Nonostante in tanti avessero parlato di un suo possibile addio al mondo della Moto Gp, Valentino Rossi ha deciso di continuare la sua carriera, rinviando il ritiro. Il Dottore ha parlato delle difficoltà a cui andrà incontro dal prossimo anno, sperando che la Yamaha possa tornare ad essere competitiva, dopo alcune stagioni difficili.

Rossi
scommesse telegram

Le parole di Valentino Rossi

“Il prossimo anno sarà una sfida difficile. Dobbiamo essere pronti fin dalla prima gara. Devo lavorare molto su me stesso. Dobbiamo migliorare alcune aree, ad esempio le qualifiche, che ora sono molto importanti. Come sempre spingeremo anche Yamaha a fare il massimo e cercheremo di fare un buon lavoro in inverno per poter migliorare in certi aspetti. Negli ultimi anni siamo stati forti all’inizio della stagione, ma dopo abbiamo sofferto rispetto ai nostri avversari nella seconda metà della stagione, perché gli altri sono riusciti a fare tante cose nuove. Abbiamo davvero difficoltà con l’aderenza al posteriore e se non riusciamo a farlo funzionare bene è molto difficile guidare la moto. Di conseguenza è difficile essere competitivi. Questo è il punto più importante, oltre al fatto che bisognerà aumentare la massima velocità e lavorare sull’aerodinamica. Il 2016/2017 è stato un anno cruciale per Yamaha e M1, perché è stato il momento in cui abbiamo iniziato a soffrire. Fino al 2016 la moto era molto competitiva, poteva vincere gare e titoli mondiali. Da quel momento in poi abbiamo avuto difficoltà. Ma ad essere sincero, non ho capito quanto dipendesse dalla Yamaha o dagli altri costruttori. A mio avviso, gli altri produttori in particolare hanno migliorato. Per essere competitivi, dovremmo migliorare come hanno fatto loro”


Scarica l'app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.

invictus app store

invictus google play


L’ammirazione per Roger Federer

“Ci sono tanti campioni dello sport che ammiro, è normale. Ogni atleta prende ispirazione dai campioni, anche di altri sport. In particolare ammiro moltissimo Roger Federer. So che anche lui mi ammira, lo ha detto dopo aver vinto Wimbledon nel 2017, ma per me lui rappresenta uno dei più grandi di sempre, al di là dello sport. Rappresenta l’essenza dello sport che pratica, è il creatore della storia, nessuno può permettersi di dirgli che è a fine carriera”

Rossi

 

Franco Morbidelli parla di Valentino Rossi: “Voglio batterlo in ogni gara”

Dal prossimo anno, Franco Morbidelli sarà il compagno di squadra di Valentino Rossi. Il pilota classe 1994 si è detto entusiasta per la possibilità di correre al fianco di un campione come il Dottore, spiegando la sua voglia di confrontarsi con lui e batterlo.

“Vale, per tutti i piloti, è qualcosa di diverso. Non è un compagno qualsiasi. Per me ancora di più: lo conosco da tantissimi anni, siamo molto amici e legati, questa cosa ha un sapore diverso rispetto al sentimento generale. Sono sicuro che il diverso sarà solo positivo, e spero che faremo bene entrambi. Gli auguro un’ottima stagione, però cercherò di batterlo in ogni sessione e gara, ma stando entrambi davanti, non dietro”

Sulla possibile assenza di Marc Marquez nel Mondiale 2021

Un infortunio così lungo credo non si vedesse da tanto nel motociclismo, un pilota che salta un anno intero, che poi forse sarà un anno e mezzo, forse non c’è mai stato. Solo lui sarà in grado di tornare da un infortunio così e vediamo in che stato di forma psico-fisica. L’augurio è di uscire da questa situazione il prima possibile, una cosa così non si augura a nessuno

Segui la nostra Guida Scommesse per migliorare le tue capacità e scopri i nostri sistemi vincenti.

Rossi
Rossi