionalmente in uno o più giorni consecutivi tra giugno e luglio. Tuttavia, a partire dal 2008, il tavolo finale del Main Event è stato posticipato a novembre, in un evento chiamato November Nine. I tavoli finali del Main Event 2012 e 2016 sono iniziati ad ottobre a causa delle elezioni presidenziali degli Stati Uniti. A partire da maggio 2017, le World Series of Poker hanno eliminato il concetto di November Nine e sono invece tornate al vecchio formato di incoronazione del vincitore del Main Event a luglio.

wsop
wsop

Visto che le WSOP sono l’evento più importante del poker, vale la pena esplorarne la storia, i tornei importanti, i campioni famosi, il formato attuale, la copertura televisiva e i record.

WSOP: la storia

La prima edizione risale al 1970, quando Benny Binion invitò sette dei più famosi giocatori di poker al’Horseshoe Casino per un torneo singolo, con un inizio e una fine prestabiliti in precedenza, e un vincitore determinato da un voto segreto dei sette giocatori. Le specialità incluse erano 2/7 lowball draw, 5-card stud, 7-card stud, Razz e Texas Hold’em. Johnny Moss è stato votato campione, portando a casa una coppa d’argento, al contrario del braccialetto d’oro tempestato di diamanti che i giocatori ricevono oggi. Quella del 1970 fu l’unica edizione in cui non venne assegnato un premio in denaro.


Scarica l'app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.

invictus app store

invictus google play


Ecco una breve cronistoria degli edizioni principali delle WSOP:

1971 – Alle WSOP vengono introdotti buy-in e premio in denaro
Le WSOP del 1971 introdussero un buy-in e un premio in denaro. Il buy-in per partecipare al Main Event era di 5.000$ e i partecipanti furono 6, per un primo posto dal valore di 30.000$, quasi 180.000$ attuali se adeguati all’inflazione. La struttura del cash game è stata sostituita da una serie di tornei freezeout, tra cui quattro tornei preliminari e il Main Event. Moss ha vinto il Main Event per il secondo anno consecutivo.

1972 – Il buy-in del Main Event diventa di 10.000$
L’edizione seguente ha portato un altro grande cambiamento: un buy-in di 10.000$ per il Main Event. Ciò è significativo perché, anche oggi, il buy-in del Main Event ha lo stesso valore. Amarillo Slim Preston sconfisse 8 giocatori per vincere il Main Event e il pool-prize da 80.000$.

1976 – Alle WSOP vengono assegnati i braccialetti a tutti i vincitori dei tornei
Fino alla metà degli anni ’70, solo il campione del Main Event riceveva un braccialetto alle WSOP, ma ciò è cambiato a partire dal 1976, con i vincitori dei tornei preliminari che hanno ricevuto un braccialetto, tradizione che permane fino ai giorni nostri.

1982 – Il Main Event supera i 100 giocatori
Le WSOP sono cresciute lentamente negli anni ’70 e nei primi anni ’80. E nel 1982 è la prima volta che il Main Event attira oltre 100 partecipanti. 104 giocatori hanno pagato 10.000$ di buy-in, creando un montepremi del valore di 1.040.000$. Jack “Tree Top” Strauss ha vinto il torneo e il primo premio da 520.000$. A questo punto nella storia delle WSOP, c’erano 12 tornei preliminari con diverse specialità di poker.

1983 – Introduzione dei primi tornei satelliti delle WSOP
L’idea dei tornei satellite si deve a Eric Drache, direttore del torneo, consapevole del fatto che per aumentare popolarità ed interesse mediatico fosse necessario avere ai tavoli, oltre ai professionisti, anche gente comune con possibilità economiche ridotte. Nel 1983 Drache creò così una serie di tornei con quota di iscrizione di poche centinaia di dollari, che ai vincitori non garantivano premi in denaro ma posti ai tavoli delle World Series of Poker. I satelliti continuano ad essere un modo efficace per aiutare i dilettanti a partecipare al Main Event delle WSOP.

