Dopo il Gran Premio del Messico, vinto da Hamilton, il secondo classificato, Sebastian Vettel, ha avuto molte cose da dire. Il tedesco ha criticato l’eccessivo sfarzo delle cerimonie di premiazione dei piloti, ma una delle critiche più pesanti ha riguardato gli specchietti delle monoposto.

La critica di Vettel

Sebastian Vettel critica gli specchietti delle monoposto

“Penso che il punto cieco sia vecchio quanto l’invenzione degli specchietti, quindi non sono sicuro che possiamo fare troppo a riguardo. Penso che al primo giro devi più che altro indovinare dove siano gli altri, soprattutto quando si arriva alla prima curva. Il più delle volte, le cose vanno bene, ma altre no. Penso che tutti cerchiamo di fare del nostro meglio. Sappiamo che non possiamo vincere la gara alla prima curva, ma possiamo perderla lì. Non credo che si possa fare molto a riguardo”. 


Scarica l’app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.


Segui la nostra Guida Scommesse per migliorare le tue capacità e scopri i nostri sistemi vincenti.