fbpx

Scrivi quello che vuoi cercare

Villarreal – Valencia: analisi tattica, statistiche e pronostico

Ritorna il fascino delle coppe europee, ma stavolta si parla dei quarti di finale di Europa League, il torneo delle piccole che sognano un posto tra le grandi, eccovi allora il pronostico di Villarreal – Valencia.

Una delle sfide più interessanti è proprio il derby spagnolo Villarreal – Valencia, in scena giovedì 11 aprile alle ore 21:00 allo “Stadio della Ceramica”, considerando proprio il fatto che in termini di vittorie negli ultimi anni (sia di EL, che di CL) è indiscutibile il dominio iberico. Stavolta sono solo due le squadre ad aver raggiunto i quarti di finale del torneo, ma da questo doppio scontro sicuramente uscirà una semifinalista che potrà tranquillamente giocarsi le sue chances per la vittoria finale.

Villarreal – Valencia, il cammino opposto delle rivali

Il Villarreal padrone di casa, dopo essersi aggiudicato il primo posto del girone G con 10 punti, ha eliminato lo Sporting Lisbona prima (1-0, 1-1), e lo Zenit poi (3-1, 2-1), arrivando così ai quarti di finale da imbattuto. Ha stupito, e non poco, che la squadra allenata da Javi Calleja sia arrivata a dei risultati così prestigiosi, visto che nella Liga sta facendo molta fatica. A rischio retrocessione con 30 punti in 31 partite, occupano attualmente la terzultima posizione in classifica. La stagione sembrava apprestarsi a divenire fallimentare, ma il cammino europeo sta mostrando anche i lati positivi degli spagnoli. Una squadra a due facce che avrà quindi fino all’ultimo diverse preoccupazioni in campionato e potrebbe esser costretta a calare i ritmi in Europa. Tuttavia nulla va dato per scontato, i risultati per il momento danno ragione agli iberici e torto a tutti coloro che li hanno sottovalutati.

Per quanto riguarda il Valencia invece, dopo il terzo posto nel girone di Champions in cui era presente anche la Juventus, le cose sono apparse molto più semplici con la vittoria sul Celtic ai sedicesimi (2-0, 1-0) e sui russi del Krasnodar agli ottavi (2-1, 1-1). L’attuale sesta forza della Liga ha confermato quanto di buono sta facendo in patria, giocandosi prima un buon girone di Champions e ottenendo successivamente ottimi risultati in Europa, senza che nessuno ne sia rimasto stupito. L’appeal internazionale del Valencia infatti non ha sorpreso gli esperti, che immaginavano un andamento positivo dopo l’eliminazione dalla Champions.

Villarreal – Valencia, l’analisi pre-partita e le statistiche

La sfida si direbbe molto interessante visti i risultati delle due rivali. L’ultimo scontro diretto in campionato risale al 26 gennaio e finì 3-0 per il Valencia, squadra che si direbbe sulla carta più pronta e preparata, visto soprattutto l’andamento in campionato del Villarreal.

Eppure, anche per le sfide con Sporting e Zenit, il sottomarino giallo veniva dato per sfavorito, ma i risultati son stati poi tutt’altro che prevedibili. La spiegazione di tutto ciò proviene probabilmente dalla grande capacità realizzativa del Villarreal: 19 gol in 10 partite di Europa League e 1,47 gol a partita in Liga, terza migliore media dietro solo a Barça e Real Madrid. Tra i marcatori più prolifici ci sono ovviamente le due punte Ekambi e l’ex milanista Bacca con rispettivamente 11 e 7 gol stagionali. Di contro, a preoccupare gli scommettitori ci sono le forti amnesie difensive che difficilmente impediscono agli ispanici di chiudere a porta inviolata. 1,6 gol subiti a partita in campionato, una media che spiazzerebbe chiunque dopo aver letto i dati precedenti.

Il Valencia invece può vantare un miglior risultato in termini di invulnerabilità con una media di 0.87 gol subiti a partita. La maggior attenzione durante la manovra di contenimento rassicura infatti i tifosi dei pipistrelli che possono vantare una delle migliori difese della Liga. In più, anche la media realizzativa non è male, con 1,33 gol segnati a partita. Unendo le due statistiche si può delineare una squadra molto equilibrata che arriva al gol senza doversi sbilanciare eccessivamente e che tende poi a mantenere il risultato. Nelle ultime 10 gare infatti solo una volta ha messo a segno tre gol, mentre in delle restanti 9 ha portato a casa un risultato utile con un solo gol segnato.

