Scrivi quello che vuoi cercare

Scommettitore professionista: parola d’ordine “sperimentare”

Voce del verbo “sperimentare”: è questo l’unico modo per diventare uno scommettitore professionista e andare in cassa con Invictus. Ecco la testimonianza e i consigli di un uomo che ha fatto delle scommesse sportive la sua professione.

Gli esperimenti dello scommettitore professionista

Abbiamo deciso di dedicare molto spazio alla rubrica “scommettitore professionista” per due motivi: innanzitutto perché siamo convinti che le testimonianze dirette di chi vive di scommesse sportive siano un punto di partenza fondamentale per avvicinarsi al mondo delle scommesse. In secondo luogo perché vogliamo dimostrare ai nostri lettori che, contrariamente a quanto si può pensare, vivere di scommesse sportive è davvero difficile e, in molti casi, sono proprio gli stessi professionisti delle scommesse a sconsigliare questa scelta.

Pochi giorni fa abbiamo avuto l’onore di incontrare uno scommettitore professionista che, dopo anni di onorata carriera, ha deciso di smettere. Per una questione di privacy abbiamo deciso di non rendere noto il suo nome, consapevoli del fatto che quello che conta è la sua testimonianza. Di seguito, un altro spezzone d’ intervista che la volta scorsa non abbiamo pubblicato per una questione di spazio.

dinero-apuestas

Benvenuto su Invictus! Una domanda semplice che sicuramente ti avranno fatto tante volte: quando e perché hai deciso di diventare uno scommettitore professionista?

“È vero, mi hanno fatto tante volte questa domanda che, credetemi, è tutt’altro che semplice. In ogni caso cercherò di essere esaustivo nella risposta: ho iniziato a scommettere in modo professionale a 26 anni dopo aver conseguito la laurea in informatica. Può sembrare strano, ma sono convinto che ci sia un legame tra i miei studi universitari e la scelta di diventare un professionista delle schedine. Sono sempre stato attratto dai sistemi e dalla voglia di sperimentare, proprio per questo motivo ho deciso di fare delle scommesse la mia professione.

Quindi, secondo te le parole “scommettere” e “sperimentare” hanno qualcosa in comune?

“Assolutamente si. Io penso che lo scommettitore professionista debba essere mosso innanzitutto dalla voglia di sperimentare nuovi sistemi e non solo da quella di vincere le schedine. Gran parte degli scommettitori ha come obiettivo quello di sbancare i bookmaker trascurando un aspetto fondamentale, quello della sperimentazione appunto”. 

Cosa consiglieresti agli amici di Invictus?

“Consiglio vivamente di leggere i consigli di questo blog e sperimentare, sul vostro portale, i vari sistemi illustrati da Invictus con la consapevolezza che nessun sistema potrà mai garantirvi di andare in cassa in modo sicuro”.

Bene, non ti rubiamo altro tempo. Grazie per aver risposto alle nostre domande.

“Grazie a voi!”

Sfrutta questi consigli su Invictus, dove puoi trovare pronostici scientifici. Invictus è il primo algoritmo che ti fornisce pronostici scientifici basati sull’analisi delle scommesse di più di 100.000 tipster in tutto il mondo. Provalo gratis.

 

 

 

Tag
Andrea Troccoli

Andrea nasce a Foggia nel 1992, i suoi principali interessi sono sempre stati lo sport, la tecnologia e la finanza. Dopo aver conseguito la laurea in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Bologna, si è laureato in Organizzazione e Marketing per la Comunicazione d'Impresa presso la Sapienza, Roma. Da anni vive a Roma e, come addetto Marketing per Nextwin, può mettere in pratica le conoscenze acquisite e abbinarle alle sue passioni.

  • 1

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *