La Ferrari sta vivendo un periodo difficile, dopo aver scelto di puntare su Carlos Sainz a partire dal 2021. Il pilota spagnolo sarà il compagno di squadra del “predestinato” Charles Leclerc, mentre Sebastian Vettel saluterà la Rossa dopo cinque anni passati con la scuderia di Maranello. Pochi giorni fa era scoppiata la polemica sull’assenza di Vettel ai test della SF1000 a Maranello che, secondo alcune voci, sarebbe stato imposto dallo stesso Mattia Binotto. Il team principal della Ferrari non avrebbe infatti digerito il rifiuto del tedesco a decurtarsi una parte dello stipendio, al contrario di Leclerc che ha invece dato immediatamente il suo assenso, rinunciando al 25% dei suoi guadagni. Questo episodio avrebbe favorito la separazione tra Vettel e la Ferrari, dopo un’avventura iniziata nel 2015.
Vettel sarà comunque un pilota della Rossa fino al termine del Mondiale 2020 e, insieme al suo compagno di squadra, ha preso parte ai test della SF1000 sul circuito del Mugello. Una pista molto amata, difficile e molto impegnativa per il fisico dei piloti, dove la tecnica è importantissima. La Ferrari aveva già effettuato dei test sul circuito toscano nel 2012, e lo stesso Seb aveva provato la pista a bordo della sua Red Bull, ormai 8 anni fa, rimanendone favorevolmente impressionato.

Vettel
Vettel

Il tedesco si è infatti detto entusiasta del Mugello, dopo aver terminato il programma di lavoro programmato dalla Ferrari, sotto lo sguardo attento di Mattia Binotto. La scuderia di Maranello ha simulato un vero e proprio week end di gara, e per la prima volta ha potuto testare il protocollo sanitario anti Covid-19 imposto dalla FIA, preparandosi così per il primo Gran Premio della stagione, che si correrà il 5 luglio sul circuito austriaco del Red Bull Ring. Dopo i test invernali la situazione in casa Ferrari non sembrava delle migliori, con la monoposto poco competitiva e lo stesso Binotto che dichiarava pubblicamente come la squadra non sarebbe partita favorita per la vittoria del Mondiale. Ora le prestazioni della SF1000 sembrano essere migliorate e, nonostante lottare con Hamilton e la Mercedes sarà molto difficile, i tifosi della Rossa avranno qualche speranza in più.

Sebastian Vettel entusiasta dopo aver corso al Mugello

Vettel

La speranza dei tifosi italiani è quella di vedere un Gran Premio nel 2020 anche sulla pista del Mugello, dopo che il circuito ha ottenuto la licenza dalla FIA. A tal proposito potrebbe fare la differenza l’entusiasmo mostrato da Sebastian Vettel dopo i test in Toscana. Anche otto anni fa il tedesco era rimasto molto colpito, così come il suo compagno di squadra in Red Bull, Mark Webber, che disse come fare 10 giri al Mugello valesse più di 1.000 giri ad Abu Dhabi.

“Sono stato felice di poter rientrare in macchina dopo una pausa anche più lunga di quelle a cui siamo abituati durante l’inverno. Sono stato anche molto contento di rivedere tutti i ragazzi della squadra. E’ stato bello tornare a provare certe sensazioni e averlo potuto fare su un circuito così spettacolare. Credo proprio che il Mugello sia una delle piste preferite dai piloti, meriterebbe di ospitare un Gran Premio di Formula 1, sarebbe fantastico. Sarebbe grandioso, e ancora di più se fosse possibile avere i tifosi sulle tribune. Non ci giravo da otto anni e ho quindi impiegato qualche giro in più per trovare i punti di frenata adeguati, ma dopo alcuni passaggi avevo assimilato la pista e me la sono davvero goduta”


Scarica l'app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.

invictus app store

invictus google play


I test al Mugello di Charles Leclerc con la SF1000

Vettel

Le parole di Leclerc dopo i test al Mugello

Dopo aver testato la SF1000 con Sebastian Vettel, nel pomeriggio è sceso in pista anche Charles Leclerc. Il monegasco quest’anno avrà molta pressione sulle spalle, essendo chiamato  a lottare per il titolo contro un Lewis Hamilton fortemente motivato a raggiungere il record di vittorie (7 mondiali) della leggenda Michael Schumacher. L’obiettivo della vittoria non sarà facilmente raggiungibile, ma Leclerc ce la metterà tutta per coronare il suo sogno, riportando un mondiale in casa Ferrari dopo 13 anni di attesa, quando a vincerlo fu Kimi Raikkonen.
Dopo aver corso al Mugello nel 2014 in Formula Renault, per il pilota classe 1997 tornare su questa pista è stato bellissimo, collezionando anche dei buoni tempi, con un passo gara che fa sperare i tifosi della Rossa.

“Che bello essere tornati a girare in pista per davvero, mi mancava! Anche se sono stato piuttosto attivo nelle gare virtuali in questa lunga pausa avevo bisogno di tornare a provare la percezione fisica della velocità. Aver potuto girare su un circuito spettacolare come il Mugello, per la prima volta al volante di una monoposto di Formula 1, ha contribuito a rendere questa giornata ancora più memorabile. Ora guardiamo all’inizio della stagione, dalla settimana prossima si fa sul serio! Il 5 luglio andremo in Austria, sul Red Bull Ring, una pista non facile ma che mi piace molto. Vincere il mondiale? Non sarà facile vincere contro Lewis Hamilton, lui è già un campione affermato, ma farò di tutto per giocarmela al meglio”

Segui la nostra Guida Scommesse per migliorare le tue capacità e scopri i nostri sistemi vincenti.

Vettel
Vettel