Il grande equilibrio del Valencia è dimostrato anche dal fatto che ha una percentuale di attacco omogenea nelle diverse zone di campo, in contrapposizione alla prevalente manovra offensiva del Villarreal che tende a svilupparsi principalmente sulla sinistra sfruttando i contropiedi.

Attenzione alla possibile chiave tattica della partita: se da una parte in fase di manovra offensiva il Villarreal potrebbe trovare non poche difficoltà vista la compattezza difensiva del Valencia, dall’altra potrebbe essere proprio il Valencia a sfruttare la superiorità numerica sulle fasce con le sovrapposizioni dei due terzini di spinta Piccini e Gayà. I centrali del sottomarino dovranno fare molta attenzione agli inserimenti di Mina e Rodrigo, e qualora le mezzali non riescano ad ottemperare al doppio compito di interdizione e contenimento sulle fasce potrebbero fare molta fatica ad uscire dalla zona calda.

Sfrutta queste statistiche su Invictus, un algoritmo dall’iscrizione gratuita che fornisce pronostici scientifici sicuri all’80%. Sulla piattaforma potrai trovare anche altre statistiche e troverai i migliori pronostici di oltre 100.000 scommettitori di tutto il mondo. Provalo gratis.

Villarreal – Valencia, probabili formazioni

Villarreal che sembrerebbe confermare il classico 3-5-2 con Bacca e Gerard Moreno come tandem d’attacco. Ekambi dovrebbe dunque partire dalla panchina così come l’ex-Arsenal Santi Cazorla, in ballottaggio per una maglia da titolare con Caseres, attualmente in leggero vantaggio. A completare il centrocampo dovrebbero esserci il numero 10 Iborra e Fornals, vista anche l’assenza per infortunio di Manu Trigueros. Sulle fasce dovrebbero agire invece Gaspar e Pedraza, mentre per il reparto difensivo il trio Mori-Gonzalez-Ruiz dovrebbero difendere la porta di Sergio Asenjo. Tra gli indisponibili risultano anche Bonera e Jaume Costa, uomini d’esperienza a cui il sottomarino avrebbe potuto aggrapparsi in caso di situazioni particolari. Mister Calleja dovrà farne a meno.

Per il Valencia si va verso la conferma dei titolarissimi, con Neto tra i pali, Garay e la rivelazione Diakhaby centrali, l’italiano Piccini e Gayà ai lati a comporre la difesa a quattro, Wass, Parejo, Kondogbia e Cheryshev a centrocampo con Santi Mina e Rodrigo in avanti. Tra gli indisponibili non figurano grandi nomi, se non quello di Carlos Soler, squalificato per l’andata dei quarti di finale.

VILLARREAL (3-5-2): Asenjo; Gonzalez, Funes Mori, Ruiz; Gaspar, Caseres, Iborra, Fornals, Pedraza; Bacca, Moreno.

VALENCIA (4-4-2): Neto; Piccini, Garay, Diakhaby, Gayà; Wass, Parejo, Kondogbia, Cherychev; Rodrigo, Mina.

Pronostico dell’esperto e consigli scommesse Villarreal – Valencia

All’apparenza parte favorito il Valencia, ma il fattore casa e l’imprevedibilità europea del Villarreal inducono ad un sentimento di cautela. Partita da tripla viste le tante componenti in causa. Anche la questione derby non va sottovalutata: la Spagna si gioca una semifinale di coppa ed entrambe le contendenti conoscono la posta in palio. Tutto verrà deciso dalle diverse indicazioni tattiche dei due allenatori che dovranno essere in grado di sfruttare i limiti delle avversarie senza esporre i propri.

Dove vedere la diretta streaming di Villarreal – Valencia

È possibile seguire Liverpool – Porto, oltre che sui canali televisivi, sui seguenti bookmakers, in diretta streaming: Snai, Sisal, bet365 e Goldbet.

Tag
Andrea Troccoli

Andrea nasce a Foggia nel 1992, i suoi principali interessi sono sempre stati lo sport, la tecnologia e la finanza. Dopo aver conseguito la laurea in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Bologna, si è laureato in Organizzazione e Marketing per la Comunicazione d'Impresa presso la Sapienza, Roma. Da anni vive a Roma e, come addetto Marketing per Nextwin, può mettere in pratica le conoscenze acquisite e abbinarle alle sue passioni.

Potrebbe piacerti anche