Siya Kolisi e il Sud Africa ha sorpreso il mondo rugbistico vincendo la Coppa del mondo. L’Inghilterra sembrava infatti nettamente favorita, ma gli Springboks sono riusciti a giocare una partita meravigliosa, battendo gli inglesi 12-32, e portando a casa il terzo mondiale. Oltre alla vittoria però, bisogna segnalare un altro dettaglio fondamentale. Siya Kolisi è il primo capitano nero del Sud Africa a sollevare una coppa del mondo.

La storia di Siya Kolisi

Kolisi festeggia la coppa del mondo con i due figli

La storia di Siya Kolisi sembra quella di un film. Nasce a Zwide, un sobborgo/ghetto di Port Elizabeth, nel 1991 e vive in condizioni di estrema povertà fino a quando, a 12 anni, viene notato da uno scout e vince una borsa di studio per la Grey High School di Port Elizabeth. Qui Kolisi inizia a giocare a rugby, e a 16 anni entra nelle giovanili di una squadra locale. Nel 2010 entra nel Western Province, la squadra più titolata del Sud Africa, e l’anno successivo debutta con gli Springboks under 20 nel Mondiale ospitato dall’Italia. Nel 2013 ha finalmente l’opportunità di giocare con la squadra principale del Sud Africa, e debutta nella sfida contro la Scozia. Per i successivi due anni non viene più richiamato, fino a quando viene scelto nella selezione dei 30 giocatori per la Coppa del mondo 2015, dove il Sud Africa si posiziona al terzo posto. Da quel momento Siya Kolisi diventerà una colonna fondamentale per gli Springboks, con i quali giocherà ben 50 partite.

Siya Kolisi capitano del Sud Africa

Dopo la Coppa del mondo del 2015, Kolisi diventa un giocatore fondamentale, tanto da essere nominato capitano degli Springboks. Diventa così il primo capitano nero nella storia della squadra, accompagnato da un gruppo di ben 9 giocatori di colore nelle fila del Sud Africa. Un numero così alto di giocatori di colore non si era mai registrato nella storia della nazionale, segno di come la Federazione sudafricana voglia sfruttare il rugby per cercare una coesione in un paese da sempre afflitto dal problema del razzismo. Siya Kolisi diventa così il simbolo della lotta al razzismo, ricoprendo il suo ruolo da leader dentro e fuori i campi da rugby,

La vittoria della Coppa del mondo

Il culmine della sua carriera è arrivato oggi, 2 novembre 2019, quando ha sollevato la Coppa del mondo di rugby, Il Sud Africa si è aggiudicato il trofeo nonostante non partisse tra le squadre favorite, battendo l’Inghilterra in finale. Il Sud Africa si è così aggiudicato il mondiale per la terza volta nella sua storia, dopo quelli del 1995 e il mondiale 2007. Proprio il mondiale del 1995 passò alla storia per storica vittoria contro la Nuova Zelanda, sotto gli occhi del Presidente Nelson Mandela. Oggi Siya Kolisi è diventato il primo capitano nero del Sud Africa ad alzare la Coppa, mandando così un bellissimo messaggio contro il razzismo non solo al Sud Africa, ma a tutto il mondo.


Scarica l’app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.


Segui la nostra Guida Scommesse per migliorare le tue capacità e scopri i nostri sistemi vincenti.