1988 – ESPN inizia a trasmettere le WSOP
La copertura televisiva delle WSOP è stata incostante negli anni ’70 e nei primi anni ’80. È iniziata con un singolo episodio speciale, poi è continuata con la CBS alla fine degli anni ’70. Quando le WSOP hanno iniziato ad essere popolari, ESPN ha acquisito i diritti e ha contribuito a diffondere l’evento. A parte un breve periodo dal 1999 al 2001, in cui Discovery Channel ha trasmesso le WSOP, l’evento è rimasto su ESPN sin dagli anni ’80.

1991 – WSOP offre il primo premio da un milione di dollari
Il Main Event delle WSOP del 1991 è stata la prima volta che il primo premio del Main Event ha toccato la cifra di un milione di dollari. Brad Daugherty è stato il fortunato vincitore, dopo aver superato 215 giocatori. Dal 1991, il vincitore del Main Event ha sempre ricevuto un premio di almeno sette cifre.

2003 – Boom di iscritti alle WSOP
Nel 2003, le WSOP e il poker nel suo insieme hanno iniziato a sperimentare una crescita d’interesse notevole. Numerosi fattori hanno contribuito a creare questo effetto, tra cui il poker online che stava diventando sempre più popolare, l’avvento della hole cam (la camera che mostra le carte dei giocatori) e l’ESPN che promuove maggiormente l’evento. Nel 2003 il Main Event è stato vinto da Chris Moneymaker, giocatore esordiente in un vero torneo, qualificatosi vincendo un torneo satellite (giocato on-line) dal buy-in di 39 dollari, che si aggiudicò il premio di 2.500.000 dollari. Il risultato evidente furono gli iscritti al Main Event: passati da 839 nel 2003 a 2.576 nell’anno successivo e a 8.773 nel 2006. Questo boom viene chiamato Moneymaker Effect.

2004 – Viene introdotto il premio per il giocatore di Poker dell’Anno
Nel 2004 alle WSOP è stato assegnato il premio POY (Player of the Year) per il giocatore dell’anno. Il premio POY si basa su un sistema a punti che tiene conto di tutti i diversi tornei in cui i giocatori vanno a premio. I tornei offrono un numero di punti diverso in base alle loro dimensioni e al buy-in. Daniel Negreanu è stato il primo giocatore a vincere il premio POY, vincendo un evento e andando a premio in altri 5 tornei, nel 2013 è diventato il primo giocatore a vincere per due volte il POY.

2007 – Nascono le WSOP Europe
Gli organizzatori delle WSOP si sono espansi fuori da Las Vegas per la prima volta nel 2007, tenendo le WSOP Europe a Londra dal 6 al 17 settembre. Le WSOP Europe inaugurali presentavano solo tre tornei, incluso un Main Event che ha richiamato 362 giocatori. Le WSOP sono passate da Londra a Cannes, in Francia, nel 2011. Si sono anche tenute nella periferia di Parigi 2013 e Berlino 2015. Un’ulteriore espansione si è verificata con il lancio di WSOP Africa nel 2010 e WSOP Australia nel 2012. Nessuno dei due eventi si è tenuto dal 2014.

2008 – Viene intrdotto il November Nine
Al fine di aumentare l’entusiasmo e l’audience, nel 2008 ESPN ha stretto un accordo con le WSOP per ritardare il tavolo finale del Main Event fino a Novembre. Questa tradizione verrà abolita nel 2017.

2015 – Vengono introdotti numerosi eventi dai buy-in bassi
Con il boom del poker ormai passato, le WSOP hanno cercato di incoraggiare più giocatori a partecipare. Nel 2015, sono stati inclusi nel programma eventi con un basso buy-in, tra cui il 565$ Colossus Holdem, 1.000$ Hyper Holdem, 1.500$ Dealer´s Choice, 1.500$ DraftKings 50/50 Holdem e il 777$ Lucky Holdem. Questa mossa è stato un successo dato che oltre 100.000 giocatori hanno partecipato alle WSOP nel 2015 e sono stati assegnati oltre 200 milioni di dollari in premi in denaro.

