Lo ha comunicato oggi il team giapponese. Dopo il rinnovo di Maverick Viñales fino al 2022, la Yamaha ha deciso di ingaggiare anche Fabio Quartararo a partire dalla stagione 2021. I due formeranno la.coppia della casa di Iwata. Addio cosi al “dottore” Valentino Rossi dalla prossima stagione, che negli ultimi tempi aveva perso lo smalto delle stagioni migliori.

Rossi
Rossi

Il futuro di Valentino Rossi

E ora cosa farà il 46 ? Ha 2 possibilità: una è correre con il team Petronas, l’altra è ritirarsi al termine della stagione.
La Yamaha ha deciso di puntare, per la prossima stagione, su un astro nascente del motociclismo mondiale, Fabio Quartararo, 20enne nazionale francese che firmerà un biennale con la casa di Iwata. Annuncio che è arrivato neanche ventiquattro ore dopo il rinnovo di contratto di Maverick Viñales. La scuderia giapponese  ha così presentato la coppia di piloti che la rappresenterà almeno per le prossime due stagioni.

Rossi Yamaha

Valentino Rossi abbandonerà la Yamaha nel 2021

Nel comunicato ufficiale Fabio Quartararo si dice entusiasta della firma con la Yamaha e commenta così :
“Non è stato semplice ma so che qui c’è un progetto chiaro per gli anni avvenire e sono davvero felice di correre con una delle migliori scuderie della Moto Gp. Lavorerò duro come ho sempre fatto e sono molto motivato per ottenere grandi risultati con questa scuderia. Non vedo l’ora di fare i test di Sepang e incontrare i miei nuovi compagni”.

Anche il team manager della Yamaha Lin Jarvis commenta così questo ribaltone:
“Fabio è un ragazzo giovane e promettente che ha solo 20 anni,ma sta già dimostrando grande maturità in pista e fuori e siamo entusiasti del fatto che si unirà a noi dal 2021. Le sue 6 pole position e i suoi 7 podi nel 2019 sono stati un chiaro segno della sua brillantezza e delle sue capacità di guida”.

Proprio nel giorno in cui la Yamaha ufficializza Fabio Quartararo al posto di Valentino Rossi, il dottore in un comunicato stampa svela i suoi piani futuri:
“La Yamaha mi ha chiesto a inizio anno di prendere una decisione sul mio futuro, ho bisogno di tempo, sono contento se il Team mi supporterà per quest’anno rendendo la moto competitiva. Il mio obiettivo è essere competitivo quest’anno. Coerentemente con quello che ho fatto e detto nella scorsa stagione, ho confermato che non volevo affrettare nessuna decisione e che avevo bisogno di più tempo. Yamaha ha agito di conseguenza e ha concluso i negoziati che aveva in corso. Sono contento che, se dovessi decidere di continuare, Yamaha è pronta a supportarmi sotto tutti gli aspetti dandomi una moto ufficiale e un contratto da pilota factory. Nei primi test che ci saranno farò del mio meglio per fare un buon lavoro insieme alla mia squadra ed essere pronto per la prossima stagione”.


Scarica l'app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.

invictus app store

invictus google play


Per la prima volta nella sua lunga carriera di pilota, Valentino Rossi non ha una certezza riguardo il proprio futuro nella Moto Gp, anzi, una cosa per la verità già si sa, ossia che quella che sta per iniziare sarà l’ultima stagione in cui Valentino Rossi correrà in un Team ufficiale.
Dopo quattro annate formidabili in HRC, un biennio deludente in Ducati e quindici stagioni di successi con la Yamaha, l’italiano 9 volte campione del mondo se deciderà di continuare a correre, sarà costretto a farlo con una scuderia non ufficiale.

Nel caso in cui questa eventualità si concretizzasse e Rossi decidesse di proseguire la propria carriera in Moto Gp, per Valentino si schiuderebbero le porte del team satellite Petronas, dove il Dottore correrebbe con una M1 factory e un trattamento da ufficiale. Di sicuro le riserve non saranno sciolte prima di metà stagione quando si capirà la reale competitività del Dottore.

Queste le parole di Lin Jarvis su Valentino Rossi:
Il Team Yahama rispetta e accetta con tutto il cuore e la comprensione la decisione di Valentino di valutare la sua competitività nel 2020 prima di prendere qualsiasi decisione l’anno successivo, nel 2021. Pur avendo rispetto totale e soprattutto fiducia nelle capacità di Valentino,oltre che ringraziarlo per tutto quello che ha dato a questa scuderia, è ovvio che la Yamaha deve comunque pianificare il proprio futuro. Oggi i piloti giovani sono molto richiesti ed è fondamentale per una scuderia importante come la nostra si muova per tempo. La Yamaha comunque sarà con Valentino qualsiasi cosa egli deciderà di fare. Se se la sentirà di continuare gli forniremo una M1 con specifiche ufficiali e un supporto tecnico ufficiale.
Se deciderà di ritirarsi continueremo ad ampliare le nostre collaborazioni fuori pista con i programmi di allenamento dei giovani piloti della Ryders Academy e con lui che sarà ambasciatore della Yamaha nel mondo. In questo anno comunque Valentino avrà il nostro supporto al 100% ogni giorno fino a quando deciderà di appendere la tuta al chiodo”.

Segui la nostra Guida Scommesse per migliorare le tue capacità e scopri i nostri sistemi vincenti.

Rossi
Rossi