Simone Inzaghi è riuscito a raggiungere 100 vittorie in Serie A, tutte alla guida della sua Lazio. Nell’anticipo del sabato, i biancocelesti hanno superato la Sampdoria per 1-0 grazie alla rete di Luis Alberto, in un match tutt’altro che facile. Inzaghi dopo il match ha parlato dell’ottima prestazione dei suoi ragazzi, caricando la squadra in vista della fondamentale partita di Champions League contro il Bayern Monaco.

Inzaghi
scommesse telegram

Le parole di Simone Inzaghi

“Sono molto soddisfatto, temevo molto questa partita. Sapevamo di incontrare un avversario in salute e con giocatori importanti. Abbiamo fatto un’ottima gara, nel primo tempo dovevamo chiudere facendo il secondo gol. Nei secondi 45′ abbiamo sofferto un po’ troppo. Ma credo che in questa Serie A non ci siano partite in cui non soffri”

La prestazione della difesa che non ha subito reti

“La difesa non ha subito gol oggi, ma anche col Cagliari. Non si tratta solo del portiere e dei tre del pacchetto arretrato. Credo che l’intera squadra si sia difesa molto bene, concedendo niente nel primo tempo e solamente qualcosina nel secondo tempo a una Sampdoria che ha inserito calciatori di qualità”


Scarica l'app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.

invictus app store

invictus google play


Si aspettava una partita così intensa? 

“Ci sono arrivato con due squalifiche e altri infortuni. Sapevo di non avere tante rotazioni. L’importante era vincere oggi e ci siamo riusciti. I ragazzi sono stati molto bravi a portare a casa questi tre punti”

Inzaghi

Cosa ha preparato per il Bayern Monaco? 

“Prima bisogna vedere i giocatori che avrò a disposizione. Perché magari uno ha in mente una cosa, e poi quando si scende in campo le cose cambiano. Domani bisognerà vedere come sono andate le cose di chi ha giocato, chi ha riposato. Cercheremo di mettere in campo la miglior formazione, consapevoli che è un ottavo di finale contro i campioni del mondo in carica. È una partita che abbiamo voluto con tutte le nostre forze, ce l’andremo a giocare con tantissimo orgoglio”

La conferenza stampa di Claudio Ranieri

E’ mancato l’ultimo passaggio per segnare, abbiamo avuto una supremazia e spinto molto ma molto fumo e poco arrosto. Non posso però rimproverare nulla ai ragazzi, hanno fatto una buonissima partita contro un’ottima Lazio. Usciamo dal campo a testa alta, questo per me è molto importante. La partita è stata molto equilibrata, la Lazio ha rotto gli indugi su un nostro karakiri. Gli ultimi dieci minuti di primo tempo poi abbiamo creato tanto ma Reina non mi pare abbia fatto nessuna parata; in ogni caso non è stato un pomeriggio semplice per loro, sono sempre stati sul chi vive e i loro contropiedi sono stati tutti in fuorigioco tranne l’ultimo di Milinkovic. Lavoriamo molto, non siamo però mai riusciti ad essere pericolosi. Non credo ci fosse il rigore ma anche lì Quagliarella era andato sul primo palo. Critiche? Qualcuno si diverte a fare il bastan contrario e ho voluto mettere i puntini sulle i. Abbiamo vinto partite difficili e giocate altre non bene ma ci può stare, criticare una squadra che sta lottando e che si sta tirando fuori da una zona brutta in cui siamo stati per buona parte del campionato…ho voluto difendere i miei giocatori. Incontro con Papa Francesco? Emozionante, lo avevo già incontrato da allenatore della Roma ma stare a tu per tu con un Papa mi era capitato solo con Paolo VI. E’ stato simpatico quando ha detto che in Argentina si dice che chi è individualista si mangia il pallone e che noi invece giochiamo di squadra. Quagliarella? Fabio è un professionista serio, non so quanto ancora giocherà ma continua a divertirsi e non molla mai. Io cerco di fargli giocare le partite in cui penso possiamo dargli qualcosa in più, oggi ha cercato di mandare in gol Ramirez e Keita e non ci è riuscito ma ha fatto una partita di qualità e sacrificio

La Sampdoria potrebbe scalare qualche altra posizione in classifica? 

“Non chiedete troppo, stiamo facendo un buon campionato. Sappiamo che ci sono altre che vogliono venire nella parte sinistra, noi faremo di tutto per tenerle a bada. Non possiamo aspirare ad andare in Europa, sarebbe prendere in giro i nostri tifosi. E questo non l’ho mai fatto in tutta la mia carriera”

C’è un blocco psicologico tra i giocatori blucerchiati? 

“Non credo, il blocco psicologico ce l’abbiamo perché concediamo sempre gol. Ma ne abbiamo fatti anche tanti. Oggi c’è mancata la palla giusta per poter tirare in porta. Alcune volte siamo stati ribattutti, la Lazio si chiudeva immediatamente bene. Della gara sono soddisfatto, non posso dire contento perché quando si perde non si è mai contenti. Ma ho fatto i complimenti ai ragazzi”

15 punti di differenza tra Lazio e Sampdoria si vedono?

“Dico di no, ma non conosco nei dettagli il percorso della Lazio. So che all’inizio non è riuscita a ingranare ma ora è tornata quella macchina che era gli anni precedenti. E ha tutto il tempo per chiudere in bellezza. Quando faccio un cambio so che chi entra dà il massimo. Sta a me valutare bene quando uno e quando l’altro”

Segui la nostra Guida Scommesse per migliorare le tue capacità e scopri i nostri sistemi vincenti.

Inzaghi
Inzaghi