WSOP

WSOP: i tornei principali

I tornei alle WSOP cambiano costantemente, ma alcuni sono durati anni sul programma e hanno portato a record notevoli. Di seguito ci sono alcuni dei tornei più importanti che hanno o continuano disputarsi nelle WSOP.

WSOP Main Event
Questo è l’unico torneo rimasto nel programma delle WSOP sin dalla prima edizione, viene giocato il Texas Hold’em No Limit. Nonostante abbia un buy-in di 10.000$, il Main Event attira migliaia di giocatori ogni anno e offre pagamenti multimilionari ai migliori finalisti. Oggi, per l’intero tavolo finale è garantito almeno un milione di dollari. Il maggior numero di partecipanti di sempre si è raggiunto nel 2006 con 8.773 iscritti (quando si assegnò anche il primo premio più grande, ben 12 milioni di dollari), quasi eguagliato nel Main Event 2019 con 8.569 (che però ha fatto il record di posti a premio, ben 1.286).

WSOP Europe Main Event
Sebbene non sia grande quanto il Main Event di Las Vegas, il Main Event delle WSOP Europe è ancora una grande attrazione anche grazie al buy-in di 10.000€ che garantisce un ricco prize-pool. Anche in questo evento viene giocato il Texas Hold’em No Limit. Il primo Main Event delle WSOP Europe si è tenuto a Londra e Annette Obrestad ha vinto il torneo con un premio di 1.000.000€. Il più grande vincitore nella storia di questo torneo è Elio Fox, che ha vinto 1.400.000€ nell Main Event WSOP Europe 2011.

The Poker Player’s Championship 
Il Poker Player’s Championship prvede un buy-in di 50,000€ e viene giocato con un formato H.O.R.S.E., cioè vari turni di Texas Hold’em, Omaha, Razz, 7-card Stud e 7-card Stud Hi-Lo 8-or-better. Chip Reese ha vinto la prima edizione con 1.784.640$ di premio. Purtroppo, Reese è deceduto l’anno successivo, con il torneo in seguito chiamato Torneo Memorial Reese Chip. Il più grande vincitore nella storia di questo evento è Freddy Deeb, che ha guadagnato 2.276.832$ nel 2007.

Big One for One Drop
Nel 2012, Guy Laliberté, fondatore del Cirque du Soleil, ha annunciato che la sua One Drop Foundation stava collaborando con le WSOP. Il risultato è stato un torneo di Texas Hold’em No Limit con buy-in da un milione di dollari, il torneo Big One for One Drop. Antonio Esfandiari ha vinto l’evento e il primo premio da 18.346.673$, che resta la più grande vincita nella storia del Poker sportivo. Nel 2016, Laliberté ha spostato l’evento a Monte Carlo, interrompendo così l’associazione di Big One for One Drop con le WSOP.

The Colossus
Il Colossus, un torneo di Texas Hold’em No Limit, è stato aggiunto al programma delle WSOP nel 2015, offrendo ai giocatori la possibilità di competere per grosso premio con un piccolo buy-in. Chiedendo solo 565$ per l’iscrizione e offrendo un montepremi garantito di 5 milioni di dollari, il primo torneo Colossus ha attirato 22.374 giocatori – un record per qualsiasi torneo di poker dal vivo.

Seniors No Limit Holdem Championship
Il Seniors Holdem Championship è riservato ai giocatori di età pari o superiore a 55 anni e prevede un buy-in da 1.000$. Sta diventando uno degli eventi di Texas Hold’em No Limit più popolari alle WSOP, con un record di 4.499 giocatori entrati nel 2016. Johnnie Craig ha vinto questo torneo con un primo premio da 538,024$.

Ladies Holdem Championship
Questo torneo di Texas Hold’em No Limit con un buy-in da 1,000$ è stato giocato per decenni e dovrebbe essere solo per le donne. Ma nel 2010, gli uomini hanno iniziato a partecipare al Ladies Holdem Championship con la motivazione che fosse una discriminazione escluderli. Nel 2013, le WSOP hanno risposto aumentando il buy-in a 10.000$, che da allora ha impedito a tutti tranne un uomo di partecipare al torneo femminile.

