Il Milan di Stefano Pioli, dopo aver mostrato di poter uscire dal baratro, ha subito un brusco ko contro l’Inter nel derby della Madonnina. Nonostante l’ottimo primo tempo, i rossoneri sono stati recuperati dalla squadra di Antonio Conte e la sconfitta potrebbe avere ripercussioni. Pioli vuole ora concentrarsi sulla semifinale di Coppa Italia contro la Juventus, sperando di poter portare a casa un buon risultato.

Pioli
Pioli

Stefano Pioli vuole la finale di Coppa Italia

Un derby spietato, quello perso clamorosamente (da 0-2 a 4-2) dal Milan. La sconfitta, ascoltando anche le parole di Ibrahimovic, brucia, e Stefano Pioli spera di poter chiudere presto il capitolo. Così come il Napoli, anche il Milan ora deve concentrare tutte le forze sulla Coppa Italia. La vittoria finale permetterebbe ai rossoneri di qualificarsi per l’Europa League, senza rischiare di restarne fuori vista la classifica in campionato, ma anche di mettere in bacheca un titolo che renderebbe la stagione meno amara. Questo Milan però è davvero poco affidabile.

Rispetto ad un anno fa, la squadra di Pioli ha sette punti in meno in classifica. Una negatività che Pioli condivide con il collega Giampaolo (esonerato dopo sette partite e nove punti). Il loro precedessore invece, Gennaro Gattuso, aveva totalizzato 39 punti con il suo Milan, ed era in piena corsa per la Champions League. Stefano Pioli deve quindi cercare di ottimizzare le prossime 15 partite di campionato per tentare di non sprofondare nella parte destra della classifica. Dove rischierebbe di ottenere il peggior risultato del Milan dal 1986 ad oggi. Un primato detenuto dal Milan di Sacchi del 1998/1997, che si classificò addirittura undicesimo.

Pioli Milan

Il Milan di Pioli cerca il riscatto in Coppa Italia

Il derby ha ribadito i limiti di una squadra che non riesce a trovare un suo equilibrio. Troppo poco aggressiva, il Milan fatica a trovare un vero e proprio equilibrio, perdendo spesso la bussola nel bel mezzo di una partita. Giovedì, a San Siro, arriva la Juventus per la gara d’andata della semifinale di Coppa Italia. I numeri dei rossoneri contro le grandi sono abbastanza impietosi. Il derby è un tabù che dura da 8 partite, dove il Milan non ha mai trovato la vittoria. Anche la Juventus, da quasi un decennio, ha vita facile contro la squadra di Pioli, sia in campionato che in Coppa Italia. Sono due infatti le finali perse dal Milan, prima con Brocchi in panchina nel 2016 poi nel 2017 con Gennaro Gattusoalla guida. Solo nel 2017 il Milan riuscì a interrompere l’egemonia bianconera, vincendo la Supercoppa italiana ai calci di rigore.

Tra i tanti limiti evidenziati dal Milan in questa stagione, il più evidente lo vede sempre sconfitto negli scontri diretti contro le prime cinque della classifica. Sconfitte iniziate proprio nel derby di andata contro l’Inter. Ora però Pioli vuole concentrarsi sulla Juventus in Coppa Italia. Eliminare i bianconeri, conquistando la finale di Roma consentirebbe a Pioli di riguadagnare punti preziosi in vista di un possibile ballottaggio con altri candidati alla panchina rossonera quando si progetterà la stagione 2020/2021. Subentrato a Marco Giampaolo, Pioli ha firmato un contratto che lo lega al club fino al 2021. I risultati altalenanti (spesso deludenti) potrebbero portare Maldini e Boban ad optare per un nuovo allenatore, e alcuni nomi sono già usciti. Gli obiettivi del Milan, Coppa Italia a parte, non sono ben chiari. La zona Champions League dista ormai dieci punti, ma anche la lotta per l’Europa League non sarà facile. Oltre al Milan infatti, in corsa per la seconda competizione europea ci sono: Cagliari, Parma, Bologna ed Hellas Verona. La vittoria della Coppa Italia catapulterebbe i rossoneri in Europa League, a prescindere dalla classifica finale in campionato.


Scarica l'app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.

invictus app store

invictus google play


Stefano Pioli dovrà fare però i conti anche con gli indisponibili e con il rischio diffida. Conti salterà il match per squalifica, ma l’allenatore teme anche di fare a meno di molti giocatori diffidati. I rossoneri a rischio sono infatti ben 6: Castillejo, Kjaer, Theo Hernandez, Krunic, Rebic e Ibrahimovic.

Ovviamente Pioli non ha la minima intenzione di praticare un turn over. Il Milan non si può infatti permettere una sconfitta davanti ai suoi tifosi. San Siro è già esaurito, e almeno questo potrebbe essere un fattore in più per il Milan.

La verità, dimostrata dall’andamento in campionato, è che sarà fondamentale l’apporto di Zlatan Ibrahimovic. Nonostante l’età, lo svedese rimane il giocatore più importante dai rossoneri, non solo per la qualità del gioco, ma anche per l’apporto emotivo. Con lui in campo, il Milan si dimostra molto più agguerrito e combattivo, come abbiamo potuto vedere nel primo tempo del derby contro l’Inter. La squadra deve però stare attenta ad un eventuale calo fisico, che nel derby ha portato ad un’inevitabile sconfitta. La Juventus non sta sicuramente vivendo il suo momento migliore, ma la squadra guidata dal fenomeno Cristiano Ronaldo non è certo il migliore degli avversari possibili. La finale tra Inter e Juventus sembra già scritta, ma il Milan proverà a ribaltare la situazione e a dimostrarsi più forte di quanto non dica la classifica.

Segui la nostra Guida Scommesse per migliorare le tue capacità e scopri i nostri sistemi vincenti.

Pioli
Pioli