Ancora una volta è Lewis Hamilton a portare a casa la vittoria, questa volta nel Gran Premio di Turchia. Una vittoria speciale però, sia per la bellissima rimonta sia per la conquista del settimo titolo mondiale, che gli permette di raggiungere il record di Michael Schumacher. Bene anche le Ferrari, con Sebastian Vettel che ottiene il primo podio stagionale e Charles Leclerc che sfiora la seconda posizione ma a causa di un errore all’ultima curva lascia il posto ad un ottimo Sergio Perez. Deludono invece le Red Bull di Max Vertsappen e Alexander Albon, mentre Valtteri Bottas arriva solo 14°.

Hamilton
scommesse telegram

LEWIS HAMILTON VOTO 10

Vince sempre, e in pista non ha rivali. In un week end che inizia male per lui, con le prove libere terminate senza un tempo e le qualifiche chiuse solo al sesto posto, Lewis Hamilton riesce comunque a trovare la vittoria della gara e del settimo titolo mondiale. Sicuramente la macchina è troppo forte per chiunque, ma il pilota inglese dimostra in ogni occasione di avere una marcia in più, eguagliando un record, quello di Michael Schumacher, che sembrava impossibile da raggiungere.

SERGIO PEREZ VOTO 8

Nonostante sia stato già messo alla porta dalla Racing Point che, il prossimo anno, si trasformerà in Aston Martin e vedrà l’arrivo di Sebastian Vettel, il messicano dimostra ancora una volta di essere un ottimo pilota, portando a casa un secondo posto preziosissimo. Stravince il duello con il compagno di squadra Lance Stroll, grazie anche ad una strategia folle di Racing Point, arrendendosi solo alla velocità di Lewis Hamilton, contro cui non può nulla. Bravo a rimanere concentrato e a sfruttare l’errore all’ultima curva di Charles Leclerc per arrivare sul secondo gradino del podio.


Scarica l'app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.

invictus app store

invictus google play


SEBASTIAN VETTEL VOTO 8

Un Sebastian Vettel così non si vedeva da molto tempo. Perfetto in partenza, dove guadagna otto posizioni, e si piazza davanti al futuro vincitore della corsa. Per gran parte della corsa tiene dietro Hamilton, salvo poi arrendersi solo di fronte al fenomenale motore Mercedes, ma la sua gara è di assoluto livello. Non si scoraggia nemmeno quando il compagno di squadra gli prende la posizione, rimanendogli alle spalle e sfruttando l’unico errore del monegasco per agguantare un podio che mancava da tanto, troppo, tempo.

Hamilton Ferrari

CHARLES LECLERC VOTO 7,5

Parte dalla 14° posizione e rimonta fino a sfiorare un clamoroso secondo posto. Charles Leclerc non ha bisogno di dimostrare il suo valore, ma lo fa ancora una volta con una gara fantastica, portando al limite una SF1000 sicuramente poco competitiva ma che sta crescendo, con condizioni di pista sicuramente poco favorevoli per chiunque. Si dispera per l’errore all’ultima curva che gli costa il podio, ma il “predestinato” può stare tranquillo, i risultati arriveranno.

CARLOS SAINZ VOTO 7

Se la Ferrari può andare via dalla Turchia con un sorriso sulle labbra, è merito anche di Carlos Sainz. Il futuro pilota della rossa, che dal 2021 sostituirà Sebastian Vettel, non parte bene, ma giro dopo giro guadagna posizioni e migliora i suoi tempi. Nella prima parte di gara si ritrova nelle retrovie, gestendo le gomme in attesa che la pista si asciughi. La strategia funziona e lo spagnolo avanza, fino a conquistarsi una quinta posizione insperata.

MAX VERSTAPPEN VOTO 5,5

Hamilton FerrariQuest’anno ha avuto poche chance di vincere, data la netta superiorità delle due Mercedes, ma oggi aveva una grande opportunità. Con Hamilton sesto e Stroll solo davanti a lui, l’olandese poteva portare a casa il risultato, ma si deve accontentare di una deludente sesta posizione. Oggi sbaglia quasi tutto, fin dalla partenza (non è la prima volta), dove rimane piantato e si fa superare da troppi avversari. Riparte tentando una rimonta furiosa, ma troppe volte esagera andando in testacoda, cosa che gli costa posizioni e un pit stop in più. Una prova sottotono e “immatura” per Max Verstappen, che negli ultimi due anni sembrava aver capito di non poter sempre spingere, portando la macchina al limite.

ALEXANDER ALBON VOTO 5

Era un’ottima possibilità per mettersi in mostra, dato che il suo posto in Red Bull è tutto tranne che scontato. E invece Alexander Albon ha, ancora una volta, deluso. Bene nella prima parte di gara ma poi, proprio come il suo compagno di squadra, inizia a sbagliare quasi tutto, chiudendo la gara con un settimo posto che non farà felici i vertici della scuderia, con Pierre Gasly che scalpita per tornare a bordo.

LANCE STROLL VOTO 6

Dalle stelle alle stalle. Nessuna definizione più di questa sarebbe azzeccata per definire la gara del canadese. Per gran parte della corsa è lui ad occupare il primo posto, gestendo bene le gomme e non commettendo errori su una pista scivolosa. Peccato che dal muretto arrivi un folle ordine di scuderia che gli ha rovinato i piani, portandolo dalla prima posizione alla nona, e rimandando la sua prima vittoria in Formula 1 e, a girare il coltello nella piaga, c’è il secondo posto del suo compagno di squadra. Il proprietario di Racing Point (e suo padre) Lawrence Stroll non sarà affatto contento.

VALTTERI BOTTAS VOTO 4

Quest’anno voleva essere il “nuovo Rosberg” e lottare con Lewis Hamilton per la vittoria del mondiale. In pochi ci credevano, e probabilmente non lo faceva neanche lui stesso, perché quest’anno Valtteri Bottas non è mai stato competitivo, commettendo una serie infinita di errori. Anche in Turchia ha vissuto una gara più che modesta, chiudendo solo al 14° posto. In molti chiedono più competizione in Formula 1, ma sicuramente piloti come Bottas non aiutano a dare spettacolo.

Segui la nostra Guida Scommesse per migliorare le tue capacità e scopri i nostri sistemi vincenti.

Hamilton
Hamilton