Il mese di marzo, si sa, è sempre stato il più folle, ma stavolta non parliamo di cambiamenti climatici bensì di quel che è accaduto in Spagna, precisamente a Madrid. Il calciomercato del Real Madrid rischia di monopolizzare l’attenzione mondiale da qui fino a Settembre.

Calciomercato Real Madrid: cosa c’è da cambiare

Il Real Madrid, la squadra più blasonata e titolata del mondo, ha vissuto un vero e proprio terremoto. Fatale la sconfitta dei galacticos negli ottavi di Champions League contro l’Ajax, oltre all’uscita di scena anche dalla Copa del Rey nel Clasico con il Barça. Il tecnico Solari, già fuori dai giochi per la lotta alla vittoria della Liga, è stato quindi esonerato e sostituito dall’ex Zinedine Zidane che aveva abbandonato le Merengues solo pochi mesi prima.

 

La stagione dei Blancos è quindi già ai titoli di coda, per cui l’attenzione si sposta tutta sulla prossima sessione estiva di calciomercato.

Infatti, il tecnico francese ha accettato di ritornare alla corte di Perez solo a una determinata condizione: poter agire in piena libertà sul mercato per attuare una vera e propria rivoluzione.

Calciomercato Real Madrid, la pessima gestione dell’ex tecnico Solari

Effettivamente il ciclo del Real campione di qualsiasi cosa sembrava già esser finito l’estate scorsa, ma Perez aveva preferito puntare ancora sui fedelissimi, senza peraltro sostituire CR7. Vinicius, per quanto sia promettente e spavaldo nelle dichiarazioni – si è auto-definito il migliore del mondo, prima dei vari Ronaldo, Messi e Neymar –, non è infatti ancora a quei livelli. Anche la scelta di Solari non ha sicuramente portato i frutti sperati, basta dare uno sguardo alla gestione di Isco, praticamente fuori dai piani del tecnico nonostante tutti ne riconoscano le immense qualità, e Marcelo, scalzato da un discreto ma inesperto Reguilon.

Il calciomercato del Real Madrid 2.0 di Zidane: gestione dell’attuale rosa

Zidane invece ha sempre avuto dalla sua l’appoggio e la fiducia nei big, mai messi realmente in discussione. Tutti hanno sempre elogiato il tecnico francese, esaltandone l’ottima gestione dello spogliatoio che, con lui, ha ritrovato allegria e spensieratezza. A conferma di ciò la (seconda) prima sulla panchina del Real con vittoria e gol proprio di Isco.

L’unico che sembrerebbe essere invece pronto a partire al momento è il gallese Gareth Bale, vicinissimo al Bayern Monaco per sostituire gli uscenti Robben e Ribery.


Scarica l’app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.


Rivoluzione calciomercato Real Madrid: i grandi obiettivi

Ecco che allora si fa spazio l’interesse per il fuoriclasse belga Eden Hazard, in scadenza con il Chelsea tra un anno e senza alcuna intenzione di rinnovare. Già la scorsa estate le parti sembravano essere molto vicine ma poi non se ne fece più nulla. Stavolta invece sembrano esserci tutte le condizioni per portare a termine la trattativa. Nonostante il club di Abramovich abbia subito il blocco del mercato, il Real ha la disponibilità economica e il sì del calciatore che vuole lasciare Londra.

In alternativa, oppure in aggiunta, c’è Sadio Manè del Liverpool che da sempre fa impazzire il tecnico francese, il quale più volte ha manifestato la sua ammirazione verso il calciatore senegalese.

Nelle ultime settimane si sono susseguite poi diverse indiscrezioni riguardo l’interessamento per due dei bomber più chiacchierati d’Europa: l’enfant prodige Kylian Mbappé e l’ormai ex capitano dell’Inter Mauro Icardi.

Il primo è reduce da un periodo più che positivo con il suo Paris Saint-Germain e con la nazionale francese. La squadra parigina non sembra però essere intenzionata a privarsi del suo baby fenomeno, visto anche il cospicuo investimento di 180 milioni fatto due anni fa e soprattutto considerando che lo sceicco Nasser Al-Khelaïfi non ha affatto bisogno di monetizzare. Lo stesso Zidane ha confermato l’impossibilità di alcune operazioni di mercato, tra cui proprio Mbappé e Neymar, vista la difficoltà a trovare un eventuale accordo economico con i francesi. Eppure chissà che Florentino Perez non decida di fare follie…

La questione Icardi invece è tutta da decifrare. L’argentino, in rotta di collisione con il club nerazzurro e soprattutto con lo spogliatoio, è ormai quasi certo di lasciare Milano a giugno. Tante le voci di mercato che si intrecciano con il suo nome, ma non si sa fino a che punto siano veritiere. Il Real c’è ed osserva, potrebbe inserirsi.

Capitolo centrocampo: molte indiscrezioni rimandano a Paul Pogba. Il fresco vincitore della Coppa del Mondo è ritornato ad alti livelli dopo l’esonero di Mourinho a Manchester e ha attirato su di lui tutte le attenzioni delle big. Nonostante si parlasse del Polpo in chiave mercato per un ritorno alla Juventus, queste voci sono state spazzate via negli ultimi giorni dalle sue dichiarazioni in cui ha manifestato apertamente la stima verso il club madrileno e lo stesso allenatore, ex-Pallone d’Oro e Campione del Mondo con la sua Francia. Zidane sembra realmente intenzionato a spendere una follia per portarlo in Spagna e rendere la sua rosa ancora più galattica.

Per il reparto difensivo invece, detto che la coppia Ramos-Varane rimane la preferita del tecnico, c’è chi parla di una possibile offensiva sull’interista Milan Skriniar. Il classe ’95 ex Samp sta dando dimostrazione di forza in Serie A ed è pronto al grande salto in una big europea: Real e Manchester City si contendono il calciatore con una lotta al rialzo che pare stia sforando il muro dei 100 milioni di euro.

Insomma, dopo aver firmato un contratto stratosferico di 12 milioni a stagione fino al 2022, Zidane sembra intenzionato a mettere sul piatto, con il benestare del Presidente, circa 300 milioni per portare a casa alcuni fenomeni del panorama calcistico europeo.

Si preannuncia un’estate molto emozionante in casa Real Madrid.

Segui la nostra Guida Scommesse per migliorare le tue capacità e scopri i nostri sistemi vincenti.