Scrivi quello che vuoi cercare

pronostici sulla Serie B sono complessi da fare perchè la serie cadetta italiana è una campionato in cui la sorpresa è sempre dietro l’angolo, ecco perchè i bookmakers assegnano delle quote così allettanti ad eventi che sembrano avere l’esito scontato.

Serie B, un campionato elettrizzante e combattuto

Chi conosce a fondo il calcio italiano, sa bene che la Serie B è un torneo dalle mille sfaccettature ed i match tra le squadre partecipanti regalano emozioni fino all’ultimo secondo; ecco perchè tra gli scommettitori, le partite del Campionato Cadetto sono un must per sfidare la fortuna ed allo stesso tempo rimpolpare la propria schedina con quote spesso veramente interessanti.

A differenza di quello che vediamo ai vertici dei campionati maggiori, in Serie B la maggior parte delle squadre partono già da un livello molto alto; se consideriamo anche il fatto che la formula del torneo, con accesso diretto alla Serie A per le prime due squadre più i Play Off per i team dal terzo al decimo posto, è ovvio che la battaglia per il risultato finale sia accesissima e sempre in bilico.

Ogni anno sono molti i nomi altisonanti tra le squadre che giocano la Serie B, con palmares di tutto rispetto e calciatori già affermati in categorie superiori o giovani talenti pronti per fare il grande salto. La maggior parte dei team, inoltre, sono nativi di grandi capoluoghi, così che il bacino d’utenza degli appassionati incollati allo schermo o negli stadi, è di tutto rispetto, soprattutto per un campionato minore.

La ripartizione dei diritti televisivi è stata oggetto di disputa tra le grandi Pay Per View e ciò ad indicare che il pubblico potenziale del torneo cadetto fa gola a tutti: tra questi, ovviamente, i bookmakers, che riservano alla Serie B lo stesso trattamento dei campionati più importanti, con mercati, quote e palinsesti completi e mirati.

Una breve panoramica sulla storia della Serie B e la sua formula

Il campionato di Serie B italiano nasce ufficialmente in concomitanza della Serie A, nella stagione 1929/1930, seguendo la stessa formula del torneo principale, ovvero un girone unico con match di andata e ritorno. Inizialmente la Serie B vedeva sfidarsi 18 squadre, ma, dopo diverse modifiche ai regolamenti, tentativi di spettacolarizzazione e cambiamenti legati al fallimento di alcuni team negli anni ( il più clamoroso con il cosiddetto “Caso Catania” ), il torneo venne prima ampliato a 24 squadre, poi a 22, arrivando a 19 nel 2018/2019; dalla stagione 2019/2020, come stabilito dalla FIGC, il campionato Cadetto tornerà alle canoniche 20 squadre.

La sostanziale differenza con la Serie A sta nella formula degli spareggi per la promozione e la retrocessione: i play off vedono sfidarsi le squadre arrivate tra il terzo e l’ottavo posto ed il vincitore della finale playoff sarà promosso in Serie A; le ultime tre squadre del campionato retrocedono in Serie C, seguite dalla quartultima se ha un distacco di almeno 4 punti dalla quintultima – in caso contrario, si sfideranno in un playout andata e ritorno per la permanenza in campionato.

Complessivamente sono 142 le squadre che hanno preso parte al campionato cadetto; tra queste, il record per il maggior numero di tornei disputati appartiene al Brescia ( 61, di cui 18 consecutive ), seguito da Verona ( 53 ) e Modena ( 50 ). Le Rondinelle detengono anche il record per il maggior numero di retrocessioni dalla Serie A ( 12 ); il Benevento, dal canto suo, è l’unica squadra che, per la prima volta promossa in Serie B, ha ottenuto la promozione storica in Serie A l’anno successivo. L’Atalanta ed il Genoa infine sono i team che hanno vinto di più, con sei edizioni a testa.

Le edizioni recenti della Serie B e le promozioni a sorpresa

Nelle ultime stagioni di Serie B le squadre con passati importanti nel massimo campionato ed in generale un organico iper competitivo per la categoria hanno fatto la voce grossa: Empoli, Verona, Parma, Cagliari e Bologna, per citarne qualcuna, hanno conquistato la promozione ritornando a calcare il palcoscenico della Serie A, che per storia, pubblico e società a loro si addice.

Tuttavia le sorprese non sono mancate, vedendo alcuni team di “provincia” fare il salto di categoria, così da approdare per la prima volta nella massima serie calcistica italiana; è il caso di Frosinone, Crotone, Carpi e Sassuolo; le ultime due squadre, entrambe della provincia di Modena, entrano nella storia, non solo per la prima storica promozione, ma anche per essere nella ristretta cerchia dei team non provenienti da capoluoghi approdati in Serie A.

Dati e mercati significativi nel panorama della Serie B

Per piazzare una scommessa sul campionato di Serie B si deve certamente avere una cultura calcistica avanzata, poiché come abbiamo visto, è un torneo in continua trasformazione in cui le outsiders riescono a dare il meglio, soprattutto sfruttando la formula dei play off; di seguito troverete alcuni dati significativi per inquadrare meglio i mercati ricorrenti e le statistiche da tenere d’occhio:

● Su 462 partite giocate, il 41% ha visto trionfare le squadre in casa, mentre il 25% i team ospiti
● I pareggi per 1-1 superano quelli per 0-0 in questo mercato
● 1-1 è anche il risultato più comune ( 78 volte ) seguito da 1-0
● Nelle ultime 5 partite il mercato OVER è stato vincente solo il 32% delle volte, contro il 47% durante l’arco del campionato
● Il mercato GG è stato una costante, con una media del 56%

Su quali scommesse punteremmo? La parola ai nostri esperti

Osate puntare su una outsider – La storia recente della Serie B è costellata di squadre “minori” che sbancano il campionato conquistando la promozione nel massimo campionato: se solo il Presidente Lotito avesse letto i nostri consigli…!
1×2, andiamo sul pareggio – E’ vero che, pensando ad una partita, ci piacerebbe sempre vedere la vittoria di una delle due squadre, magari in un match spettacolare; abbiamo visto però che i pareggi per 1-1 sono molto quotati come risultato ed in definitiva la percentuale di pareggi stagionali non è per niente bassa, anzi.
Chi sposta gli equilibri? – Alcuni calciatori che militano in Serie B sono di categoria superiore, per “palmares” o prospettiva; individuate i bomber e puntate su di loro.

Scommettere sulla Serie B, in definitiva

La Serie B è un campionato in continua evoluzione, che non conosce risultato scontato; per piazzare una scommessa bisogna seguire con attenzione le vicende, lo stato di forma e le statistiche delle squadre, giornata per giornata. I mercati sulla Serie B hanno sempre quote interessanti, data l’imprevedibilità delle partite e della classifica finale. Analizzate al meglio tutti i dati a vostra disposizione per puntare al meglio con possibilità di vittoria più alte.

Sfrutta questi consigli su Invictus, un algoritmo dall’iscrizione gratuita che fornisce pronostici scientifici sicuri all’80%. Sulla piattaforma potrai trovare anche altre statistiche e i migliori pronostici di oltre 100.000 scommettitori di tutto il mondo. Provalo gratis.

Tag
Andrea Troccoli

Andrea nasce a Foggia nel 1992, i suoi principali interessi sono sempre stati lo sport, la tecnologia e la finanza. Dopo aver conseguito la laurea in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Bologna, si è laureato in Organizzazione e Marketing per la Comunicazione d'Impresa presso la Sapienza, Roma. Da anni vive a Roma e, come addetto Marketing per Nextwin, può mettere in pratica le conoscenze acquisite e abbinarle alle sue passioni.

  • 1

Potrebbe piacerti anche