Scrivi quello che vuoi cercare

pronostici del Roland Garros sono molto differenti rispetto ad altri tornei. Le varianti sono molte da considerare, basti pensare alla grande pressione intorno a questo storico master dove tutti vogliono vincere. Per non parlare dell’ insidiosissima terra rossa.

Pronostici Roland Garros, un torneo per pochi

Gli Open di Francia non sono sicuramente per tutti, basti pensare che solo due tennisti uomini sono riusciti a vincere sulla terra rossa parigina per più di 4 volte: Borg (6) e Nadal (11), non due qualsiasi. Per quanto riguarda le donne, invece, il numero di tenniste che è riuscita a trionfare per più di 4 volte sale a tre: Smith Court (5), Graf (6) e Evert (7).

Anche a causa di questa sorta di esclusività nella vittoria, il montepremi è tra i più succulenti dell’intero circuito: 2 milioni di euro per il vincitore/vincitrice, un milione per l’altro/a finalista e ben 500.000€ per i semifinalisti. Davvero delle cifre importanti, che negli ultimi anni (per quanto riguarda la parte maschile) sono finite spesso nelle mani di Rafa Nadal.

Non è un caso se, insieme a Wimbledon, gli U.S. Open e gli Australian Open, è considerato uno dei torni più importanti del mondo.

La storia del Roland Garros: il secondo grande slam più antico di sempre

Per dei buoni pronostici del Roland Garros andiamo a conoscere la sua storia. Nato nel lontano 1891 come Open di Francia, riservato a soli francesi. Nel 1924 apre le sue porte al mondo divenendo un evento di portata globale. Da allora si giocherà sempre allo ” Stade Roland Garros” che prende il nome dall’omonimo pilota francese eroe di guerra. Il primo  a vincere l’Open di Francia fu l’inglese H. Briggs nel 1891 in un’edizione durata solo un giorno che contava un totale di 6 tennisti! Per le donne la prima edizione si gioca nel 1897 e a vincere fu la francese Francois Masson, la quale vinse anche le successive due edizioni!

I tennisti che hanno fatto la storia del Roland Garros

Con così tanti campioni, fare dei buoni pronostici del Roland Garros diventa complicato. Basti pensare che il “re” di questo circuito è Rafa Nadal, con 11 coppe conquistate, uno che la terra rossa gli scorre nelle vene e che brilla su questi circuiti più che in altri. Seguito al secondo posto da Bjorn Borg, 7 titoli, per questa leggenda della racchetta, uno che sapeva far entusiasmare il pubblico, acclamatissimo a Parigi. A completare il podio il francese Henry Cochet con 4 successi. Si nota quindi quanto i vincitori di questo slam siano particolari, in quanto sono atleti che brillano tra la polvere rossa del rettangolo francese più che su qualsiasi altra superfice. Tra le donne la statunitense Chris Evert detiene il maggior numero di vittorie ben 7. Seguita a ruota da Steffi Graff con 6 titoli e l’ australiana Margaret Smith Court con 5 trofei. Anche qui nei nomi delle campionesse notiamo l’assenza di alcune tra le più storiche tenniste, a testimonianza che la terra rossa parigina è un terreno molto particolare. Questo determina anche l’incertezza sulle quote dei bookmakers.

Gli italiani al Roland Garros

Pronostici del Rolan Garros su gli azzurri? La storia ci insegna che scommettere sui “nostri” tennisti è un azzardo ma alle volte paga. Ad esempio la storica doppietta di Nicola Pietrangeli 1959/60 acuti azzurri nell’ epoca di dominio australiano. O nel 1976 con Adriano Panatta che spezza il dominio targato Borg. Fino al più recente successo tutto al femminile con Francesca Schiavone nel 2010, arrivata allo slam da numero 17 al mondo.

Pronostici Roland Garros, su cosa scommettere

Non vi fidate di chi vi dà dei pronostici del Roland Garros troppo in anticipo o troppo scontati di solito non sono attendibili. Quello che consigliamo è:

  • Giocare dei tennisti che preferiscono come superfice la terra rossa. Essendo il torneo per eccellenza con questo terreno tutti i tennisti ci tengono a portare a casa la coppa da Parigi quindi sono tutti super preparati e super allenati. Giocare quindi chi preferisce la terra rossa può pagare.
  • Scommettere su un atleta francese può essere vincente. Come ci insegna l’albo d’oro di questo torneo il fattore campo può giocare un ruolo determinante, il pubblico e la terra amica hanno dato gloria a diversi tennisti francesi, può dare vincite a voi scommettitori.
  • Puntare su atleti non affaticati. Data la pesantezza del terreno è bene essere al 100% sia pscicologicamente che fisicamente. Spesso infatti la stanchezza accumulata in tornei pregressi si può far sentire sul tennista consigliamo quindi di giocare atleti che arrivano al massimo della condizione.
  • Sconsigliamo inoltre di puntare su gli outsider o sorprese. Essendo uno dei master più prestigiosi ci saranno tutti i migliori si consiglia quindi di puntare sull’esperienza che sulla gioventù.
  • Un’altra combo che può portare denaro nelle vostre tasche può essere giocare che il tennista sfavorito vinca almeno un set. Raramente al Roland Garros un tennista chiude a zero set vinti.
  • Ultima variante che rischia di scombussolar tutto è il clima. Un campo reso pesante da una pioggia pregressa può essere un fattore di grande rilevanza per sovvertire i risultati e vedere un’eliminazione eccellente.

Il profilo ideale su cui scommettere

In definitiva si consiglia di puntare su un tennista con una buona dose di esperienza, data la lunghezza dello slam. Consigliamo quindi un tennista che preferisca la terra rossa, questa superfice ci ha dimostrato che non tutti coloro che vincono in altri slam riescano ad imporsi a Parigi. Il profilo ideale si completa con un atleta che abbia come obiettivo stagionale il Roland Garros il che starebbe a significare che si è preparato tutto l’anno per questo slam e che quindi arriverà al massimo della preparazione.

Sfrutta questi consigli su Invictus, dove puoi trovare pronostici scientifici. Invictus è il primo algoritmo che ti fornisce pronostici scientifici basati sull’analisi delle scommesse di più di 100.000 tipster in tutto il mondo. Provalo gratis.

Tag
Andrea Troccoli

Andrea nasce a Foggia nel 1992, i suoi principali interessi sono sempre stati lo sport, la tecnologia e la finanza. Dopo aver conseguito la laurea in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Bologna, si è laureato in Organizzazione e Marketing per la Comunicazione d'Impresa presso la Sapienza, Roma. Da anni vive a Roma e, come addetto Marketing per Nextwin, può mettere in pratica le conoscenze acquisite e abbinarle alle sue passioni.

  • 1

Potrebbe piacerti anche

Articoli correlati