Il Mondiale 2020 di Moto Gp sembra finalmente pronto a ripartire. Il 19 luglio si darà il via alle gare con due gran premi che verranno disputati a Jerez de la Frontera, anche se il calendario ufficiale non è ancora stato aggiornato. Per Valentino Rossi questo sarà il 26esimo mondiale consecutivo nella classe regina, ma molti temono che questo possa anche essere l’ultimo. Rossi si appresta a correre la sua ultima stagione a bordo della Yamaha e, mentre proseguono le trattative con il team Petronas, il suo futuro rimane ancora incerto. Dopo una lunga quarantena, il Dottore è finalmente pronto a tornare in pista, a Misano, per una sessione di test privati insieme ai giovani piloti della sua Academy. Nel corso di un’intervista rilasciata a La Repubblica, Valentino Rossi ha parlato del suo futuro in MotoGp, dimostrando di avere ancora una grande voglia di correre. Oltre al pilota italiano, anche Marc Marquez ha parlato del futuro della Moto Gp, dichiarandosi ottimista circa le possibilità di far finalmente partire il Mondiale 2020.

Rossi
Rossi

Le parole di Valentino Rossi sul Mondiale 2020

“Abbiamo vissuto una situazione che nessuno si aspettava. E’ stata dura per tutti, per qualcuno molto di più. Ma ora dobbiamo continuare a lottare. Comportandoci bene, rispettando le regole: in particolare adesso che si allentano le restrizioni e allora ci vuole maggiore attenzione da parte di tutti. Perché questa è una brutta storia che deve finire il prima possibile. E’ una situazione molto strana. Non possiamo sapere esattamente cosa succederà, ma secondo me le gare alla fine si faranno, perché tutti abbiamo voglia di correre. E’ in gioco il futuro del nostro sport. E’ importante per tutti, per i piloti, certo, ma anche per i team e le persone impiegate nel paddock e gli sponsor. C’è tanta gente che lavora e che ha bisogno di tornare a farlo al più presto possibile. Quest’anno sarà fondamentale correre delle gare. Io spero che a fine luglio si possa tornare in pista. Sarà un’esperienza molto, molto particolare. Tornare così, che stranezza… Niente pubblico, è strano pensarci, sarà davvero tutto diverso. Dovremo essere molto prudenti, non perdere mai l’attenzione fuori pista e rispettare le regole. Indossare le mascherine, mantenere le distanze di sicurezza nel paddock, saranno cose fondamentali. Sarà un campionato a metà, con una decina di gare appena. Però è sempre meglio che non correre per niente. 


Scarica l'app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.

invictus app store

invictus google play


Valentino Rossi parla del suo futuro in Moto Gp

Rossi

Rossi non vuole lasciare la MotoGp

“Nella prossima stagione scade il mio contratto con Yamaha, che per il 2021 ha voluto scommettere su Maverick Vinales e Fabio Quartararo. Un po’ me lo aspettavo, non è stata una grande sorpresa per me. Ma il mio rapporto con la Yamaha va al di là di questo: ci siamo dati tanto vicendevolmente, mi fa piacere che siano pronti a darmi una moto ufficiale anche per la prossima stagione. Quando lascerò, la MotoGp mi mancherà davvero tanto. Ho sempre fatto il pilota, è difficile immaginare una vita lontano dalla pista. Però vale la pena continuare solo se vai forte. Devo fare risultato, salire sul podio. Nel 2019 le cose non sono sempre andate come dovevano. Per provare a rimanere al top, in tutti gli sport ma soprattutto nel mio, devi lavorare al massimo, sempre, ogni giorno che passa. Specialmente quando non sei più molto giovane. Puoi farlo se hai ancora motivazioni e gioia nel correre. Il risultato è l’aspetto più importante, questo è sicuro. Il mio primo obiettivo è continuare a corre anche nel 2021, spero di poterlo fare al meglio. 

Marc Marquez è ottimista sulla ripartenza del Mondiale 2020

Sembra quindi che, finalmente, la Moto Gp sia pronta a ripartire. La prima gara in programma è il 19 luglio, e niente fa pensare che alla fine il programma verrà cambiato nuovamente. Valentino Rossi si è detto fiducioso sul regolare svolgimento della gara in Spagna, a Jerez, a metà luglio, e lo stesso ha fatto il suo rivale Marc Marquez.
Il pilota spagnolo ha parlato in un’intervista sul futuro prossimo della Moto Gp, in un’intervista rilasciata sul canale Youtube del Barcellona, squadra per il quale Marquez ha sempre fatto il tifo.
“E’ chiaro che tutti i team sperano di ricominciare il prima possibile, ma la salute è la cosa più importante. L’ultima parola sarà del virus, e degli esperti che ne se ne stanno occupando e di cui ci dobbiamo fidare. Tutto indica che a metà luglio inizieremo con il Gran Premio di Jerez. Il nostro problema è che per il mondiale viaggiamo in diversi paesi in giro per tutto il mondo, sono coinvolte più Nazioni, e quindi è più difficile coordinare tutto. Però gli organizzatori stanno cercando di improvvisare un campionato con un nuovo stile, forse ripetendo i circuiti, per fare diverse gare, adattandosi alla situazione. In Formula 1 faranno due gare in Austria, noi potremmo fare lo stesso”

Segui la nostra Guida Scommesse per migliorare le tue capacità e scopri i nostri sistemi vincenti.

Rossi
Rossi