Scrivi quello che vuoi cercare

Tottenham – Ajax: analisi tattica, statistiche e pronostico

Martedì 30 Aprile, alle ore 21:00, si terrà il match tra Tottenham e Ajax, valido per le semifinali di andata di Champions League. Dopo aver eliminato rispettivamente due big come Manchester City e Juventus, le due autentiche sorprese di questa Champions si daranno battaglia in una sfida dal pronostico quanto mai incerto. Eccovi, dunque, il pronostico di Tottenham – Ajax.

Tottenham – Ajax, le due sorprese alla riscossa

Il Tottenham proviene dall’ennesima buona stagione in Premier League, nonostante l’ultima sconfitta rimediata contro il West Ham. Ai londinesi però va riconosciuta proprio la prestazione sfoderata nei quarti di finale, contro i diretti rivali del City. La doppia sfida ha decretato una vittoria di misura in casa per 1-0, e una sconfitta per 4-3 in casa dei Citizens, dimostrandosi come una compagine solidissima e difficile da affrontare. Nonostante l’impressione sia quella di un passaggio del turno immeritato, in realtà la squadra di Pochettino non è da sottovalutare e potrebbe rivelarsi ostica anche per la finalista di Champions, nel caso in cui dovesse passare il turno. D’altronde però anche l’Ajax ha dimostrato di essere una squadra incredibilmente compatta, e soprattutto in grado di esprimere un gioco spettacolare, con tutta probabilità il più frizzante ed efficace d’Europa al momento. L’eliminazione della Juventus, principale candidata alla vittoria della Champions League assieme al Barcellona, non è sicuramente casuale ed è un messaggio chiaro sia per il Tottenham, sia per la finalista rivale nel caso del passaggio in finale.

Tottenham – Ajax, analisi prepartita e statistiche

Sebbene, come già detto, l’Ajax esprima un gioco probabilmente unico in Europa al momento, in realtà i Lancieri hanno dei punti in comune con il Tottenham. Lo dimostra anzitutto il dato di possesso palla medio, che è simile nelle due compagini (49% per il Tottenham, 53% per l’Ajax). In merito al giro palla però c’è qualche differenza chiara, e riguarda la tipologia di passaggi. L’Ajax infatti è una squadra che gioca leggermente di più sui passaggi corti (470 per partita, 443 per il Tottenham) e meno sui lanci lunghi (48 contro 55); d’altro canto il Tottenham può vantare su giocatori molto più fisici e abili nel gioco aereo. A proposito del gioco aereo, la spunta proprio il Tottenham con una percentuale di 52% di duelli aerei vinti, contro un buon 50% degli olandesi.

Nel complesso l’Ajax ha segnato di più dei rivali, avendo messo a segno 19 reti contro 17 del Tottenham. Anche in questo caso vi sono alcune differenze chiare da esporre. In primis il numero di tiri a partita, superiore nel caso dell’Ajax (15.9 a partita, contro 14.9 dei londinesi) e che nel caso dei Lancieri provengono per la stragrande maggioranza dalla fascia centrale (70% dei tiri); sempre per l’Ajax va evidenziato un gioco offensivo nettamente sbilanciato dalla fascia sinistra (45% delle azioni, 31% dalla fascia destra) occupata solitamente dal talento brasiliano David Neres. Al contrario il Tottenham possiede un gioco più equilibrato tra le due fasce e soprattutto tende a calciare di più da dentro l’area, non solo di piede ma anche di testa (52% dei tiri, soltanto 41% da fuori area contro 47% per entrambi i valori nel caso dell’Ajax).

Per quanto riguarda la difesa in Tottenham dimostra, almeno sulla carta, di essere una squadra più passiva, avendo concesso 12.7 tiri a partita (11.6 per l’Ajax) a fronte di un totale di 14 gol subiti contro soltanto 10 degli avversari. Una difesa che a conti fatti risulta molto più solida e ben impostata nel caso dell’Ajax, almeno fino ad ora: è chiaro che le semifinali rappresentano un momento di grandissima tensione psicologica per ogni squadra, e a fare la differenza saranno i minimi errori.

Ma quali saranno i giocatori che faranno la differenza in questo match? Dovessimo basarci soltanto sulle votazioni medie, potremmo dire i soliti nomi: Tadic (voto medio 7.69, autore di 6 gol) e Ziyech (7.65, due gol e due assist) per l’Ajax, Eriksen (7.43, 4 assist totali) e Vertonghen (7.95, 3.7 interventi a partita). Vi saranno però alcune assenze pesanti per il Tottenham, che dovrà fare a meno del suo principale attaccante Kane e soprattutto del coreano Son, autore di una splendida doppietta nel match di ritorno contro il City.

Sfrutta queste statistiche su Invictus, un algoritmo dall’iscrizione gratuita che fornisce pronostici scientifici sicuri all’80%. Sulla piattaforma potrai trovare anche altre statistiche e i migliori pronostici di oltre 100.000 scommettitori di tutto il mondo. Provalo gratis.

Tottenham – Ajax, probabili formazioni

Come già detto, nel caso del Tottenham vi sono alcune assenze pesanti. Kane dovrà restar fuori per un infortunio ai legamenti, mentre Son sarà out per squalifica causa somma di ammonizioni in diffida. Out anche Aurier, in dubbio i comprimari Winks, Lamela e il titolare Sissoko, reduce da un infortunio nel match di ritorno contro il Manchester City.

Nel caso dell’Ajax si segnalano le assenze di Eiting e soprattutto di Mazraoui, dopo il brutto infortunio alla caviglia contro la Juventus che lo ha costretto a uscire dal campo anticipatamente.

TOTTENHAM (4-2-3-1): Lloris; Trippier, Alderweireld, Vertonghen, Rose; Wanyama, Sissoko; Alli, Eriksen, Lucas Moura; Llorente.

AJAX (4-3-3): Onana; Veltman, De Ligt, Blind, Tagliafico; Van de Beek, Schøne, De Jong; Ziyech, Tadic, Neres.

Pronostico dell’esperto e consigli scommesse Tottenham – Ajax

Il pronostico per questo match è piuttosto incerto. Più che identificare una favorita netta, ci sembra opportuno considerare le due squadre a fronte della situazione infortuni. Il Tottenham, vista l’assenza di due pedine offensive a dir poco fondamentali come Son e Kane, dovrà giocare senza dubbio in modo più passivo, cercando di non prendere gol. D’altro canto l’Ajax cercherà sicuramente di segnare almeno una rete, per poi avere il pubblico a favore nel match di ritorno ad Amsterdam.

Dove vedere la diretta streaming di Tottenham – Ajax

Sarà possibile seguire Tottenham – Ajax in diretta streaming su bet365, Snai, Betflag e Better.

Tag
Andrea Troccoli

Andrea nasce a Foggia nel 1992, i suoi principali interessi sono sempre stati lo sport, la tecnologia e la finanza. Dopo aver conseguito la laurea in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Bologna, si è laureato in Organizzazione e Marketing per la Comunicazione d'Impresa presso la Sapienza, Roma. Da anni vive a Roma e, come addetto Marketing per Nextwin, può mettere in pratica le conoscenze acquisite e abbinarle alle sue passioni.

  • 1

Potrebbe piacerti anche