In lontananza riecheggia già la musica della Champions, pronta a rinvigorire gli animi di tutti gli sportivi. Tra le sfide apparentemente scontate c’è Porto – Liverpool, scontro valido per il ritorno dei quarti di finale di scena mercoledì 17 aprile alle ore 21 allo Stadio do Dragao di Porto. L’andata ha visto i Reds superare i portoghesi per due reti a zero, grazie ai gol di Naby Keita e Firmino, al ritorno il Porto è chiamato all’impresa. Eccovi, allora, il pronostico di Porto – Liverpool.

Porto – Liverpool: occhio al fattore stadio

Sebbene la squadra inglese parta nettamente favorita, in virtù del risultato già messo in cassaforte, o quasi, e della netta superiorità tecnica della rosa, non va assolutamente sottovalutato il Porto che si sta mostrando al palcoscenico europeo come una delle rivelazioni di questa stagione.

Di fatti può vantare una qualificazione alle fasi finali del torneo da imbattuto, avendo conquistato 16 punti in 6 partite (5 vittorie, 1 pareggio), e una bella rimonta ai danni della Roma negli ottavi di finale. Dopo aver subito la sconfitta all’Olimpico per 2-1, in casa hanno infatti ribaltato il punteggio superando i capitolini per 3-1 dopo i tempi supplementari. È proprio il fattore stadio quello che più deve far riflettere sia noi scommettitori, sia gli uomini di Klopp che dovranno ben diffidare da chi tende a sottovalutare questa sfida. Tra le mura amiche il Porto in campionato ha ottenuto 36 punti in 14 giornate, vincendo 12 partite e perdendone solo 2. Numeri da capogiro se si nota che anche grazie al Dragao il Porto è attualmente capolista della Primeira Liga con 72 punti (al pari del Benfica). Leggermente più negativo è invece il trend di risultati ottenuti in trasferta dalla squadra allenata da Sérgio Conceição, per cui è facilmente comprensibile la sconfitta di Anfield così come lo era quella subita a Roma.

Chiaramente però il Liverpool resta la favorita non solo per il risultato dell’andata, ma anche e soprattutto considerando che si sta parlando della finalista della scorsa edizione e di una squadra che possiede delle eccellenti individualità. Salah, Manè e Firmino è un tridente che incute timore solo a nominarlo. Tuttavia il punto chiave può essere proprio questo: il Liverpool sarebbe decisamente in grado di ottenere il pass per le semifinali surclassando il Porto, purché la squadra non prenda sottogamba la sfida andando a giocarsi la partita di O’Porto con troppa autoconvinzione e supponenza. La Champions è una competizione mai banale e scontata, dove spesso abbiamo assistito ad episodi di ribaltoni e clamorose sconfitte. Un esempio nemmeno troppo remoto è la sconfitta subita a Belgrado contro lo Stella Rossa ai gironi. Oltre a questa e ad altre due sconfitte i Reds si sono comunque qualificati come secondi, ma solo grazie ad una serie di congiunzioni astrali tali da permettere il passaggio al turno successivo a discapito del Napoli terzo a pari punti. Per lo meno agli ottavi il Liverpool ha poi ampiamente meritato il raggiungimento dei quarti, superando con un 3-1 totale l’ultimo Bayern Monaco di Robben e Ribery.

Porto – Liverpool, l’analisi pre-partita e le statistiche

In chiave tattica la sfida offre non pochi spunti di riflessione. Il Porto tende a far partire la manovra sulle corsie laterali grazie all’interscambiabilità di terzini ed esterni, mentre il Liverpool inizia sulle fasce per poi sfondare centralmente con gli inserimenti delle ali. Salah è sicuramente l’esempio chiave per capire come il Liverpool arriva alla conclusione.

La squadra portoghese, sfruttando anche le abilità dei suoi esterni, cerca molto il tiro da fuori area che occupa ben il 31% delle conclusioni, mentre il Liverpool ha un’ampia percentuale di tiri da dentro l’area, con un significativo 11% addirittura dall’area piccola, sintomo delle grandi doti di palleggio dei Reds. Infatti il Liverpool predilige l’azione manovrata per arrivare al gol (come nel 58% delle reti messe a segno quest’anno), mentre il Porto non sdegna altre alternative, come i gol da calcio piazzato (comprendente il 33% delle soluzioni), grazie alla fisicità dei due attaccanti abili nei colpi di testa.

Attenzione però alla variabile contropiede: la squadra inglese ha in questo una grande attitudine che potrebbe essere l’arma decisiva della partita. Il Porto sarà costretto a scoprirsi e a cercare il gol, mentre i Reds potrebbero sfruttare in ripartenza la velocità dei suoi esterni per chiudere definitivamente i giochi.

Entrambe le squadre, anche se in modo diverso, sfruttano nella stessa misura il possesso palla (media del 53%), con il porto che però esegue più passaggi lunghi (151 vs 131) e il Liverpool che invece esegue più passaggi corti (1101 vs 862); il tutto con una precisione del 78% per il Porto contro l’81% del Liverpool.

In questa Champions League è la squadra di casa ha segnato il maggior numero dei gol (19 contro i 14 del Liverpool), con Marega capocannoniere con 6 gol, seguito da Jesus Corona e Hector Herrera a 3. Il Liverpool invece è trascinato a suon di gol dal suo magico trio, tutti e tre a quota 3.

La situazione cambia quando si parla di gol subiti, i padroni di casa, guidati da Alisson tra i pali e van Dijk in difesa, hanno concesso 8 gol in questa Champions, i portoghesi, nonostante l’esplosione di Eder Militão – neo acquisto del Real Madrid per la cifra monstre di 50 milioni di euro – e l’esperienza di Pepe, hanno subito 11 gol.


Scarica l’app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.


Porto – Liverpool, probabili formazioni

Pochissime soprese in vista per quanto riguarda i due schieramenti. Dopo aver scontato le proprie squalifiche tornano Robertson per il Liverpool e Pepe e Herrera per il Porto, grandi assenti dell’andata.

Nessuno squalificato, nessun nuovo infortunato – restano ai box Aboubakar e Oxlade-Chamberlain –, i mister potranno schierare le migliori formazioni.

PORTO (4-4-2): Casillas; Militão, Felipe, Pepe, Telles; Otavio, Herrera, Pereira, Corona; Soares, Marega.

LIVERPOOL (4-3-3): Alisson; Alexander-Arnold, Lovren, van Dijk, Robertson; Handerson, Fabinho, Keita; Salah, Firmino, Mané.

Pronostico dell’esperto e consigli scommesse Porto – Liverpool

Come già anticipato precedentemente, seppur il Liverpool è nettamente superiore in quanto ha una rosa decisamente più forte e rodata, c’è da considerare il non scontato fattore campo. Il Porto è una di quelle squadre che in casa si trasformano e riescono a dare il meglio di sé, motivo per il quale non diamo per certa la vittoria del Liverpool, seppur nettamente favorito per il passaggio del turno.

Ci aspettiamo un match ricco di gol da entrambe le parti, consigliamo dunque il GG.

Dove vedere la diretta streaming di Porto – Liverpool

Sarà possibile seguire Porto – Liverpool in diretta streaming nei bookmakers Snai, Better, Betflag e Sisal.

Segui la nostra Guida Scommesse per migliorare le tue capacità e scopri i nostri sistemi vincenti.