Il Mondiale 2020 di Formula 1 sarebbe dovuto iniziare settimane fa ma, come tutto il mondo, è stato fermato dalla pandemia di Covid-19. Gli interessi economici che girano intorno alla Formula 1 sono altissimi, e gli otto Gran Premi sospesi hanno già colpito le casse di alcune scuderie, ma anche degli stessi organizzatori. Ecco però che arriva una curiosa soluzione dall’amministratore delegato del circuito di Silverstone.

Formula 1
Formula 1

La pandemia di Covid-19 ha colpito duramente anche il mondo della Formula 1, intorno al quale gira un’interesse economico particolarmente elevato. I Gran Premi già saltati sono ben otto e la Federazione, in accordo con le scuderie, sta cercando il miglior modo per cercare di non buttare all’aria l’intero Mondiale 2020. Mentre le partite di calcio (solo per fare un esempio) potrebbero potenzialmente essere giocate in qualsiasi momento, ammesso che ci sia la sicurezza sanitaria per tutti, non può essere altrettanto per una gara di Formula 1. I team infatti devono spostarsi in blocco da un paese all’altro, portando con se le monoposto e tutto il materiale necessario. Tra una gara e l’altra, inoltre, deve passare un minimo di tempo, dato che su ogni tracciato l’aerodinamica della vettura deve essere modificata per poter avere prestazioni sempre più alte.
Ogni organizzatore sta quindi cercando di capire cosa fare per il proprio Gran Premio, ed è di ieri la notizia che la storica corsa di Silverstone (Regno Unito) saprà cosa fare solo alla fine di aprile. In Inghilterra le misure di restrizione contro il Covid-19 saranno adottate fino alla fine di giugno. La gara di Silverstone si sarebbe dovuta correre il 19 luglio.


Scarica l'app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.

invictus app store

invictus google play


Le parole dell’ad di Silverstone, Stuart Pringle

Intervistato ai microfoni di Sky Sport News, l’amministratore delegato del tracciato di Silvertsone, Stuart Pringle, ha parlato di una curiosa possibilità. L’idea sarebbe quella di correre più volte sullo stesso tracciato, con la possibilità anche di correre al contrario. Si, avete capito bene, una delle idee sarebbe quella di correre un normale Gran Premio, ma sfruttando la pista al contrario, non come siamo soliti conoscerla. E’ una cosa, sino ad ora, abbiamo potuto vedere solo nei videogiochi, ma potrebbe essere davvero realtà.

Formula1 Silverstone

Silverstone propone un’ipotesi per terminare il campionato di Formula 1

Ecco le dichiarazioni a tal proposito di Stuart Pringle:

Quello che posso dirvi è che lavoriamo ogni giorno al fianco della Formula 1. Stiamo cercando in ogni modo di trovare la soluzione migliore e di mantenere alto l’interesse per il mondiale 2020. La maggior parte dei team ha sede qui, in Inghilterra, e quindi dal punto di vista logistico sarebbe utile per loro che si corressero diverse gare sul tracciato di Silverstone che per di più è una della gare più amate dai piloti e dai tifosi.
Abbiamo recentemente sistemato le infrastrutture, e ogni sera gran parte dello staff di tutte le squadre potrebbe andare a casa propria a dormire, senza fare voli transoceanici. Se quest’idea fosse d’aiuto sarei più che felice di poterla realizzare. Vediamo cosa ci verrà chiesto.
La pista non è omologata perché venga percorsa al contrario, ma possiamo lavorarci sopra. Non è un’idea stupida, anche se al momento non abbiamo la licenza perché questo venga fatto. Visto il momento straordinario però, penso che un certo tipo di decisioni straordinarie possa essere preso. Specifico che ufficialmente non c’è nulla di concreto, aspettiamo di sapere cosa ci riserveranno le prossime quattro settimane. Per la Formula 1 è difficile valutare in questo momento, perché non guardano solo alla Gran Bretagna, ma a quel che accade in tutto il mondo. Andrebbero organizzati tutti i viaggi e certamente non è semplice. 
Molte competizioni sportive importanti sono già state cancellate, basti pensare al Gran Premio di Monaco o al torneo di Wimbledon. Silverstone è una gara importantissima per il Mondiale, e i nostri colleghi della Formula 1 stanno lavorando duramente per mettere insieme ogni pezzo in modo da poter finalmente cominciare, seppur in ritardo. Per tutti noi è importante che stagione cominci, noi non possiamo far altro che aspettare e valutare. Il posto c’è, le infrastrutture anche e l’organizzazione ha molta esperienza ed è pronta a tutto. Il mese di aprile ci servirà per prendere la decisione più giusta, sperando di soddisfare tutti”.

Sicuramente l’idea dell’amministratore delegato del tracciato di Silverstone è interessante. Alla viglia dell’inizio della stagione, tutti i tifosi (ma anche gli addetti ai lavori) si aspettavano grandi cose dal Mondiale 2020. La guerra aperta tra Mercedes, Ferrari e Red Bull aveva già entusiasmato i tifosi più accesi, e gli stessi piloti erano pronti a darsi battaglia in pista.
Tutto è però fermo e i tifosi rischiano di non vedere alcuno spettacolo in pista. L’idea di vedere dei Gran Premi “al contrario” potrebbe però rendere più divertente le poche gare che si potranno vedere nel Mondiale 2020. L’ipotesi sarebbe però da scartare su molte piste dato che quasi nessun circuito è omologato per corse di questo tipo.

Segui la nostra Guida Scommesse per migliorare le tue capacità e scopri i nostri sistemi vincenti.

Formula 1
Formula 1