L’addio di Sebastian Vettel alla Ferrari ha sconvolto il mondo della Formula 1. La scuderia italiana ha già scelto Carlos Sainz come sostituto del tedesco, ma i tifosi temono che la Ferrari possa sfavorirlo nei Gran Premi che verranno svolti in questa sfortunata stagione 2020, nonostante Mattia Binotto abbia tenuto a specificare come questa cosa non sia assolutamente possibile. Intanto continuano le voci che parlano di un interesse della Mercedes proprio per Sebastian Vettel che, prendendo il posto di Valtteri Bottas, formerebbe una coppia stellare con il rivale di sempre Lewis Hamilton. Lo stesso team principal della scuderia tedesca, Toto Wolff, non ha escluso che il suo arrivo possa essere un’ipotesi valida.

Vettel
Vettel

Dopo cinque anni insieme, Sebastian Vettel lascerà la Ferrari alla fine del Mondiale 2020, a prescindere da come e quando potranno riprendere i Gran Premi. Il suo addio ha scatenato una serie di domande nel mondo della Formula 1, specialmente tra chi si chiede quale squadra possa ora assicurarsi le prestazioni del tedesco. Al suo posto in Ferrari è arrivato Carlo Sainz, che formerà una coppia molto interessante con Charles Leclerc, e per Vettel si era parlato della possibilità di prendere il posto dello spagnolo in McLaren. La scuderia inglese però, ha preferito optare per Daniel Ricciardo, che lascia la Renault dopo un solo, deludente anno.
Negli ultimi giorni è uscita una notizia che ha del clamoroso: Sebastian Vettel potrebbe arrivare in Mercedes.

Le parole di Toto Wolff sull’interesse della Mercedes per Vettel

Vettel Mercedes

La Mercedes sceglierà Vettel?

A tal proposito ha parlato Toto Wolff, team principal Mercedes, che si è espresso sul futuro di Sebastian Vettel.
Ci sono ancora dei sedili interessati, Vettel può decidere se continuare o smettere. Sicuramente un pilota tedesco al volante di una vettura tedesca sarebbe una bella storia a livello di marketing. Prima di tutto dobbiamo prendere in considerazione le prestazioni. Sebastian Vettel è un gran pilota, ma dobbiamo perseguire la nostra strategia a lungo termine, filosofia che ci ha permesso negli anni di raccogliere quello che abbiamo raccolto, che sono stati a dir poco grandiosi. Dobbiamo concentrarci prima di tutto su quelli che sono i nostri piloti attuali, poi eventualmente dovremo chiederci cosa fare con George Russell, che è un’opzione. Poi, infine, c’è anche la possibilità di avere Sebastian Vettel. Intanto pensiamo alla ripartenza del Mondiale 2020. Sono piuttosto ottimista sul fatto che si possa iniziare in Austria perché è uno dei paesi che è riuscito a mantenere un basso numero di contagi con il virus e penso che avranno deliberato un buon piano perché si possa correre. Conosco molto bene il circuito, per me è una sorta di seconda cosa. Adoro quella pista e ho molti bei ricordi in quel posto. Iniziare la stagione a Spielberg mi rende orgoglioso: l’Austria aprirà la stagione e offrirà due fine settimana consecutivi in modo che finalmente si possano disputare due gare. Non vedo l’ora. E’ chiaro che questo virus cambierà il mondo della Formula 1 e dovremmo comportarci in maniera diversa dentro ai box. Troveremo un luogo di lavoro ben diverso da quello al quale eravamo abituati. Penso che abbiamo scoperto quante cose possano esser fatte da casa con le video conferenze, grazie alla tecnologia che ormai è molto efficiente. Tutto questo cambierà l’approccio al lavoro, ma ci faremo trovare pronti”


Scarica l'app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.

invictus app store

invictus google play


La Ferrari non penalizzerà Vettel in questa stagione

Al di la del suo futuro, molti si chiedono come saranno questi ultimi mesi di convivenza tra Sebastian Vettel e la Ferrari. La scuderia di Maranello ha fatto una scelta chiara, puntando su una coppia giovane e di talento. Il vero pilota di punta sarà ovviamente Charles Leclerc, sotto contratto con la Rossa fino al 2024. Nonostante Carlos Sainz sia un pilota di grande talento, non è un mistero che dalla prossima stagione sia chiamato a supportare Leclerc, sulla falsa riga del modello Mercedes con Valtteri Bottas e Lewis Hamilton. Dopo anni in cui la Ferrari aveva deciso di non seguire l’esempio degli avversari, alla fine anche Mattia Binotto ha optato per una soluzione “classica”, con una differenza molto chiara tra primo e secondo pilota. Questo ha scatenato i dubbi di alcuni tifosi della Rossa, specialmente perché, dopo molti anni, sulla monoposto Italiana non ci sarà nessun campione del mondo. L’ultima volta che questo è successo era il 2007 e la coppia era formata da Felipe Massa e Kimi Raikkonen, e alla fine fu proprio il finlandese (contro ogni aspettativa) a vincere il Mondiale, l’ultimo targato Ferrari.
Quel che molti tifosi temono, è che Sebastian Vettel possa essere penalizzato nei Gran Premi che verranno corsi nel 2020, dato che la Ferrari punterà tutto su Leclerc.
Mattia Binotto ha però specificato che, ovviamente, questa possibilità è assolutamente da scartare. La Ferrari parte sapendo di non essere la favorita al titolo, ma la squadra di Maranello farà di tutto per lottare con Mercedes come successo negli ultimi anni, sperando che il risultato stavolta sia diverso.

Segui la nostra Guida Scommesse per migliorare le tue capacità e scopri i nostri sistemi vincenti.

Vettel
Vettel