La Lega Serie A sta analizzando la situazione del campionato 2019/2020. Se il Governo dovesse prolungare i decreti messi in atto per l’emergenza legata al Coronavirus, le possibilità di terminare regolarmente la stagione sarebbero molto complicate, se non impossibile. Nel frattempo, il presidente dell’Associazione italiana calciatori, Damiano Tommasi, propone di far partire il prossimo campionato con “handicap”.

Serie A
Serie A

Il campionato di Serie A potrà andare avanti?

La Serie A sta valutando la possibilità di ripartire e, nel caso in cui fosse possibile, quando farlo. Se l’emergenza sanitaria legata al Covid-19 dovesse obbligare il Governo a prorogare il decreto restrittivo attualmente in atto, i tempi per portare a termine la stagione 2019/2020 sarebbero davvero strettissimi, anche se si dovesse giocare fino a metà luglio come preventivato da alcuni. A questo punto, si dovrebbe proseguire con il congelamento della classifica attuale, senza assegnare lo scudetto e bloccando le restrocessioni.  Il calcio italiano teme davvero che questa sia l’unica prospettiva possibile. Per settimane si è discusso del miglior modo per andare avanti e della possibilità di chiudere il campionato, ma la prospettiva da qui alle prossime settimane sono sempre meno positive. Il rischio di non portare a termine il campionato è molto alto e sempre più concreto.
Non si è ancora arrivati al “punto di non ritorno” e, a livello temporale, le possibilità ancora ci sono, ma è sempre più chiaro come il futuro della Serie A 2019/2020 è sempre più a rischio. Nonostante la voglia di molti di andare avanti, la cancellazione non è più un’ipotesi da scartare ma, anzi, diventa sempre più plausibile.


Scarica l'app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.

invictus app store

invictus google play


 

” Qui parlano tutti, ma nessuno sa quando si ripartirà. Per me finisce così, con queste posizioni. Questa è la direzione da prendere se vogliamo fare gli Europei. Perché se finiamo ad agosto poi che succede? “
Queste le parole del presidente della Sampdoria, Massimo Ferrero, intervistato ai microfoni di Radio Radio sul futuro della Serie A.
Tutto verrà deciso ovviamente in seguito alla proroga o meno delle restrizioni che il Governo ha imposto a tutto il paese in relazione all’emergenza del Covid-19. L’attuale decreto ha la scadenza fissata al 3 aprile, ma le probabilità che venga prorogato sono sempre più alte. Le squadre di Serie A sperano di poter tornare ad allenarsi intorno al periodo di Pasqua, in modo da far ripartire il campionato entro metà maggio (probabilmente il 9 o l 16) così da chiudere regolarmente la stagione. La Federazione italiana giuoco Calcio ha concesso alla Lega calcio Serie A la possibilità di sforare, se dovesse rivelarsi necessario, il termine del 30 giugno. Lo stesso vale, ovviamente, anche per le Leghe minori.
Se, invece, il Governo si dovesse trovare costretto a prolungare questi decreti fino alla fine di aprile od oltre, le possibilità di completare il campionato si ridurrebbero ai minimi termini, e non basterebbe giocare fino alla prima settimana di luglio. Il rischio sarebbe infatti quello di compromettere la prossima stagione, che vedrà anche lo svolgimento di Euro 2020. Potrebbe quindi, infine, rendersi necessaria l’ipotesi più estrema e che nessuno vorrebbe: lo stop del campionato. Scudetto non assegnato, retrocessioni dalla Serie A alla B congelate. Arriverebbero però, due squadre dalla Serie B, con il campionato che vedrebbe così la presenza di 22 squadre, salvo poi tornare a 20 nel 2021/2022. Con la presenza di due squadre in più, il calendario sarebbe però ancora più stretto, non avendo possibilità di andare oltre maggio proprio per la presenza degli Europei nel 2021.

La proposta di Damiano Tommasi

Serie A

La proposta di Damiano Tommasi

I problemi di un eventuale stop del campionato sono molti. Lo scudetto non verrebbe assegnato, ma questo potrebbe essere un problema per l’iscrizione delle squadre italiane alle coppe europee. Mentre i presidenti delle squadre di Serie A e la Lega discutono sul da farsi, arriva una curiosa proposta di Damiano Tommasi.
Il presidente dell’Associazione italiana calciatori ha proposto di fermare questo campionato, per favorire il regolare svolgimento della stagione 2020/2021. Stagione che però non ripartirebbe nel classico dei modi, per quanto riguarda i punti in classifica, ma con un “handicap”. In pratica l’idea sarebbe quella di far partire un nuovo torneo ma con le squadre che non partirebbero da zero punti, ma con un bonus a seconda della posizione occupata in classifica al momento dello stop. La proposta è ancora da valutare, ma sembra difficile che venga approvata dalla Lega.

Segui la nostra Guida Scommesse per migliorare le tue capacità e scopri i nostri sistemi vincenti.

Serie A
Serie A