Millionaire Maker
Il Millionaire Maker è stato creato nel 2015 come un altro torneo di Texas Hold’em No Limit dal piccolo buy-in (1.500€), ma con dei premi molto alti. Come suggerisce il nome, questo evento garantisce un pagamento di milione di dollari al primo classificato. Il primo Millionaire Maker ha attirato 7.275 giocatori e Adrian Buckley ha vinto un premio di 1,277,193$.

WSOP: i record

Andiamo a vedere un po’ di record registrati alle WSOP, partendo da quelli legati al Main Event.

World Series of Poker

Record del Main Event delle WSOP

Ecco i principali record del Main Event delle WSOP:

Più vittorie nel Main Event: Johnny Moss (3), Stu Ungar (3)
Più tavoli finali nel Main Event: Jesse Alto (7)
Più piazzamenti a premio nel Main Event: Berry Johnston (10)
Più vittorie consecutive del Main Event: Doyle Brunson (2), Johnny Chan (2), Johnny Moss (2), Stu Ungar (2)
Più tavoli finali consecutivi nel Main Event: Bob Hooks (4, 1973–1976), Johnny Moss (4, 1971–1974)
Più piazzamenti a premio consecutivi nel Main Event: Ronnie Bardah (5, 2010–2014)
Vincite maggiori nel Main Event: Jamie Gold ($ 12.000.000)
Vincitore del Main Event più giovane: Joe Cada (21 anni, 357 giorni)
Vincitore del Main Event più vecchio: Johnny Moss (66 anni, 358 giorni)
Maggior numero di partecipazioni al Main Event: Howard Andrew (41, 1974–2014)
Partecipante più vecchio del Main Event: Jack Ury (97 anni, 2010)

Record dei giocatori alle WSOP

Questi record non si riferiscono esclusivamente al Main Event, ma a tutti i tornei delle WSOP, inclusi quelli Europei, Asiatici e Africani.

Maggior numero di braccialetti United States Phil Hellmuth 15
Maggior numero di tavoli finali United States Phil Hellmuth 59
Maggior numero di piazzamenti a premio United States Phil Hellmuth 151
Guadagni in carriera maggiori United States Antonio Esfandiari 21,917,460$
Maggior vincita in un singolo evento United States Antonio Esfandiari 18,346,673$
(2012 Big One for One Drop)
Vincitore di un braccialetto più giovane Norway Annette Obrestad 18 anni, 364 giorni
(2007 WSOPE Main Event)
Vincitore di un braccialetto più vecchio United States Johnny Moss 81 anni, 0 giorni
(1988 $1,500 Limit Ace to Five Draw)
Maggior numero di braccialetti vinti in un anno United States Puggy Pearson (1973)
United States Phil Hellmuth (1993)
United States Ted Forrest (1993)
United States Phil Ivey (2002)
Australia Jeff Lisandro (2009)
Germany George Danzer (2014)
3
Maggior numero di anni tra le vincite di braccialetti United States Jim Bechtel (1993, 2019) 26
Maggior numero di tavoli finali in un anno Vietnam An Tran (1992) 6
Maggior numero di piazzamenti a premio in un anno United States Chris Ferguson (2017) 23
Maggior numero di anni consecutivi con la vincita di un braccialetto United States Bill Boyd (1971–1974)
United States Doyle Brunson (1976–1979)
United States Loren Klein (2016–2019)
4
Maggior numero di anni consecutivi con almeno un piazzamento a premio United States Mike Sexton (1988–2019) 32
Maggior numero di Player of The Year vinti Canada Daniel Negreanu (2004, 2013) 2
Partecipante più anziano United States Jack Ury (2010) 97 years

 

Adesso sai davvero tutto sulle World Series of Poker e sei pronto per leggere nostre guide più avanzate. Non dimenticarti inoltre che Invictus ti mette a disposizione la sua guida scommesse per aiutarti a vincere le scommesse sportive. Con i consigli dell’algoritmo potrai diventare uno scommettitore professionista e guadagnare con le schedine! Cosa aspetti? Scegli uno tra i nostri migliori sistemi scommesse e vai in cassa facilmente.

wsop
wsop