Il Milan continua a vincere e si tiene stretto il primo posto. I rossoneri abbattono il Crotone con il risultato di 4-0 grazie alle doppiette di Zlatan Ibrahimovic e Ante Rebic. Il protagonista di giornata è proprio lo svedese che ha raggiunto quota 500 (poi 501) goal in carriera con i club. Un risultato straordinario celebrato anche da Stefano Pioli, che in conferenza stampa, oltre a parlare della prestazione della squadra, non ha potuto che fare i complimenti al fenomeno in maglia numero 11.

Pioli
scommesse telegram

Le parole di Stefano Pioli dopo Milan 4-0 Crotone

L’importanza di Zlatan Ibrahimovic

“Vedendo come si allena, è difficile stupirsi. E’ un campione, quando sta bene fa quassi sempre due goal. Ibra è questo qui, sta aiutando la squadra a crescere con un certo tipo di calcio. Rinnovo? Non lo so, Zlatan sta bene. La cosa bella è che lavoriamo bene, poi lui deciderà il suo futuro. Per quello che sta facendo è giusto che continui a giocare e spero lo faccia con noi. E’ un atleta con grandi motivazioni, cura il suo corpo in modo scrupoloso sotto ogni punto di vista. Per reggere a questi livelli significa che sei un professionista eccezionale, anche è spesso stanco, ma non l’ho mai visto sgarrare. Non c’è mai un giorno che non faccia prevenzione, recupero o che salti qualcosa, sa quanto conta stare bene fisicamente perché poi puoi fare la differenza”

La prestazione del Milan

“Sono molto soddisfatto perché non era una gara facile. Il risultato parla di una vittoria netta, ma fino al secondo goal il Crotone ha giocato bene, come fa sempre, e ci ha messo in difficoltà”


Scarica l'app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.

invictus app store

invictus google play


Lo scudetto è l’obiettivo del Milan? 

“Il nostro obiettivo è pretendere il massimo e vincere ogni partita, conosciamo le nostre qualità e la gara da vincere è sempre quella dopo. Non è il momento di vedere la classifica, prepariamoci a un periodo difficile con tante gare. Vogliamo andare avanti anche in Europa e vogliamo continuare a spingere. Le partite decisive arriveranno, siamo in tanti lì davanti e il campionato è equilibrato. Credo che tutte le prime sette possono lottare per vincere lo scudetto, più si va avanti e più le sfide peseranno. Rimaniamo equilibrati pensando alla prossima partita”

Come giudica la prestazione di Rafael Leao e Rebic? 

“Rebic e Leao? A nessuno dei due piace giocare a destra, preferiscono il centro-sinistra, anche se l’hanno fatto un po’. Può essere una soluzione, quando c’è la disponibilità dei giocatori possiamo giocare anche con tanti attaccanti, l’importante è fare una corsa in più per i compagni. Per me poi è un vantaggio fare scelte così e avere giocatori così in una stagione impegnativa come questa. Abbiamo calciatori forti, la rosa è completa”

Le parole di Ibrahimovic dopo aver superato quota 500 goal in carriera

Pioli

Zlatan Ibrahimovic ha portato il Milan alla vittoria grazie all’ennesima doppietta, insieme a quella poi siglata da Ante Rebic. Due goal molto importanti per lo svedese, che ha potuto così superare quota 500 goal in carriera. Al termine del match Ibrahimovic ha voluto dire la sua su quanto fatto:
“Il 500° goal? Significa che ne ho fatto qualcuno nella mia carriera, ma l’importante è continuare a giocare bene e aiutare la mia squadra nel modo migliore. Il mio lavoro è questo, fare goal”

Tutti i goal di Zlatan Ibrahimovic

La squadra con cui lo svedese ha segnato più reti è il Paris Saint Germain, club con cui ha dominato la Ligue 1 francese tra il 2012 e il 2016. Le reti con i parigini sono ben 156, che lo catapultano al secondo posto nella classifica dei più grandi marcatori nella storia del Paris Saint Germain, secondo solo a Edinson Cavani (a quota 200). Poi c’è proprio il Milan, con 83 reti realizzate da Ibrahimovic, tra la prima (2010-2012) e la seconda (dal gennaio 2020) avventura in rossonero. Passiamo poi ai 66 con la maglia dell’Inter, i 53 con i Los Angeles Galaxy, i 48 con i lanceri dell’Ajax, i 29 con il Manchester United, i 22 nell’unico anno passato a Barcellona e i 18 con il Malmo. Numeri da fuoriclasse per un calciatore che a 39 anni riesce ancora a dominare in un campionato importante come la Serie A.

Segui la nostra Guida Scommesse per migliorare le tue capacità e scopri i nostri sistemi vincenti.

Pioli
Pioli