Sebastian Vettel ha detto ufficialmente addio alla Ferrari, dopo cinque anni. Il pilota tedesco ha parlato più volte della scelta di dire addio alla Rossa, che aveva comunque scelto di puntare su Carlos Sainz, e di firmare per la futura Aston Martin. Vettel ha parlato nuovamente delle sue scelte, spiegando inoltre il suo rapporto con Charles Leclerc e tutti i problemi avuto con la monoposto nel corso dell’ultima stagione, sicuramente una delle più negative nel corso della sua carriera.

Vettel
scommesse telegram

Le parole di Sebastian Vettel

Il rapporto con Charles Leclerc e le aspettative su di lui 

“Charles è il compagno di squadra più veloce che abbia mai avuto. Spero che la Ferrari possa costruirgli l’auto che merita in futuro. La Ferrari non ha mai fatto favoritismi verso nessuno dei due, abbiamo sempre avuto lo stesso materiale a disposizione. Mi fido delle persone che fanno parte della squadra e lavorano nei box. Alla fine il cronometro dice sempre la verità, semplicemente il mio feeling con la macchina non era buono. Charles invece è riuscito a tirare fuori il meglio nonostante le difficoltà; è veramente un gran pilota e gli auguro tutto il meglio per il futuro”


Scarica l'app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.

invictus app store

invictus google play


I miglioramenti alla vettura nel finale di stagione non hanno portato grossi risultati in pista. Come mai? 

“Hanno portato direttamente alcuni punti di carico aerodinamico. Niente di grosso. Ma il carico aerodinamico è stato più robusto in seguito. Il nostro punto debole era che il carico aerodinamico fluttuava fortemente in curva. Questo è stato risolto, alla fine siamo riusciti ad ottimizzare il nostro pacchetto. Sicuramente non è bastato a chiudere al meglio la stagione, ma la Ferrari ha comunque fatto dei passi avanti verso il futuro”

Qual era il problema principale della SF1000?

Eravamo così sul filo del rasoio con il posteriore che abbiamo dovuto ridurre l’aderenza all’anteriore. Per mettere di più sull’anteriore, avremmo avuto bisogno di più carico aerodinamico al posteriore. Avrebbe anche aiutato in curva

I motivi che lo hanno portato a scegliere la Aston Martin

“Il fattore decisivo sono state le persone, la prospettiva, il modo di lavorare e cosa rappresenta questo gruppo. Hanno sempre fatto molto con poco. Quest’anno la Racing Point ha corso un grandissimo campionato, con due ottimi piloti, portando a casa punti importanti. Hanno lottato spesso con la Ferrari, ma anche con Red Bull e Mercedes che sono le più veloci. Il prossimo anno mi aspetto molto dall’Aston Martin. Sono pronto e non vedo l’ora di iniziare”

Vettel

Cosa gli mancherà di più della Ferrari?

“Mi mancheranno i ragazzi del box e della fabbrica. La scorsa stagione non racconta la storia dei bei momenti che abbiamo passato insieme. Non vedo l’ora di vedere cosa arriverà addosso”

L’incidente di Romain Grosjean

“E’ stato qualcosa di davvero incredibile. Ho rivisto le immagini più volte ma ancora non riesco a crederci, eravamo tutti sconvolti. Come Romain sia riuscito a sopravvivere quasi illeso a questo incidente rimane un mistero per me. Il fatto che sia ancora con noi è quindi a mio avviso la notizia più bella dell’anno. Tutti devono essere consapevoli che la velocità alla quale andiamo in ogni gara ci mette sempre di fronte a dei rischi importanti. Non bisogna mai considerare quell’incidente come una prova della sicurezza dell’auto, ma come qualcosa che non deve assolutamente accadere di nuovo. In ogni caso dobbiamo ringraziare chi in questi anni ha lavorato tanto per rendere le nostre monoposto sempre più sicure, senza l’Halo forse Romain non sarebbe ancora qui”

Le parole di Mattia Binotto sulla SF1000 

“La SF1000 non è un progetto completamente fallimentare. Tra Portimao e Abu Dhabi abbiamo testato nuovi diffusori che ci hanno aiutato a risolvere i problemi di correlazione tra simulatore e pista. Saranno molto utili per il 2021. Per la prossima stagione puntiamo al terzo posto ma bisogna essere realisti. Il gap dai migliori è troppo grande e il tempo per colmarlo è molto poco. Ho grandi speranze per le prestazioni che il motore sta attualmente dimostrando, la power unit 2021 sarà sicuramente più funzionale di quella di questo anno, e potrebbe darci delle sorprese. Rimaniamo comunque con i piedi per terra”

Segui la nostra Guida Scommesse per migliorare le tue capacità e scopri i nostri sistemi vincenti.

Vettel
Vettel