Il Milan, dopo un pessimo inizio di stagione, si sta rialzando. La squadra di Stefano Pioli è reduce da due belle vittorie, grazie anche al ritorno di Zlatan Ibrahimovic. Lucas Paquetà sta però diventando un caso. Il brasiliano ha chiesto di non essere convocato per la sfida al Brescia, e i rossoneri ora pensano alla cessione.

Paquetà
scommesse telegram

Paquetà diventa un caso, il Milan pensa alla cessione

Paquetà Milan

Paquetà non convocato per la sfida contro il Brescia

Caos Paquetà. Il brasiliano ha aperto un vero e proprio caso nel Milan. Dal Brasile erano giunte voci riguardo un ricovero in clinica, dopo Milan-Udinese, causato dall’ansia dovuta alle continue bocciature nei confronti del brasiliano.  Dopo questo spiacevole episodio, lo stesso giocatore ha chiesto all’allenatore Stefano Pioli di non essere convocato per la partita di questa sera contro il Brescia. La causa sarebbe proprio questo malessere sentito da Paquetà, che soffre molto per la bocciatura subita in questa stagione. Sembra però che gli esami effettuati domenica non abbiano rilevato alcuna anomalia, tanto che lo stesso giocatore si è poi allenato senza problemi con il resto della squadra, salvo poi chiedere al mister di non essere chiamato per la partita.

Il brasiliano ex Flamengo, non è più titolare nel Milan da 6 partite, venendo schierato da Stefano Pioli dal primo minuto solo in 9 gare su 17. L’ansia di Paquetà, arrivato al Milan per ben 40 milioni e considerato l’erede di Kaka, è dovuta al fatto di aver perso la maglia da titolare, temendo di avere lo stesso destino anche con la 10 del Brasile, che il centrocampista ha vestito 11 volte, vincendo anche la Copa America 2019, vinta dalla Seleção per 3-1 contro il Perù.
Questa “mossa” di Paquetà potrebbe essere una strategia? Il sospetto c’è. Il brasiliano e il suo agente potrebbero aver deciso di “usare” questa scusa per costringere il Milan a cedere il giocatore.


Scarica l'app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.

invictus app store

invictus google play


I rossoneri sono infatti pronti a cedere il giocatore, ma la società ha sempre messo in conto di venderlo a fine stagione, mentre Paquetà vorrebbe cambiare squadra già a gennaio. Il rischio per il Milan sarebbe quello di svalutare ulteriormente l’investimento di oltre 40 milioni di euro di un anno fa. Nonostante il Milan abbia ricevuto offerte da altre squadre europee, nessuno sembra disposto a tirare fuori una cifra così alta, ma i rossoneri non si possono permettere una minusvalenza. Su di lui c’è l’interesse della Roma, che comunque non potrebbe offrire una cifra così alta, ma la squadra più vicina sembra il Paris Saint Germain. Il manager della squadra francese, ed ex Milan, Leonardo, vorrebbe portare a Parigi il suo “pupillo”. Fu proprio lui a portarlo a Milano la scorsa stagione, apprezzando molto le sue qualità. Il Paris Saint Germain ha messo sul piatto “solo” 20 milioni di euro, ovvero la metà di quanto richiesto dal Milan, che ha prontamente rifiutato l’offerta. I rossoneri si sono trovati a rifiutare l’offerta anche per non incorrere nelle sanzioni della UEFA. Una simile minusvalenza renderebbe ancora più pesante il passivo a tre cifre del Milan. Per Paquetà si è parlato anche di un possibile scambio con la Juventus, che come contropartita tecnica sarebbe pronta a lasciar partire Federico Bernardeschi, ma anche questa trattativa sembra molto complicata.

Le altre cessioni del Milan

Come detto in precedenza, il Milan ha estremo bisogno di far cassa, per evitare sanzioni pesanti da parte dell’UEFA. Samu Castillejo e Ante Rebic hanno riacquistato credibilità agli occhi dell’allenatore, della società ma soprattutto dei tifosi, dopo l’ottima partita giocata contro l’Udinese, con il croato che ha permesso ai rossoneri di vincere con una doppietta.

Se Paquetà non è contento della situazione, lo stesso può dirlo anche Piatek. Il numero 9 rossonero non è affatto felice di aver perso il posto da titolare, e sta cercando di trovare un’altra squadra. Anche qui, come per il brasiliano, il Milan ha speso una grossa cifra per assicurarsi il polacco, e per lasciarlo partire dovrebbe trovare una squadra pronta ad offrire almeno 35 milioni di euro. Trovare una squadra che possa offrire una cifra simile sembra difficile, ma la pista della Premier League è ancora viva. Su Piatek ci sono infatti il West Ham e l’Aston Villa, che grazie agli altissimi ricavi televisivi inglesi non avrebbero troppe difficoltà a mettere 35 milioni sul piatto. Sicuramente il futuro di Piatek sarà lontano da Milano, con Rebic che si sta conquistando il ruolo di prima alternativa a Zlatan Ibrahimovic.

Per quanto riguarda la difesa invece, la trattativa per la cessione di Ricardo Rodriguez al Fenerbhace è stata momentaneamente bloccata. Il club turco deve infatti risolvere de problemi con la sua federazione, prima di poter pensare al mercato in entrata. Per il momento, l’esterno sinistro svizzero rimarrà al Milan, e Stefano Pioli lo ha convocato per la partita di stasera a Brescia, dove partirà dalla panchina, potendo però subentrare a partita in corso. Inoltre è stato tolto dal mercato il giovane difensore Gabbia, che interessava molto al Parma.

Segui la nostra Guida Scommesse per migliorare le tue capacità e scopri i nostri sistemi vincenti.

Paquetà
Paquetà