Dopo una settimana, la Formula 1 si prepara a tornare a correre in Austria. Il primo Gran Premio della stagione ci ha fatto capire molte cose, e ha riservato delle sorprese inaspettate. La Mercedes si è confermata, nonostante nessuno avesse dubbi, la più veloce, ma a portare a casa la vittoria finale è stato Valtteri Bottas. Lewis Hamilton è apparso distratto, e ha commesso alcuni errori non da lui, tanto in qualifica quanto in gara, che lo hanno poi portato ad essere penalizzato, chiudendo la gara al secondo posto per venir poi retrocesso alla quarta casella. La Red Bull ha dimostrato di essere molto veloce, ma un problema di affidabilità ha costretto Max Verstappen al ritiro. Anche il suo compagno di squadra, Alexander Albon, è stato costretto ad uscire dalla gara prima del previsto, dopo un contatto in gara con Hamilton. Per quanto riguarda la Ferrari, la situazione non è delle più rosee. Charles Leclerc ha compiuto un vero miracolo negli ultimi giri, portando a casa due sorpassi fantastici e chiudendo in terza posizione, per poi avanzare alla seconda in seguito alla penalità del campione del mondo in carica. Sebastian Vettel ha vissuto invece un “week end di paura”, chiudendo qualifica e gara al decimo posto.
Ora la Ferrari è perfettamente consapevole della scarsa qualità della sua SF1000 e sta lavorando per portarne una nuova versione entro il Gran Premio in Ungheria. Prima di poter contare sulla nuova monoposto, la scuderia di Maranello dovrà concentrarsi sul secondo Gran Premio austriaco. Nonostante le difficoltà, Leclerc e Vettel faranno di tutto per portare punti importanti, per il mondiale piloti e per quello costruttori, sperando che nelle prossime gare la monoposto possa davvero migliorare.
Entrambi i piloti Ferrari hanno rilasciato dichiarazioni in vista della prossima gara, parlando delle difficoltà della macchina e di come poterli superare.

Vettel
Vettel

Le parole di Charles Leclerc

“Indubbiamente è molto strano disputare due gare di fila sulla stessa pista. Sarà un’esperienza particolare: di solito arrivi su un circuito con i dati dell’anno scorso e utilizzi il venerdì per cercare di capire come si comporterà la tua vettura. In questo caso invece, a meno che non ci siano condizioni di bagnato, avremo già moltissime informazioni su come la nostra SF1000 si comporterà. La prima delle due gare qui a Spielberg è stata molto speciale e divertente, e con un po’ di fortuna, siamo riusciti a salire sul podio. Replicare quel risultato non sarà facile, ma di sicuro noi daremo tutto per provarci. Abbiamo visto che essere motivati ci aiuta a tirare fuori tutto il potenziale dalla vettura e da noi stessi, dunque affronteremo anche questo secondo appuntamento con lo stesso identico approccio”.

Vettel pronto a riscattarsi dopo una brutta prestazione

Sebastian Vettel ha bisogno di un riscatto. Lascerà la Ferrari a fine stagione, ma non per questo il tedesco dovrà lasciarsi andare, perdendo punti importanti. Dimostrare di essere ancora competitivo lo aiuterà sicuramente ad essere scelto da un altro team in vista del Mondiale 2021, e sarà fondamentale dato che i posti liberi in Formula 1 sono davvero pochi.
“In questa stagione così particolare, iniziata nel cuore dell’estate, ci troviamo di fronte ad un’altra anomalia, il fatto di disputare due gare sulla stessa pista. Per me è l’occasione di fare meglio rispetto a domenica scorsa. Avremo molti più dati relativi alla vettura sui quali lavorare e credo che l’esperienza della prima corsa potrà tornarci utile. Come ho sempre detto, questa è una pista che mi piace molto perché, pur essendo molto breve, è ricca di belle curve e sorge in una cornice splendida come quella delle montagne austriache” 


Scarica l'app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.

invictus app store

invictus google play


La carica di Max Verstappen per il prossimo Gran Premio

Vettel Leclerc

Verstappen durante il ritiro dal Gran Premio d’Austria

Max Verstappen, nella prima gara stagionale, è stato sicuramente molto sfortunato. Il talento olandese stava lottando per il secondo posto, e le possibilità di essere in lotta per la prima posizione erano reali. Solo un problema di affidabilità gli ha impedito di portare a casa punti importanti per la lotta alla vittoria finale. Verstappen ha infatti sempre dichiarato di voler lottare per il titolo, ipotesi reale dato il grande miglioramento della Red Bull, ma questo zero sulla casella dei punti dopo la prima gara potrebbe costargli molto caro, specialmente in un mondiale ridotto come questo.
Nonostante le difficoltà, Max Verstappen ha parlato della prossima gara, dichiarandosi pronto a lottare per la prima posizione.

“Mi sento abbastanza bene, ma ovviamente il risultato non è stato quello sperato, volevamo fare tanti punti e lottare per la vittoria.  Stavo andando bene, ero in zona podio e pensavo che fosse facilmente raggiungibile, perché eravamo sul ritmo della Mercedes. Poi però, vedendo il modo in cui la gara è andata, avremmo potuto guadagnare tanti punti contro Lewis, ma non possiamo cambiare il passato, adesso pensiamo al prossimo weekend. Nelle qualifiche siamo stati parecchio distanti dalle Mercedes, quindi dobbiamo migliorare questa lacuna per lottare con loro sulla prestazione piuttosto che con la strategia. Il nostro ritmo di gara, solitamente, è migliore, ma c’è ancora del lavoro da fare. Abbiamo delle idee su come indirizzare le nostre attenzioni per questo weekend. Non vedo l’ora di correre nuovamente sulla stessa pista, è una buona opportunità per capire meglio la macchina. Le cose che non sono andate bene lo scorso weekend, potremo migliorarle da venerdì a domenica. Sullo stesso circuito puoi fare un confronto diretto, stando anche al tempo, e speriamo di poter fare meglio stavolta. Sembra anche che possa piovere durante il weekend, non so quanto possiamo essere competitivi sul bagnato con queste vetture nuove, potrebbe essere comunque interessante. Mi piace guidare in quelle condizioni, ma per essere veloci è necessario che sia macchina che pilota siano al 100%”.

Segui la nostra Guida Scommesse per migliorare le tue capacità e scopri i nostri sistemi vincenti.

Vettel
Vettel