Dopo la splendida vittoria di Max Verstappen a Silverstone, in Spagna torna tutto alla “normalità”. Lewis Hamilton vince nettamente, gestendo perfettamente le gomme e lasciando sempre un grande margine tra lui e il pilota olandese. Sebastian Vettel torna a dare un’ottima prestazione, nonostante chiuda solo al settimo posto, mentre Charles Leclerc le prova tutte, ma è costretto al ritiro da un guasto elettrico alla sua monoposto.

Hamilton
scommesse telegram

Le pagelle del Gran Premio di Spagna

Lewis Hamilton (Mercedes) 1° classificato: voto 7 

Oggi gara semplicissima per il sei volte campione del mondo. Lewis Hamilton si prende un’altra pole nelle qualifiche del sabato, e in gara rimane costantemente al primo posto senza troppi problemi. Le novità portate dalla Mercedes aiutano il pilota inglese a gestire le gomme perfettamente, al contrario di quanto accaduto nell’ultimo Gran Premio di Silverstone. Verstappen prova in tutti i modi a metterlo in difficoltà e a rimanergli dietro, ma la superiorità delle Frecce d’Argento in questo week end è stata più evidente che mai.

Max Verstappen (Red Bull-Honda) 2° classificato: voto 8

Stavolta è lui ad avere problemi con la gestione delle gomme, a causa delle temperature altissime sul circuito di Barcellona. Prova a dar fastidio a Lewis Hamilton, ma stavolta è impossibile per “Mad Max” cercare la vittoria. Nonostante i problemi trova un secondo posto prezioso, anche se dopo il Gran Premio di oggi rimangono alcuni dubbi sulla monoposto Red Bull.


Scarica l'app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.

invictus app store

invictus google play


Valtteri Bottas (Mercedes) 3° classificato: voto 4

Altro week end deludente per il finlandese. Sbaglia in qualifica e perde l’ultimo tentativo buono nel Q3 per centrare la pole position, e parte malissimo nella gara di oggi, lasciando spazio a Max Verstappen e Sergio Perez. Conclude la gara con un terzo posto che per molti varrebbe oro, ma non per un pilota al volante di una Mercedes. La macchina è nettamente più forte della Red Bull, ma il talento di Verstappen gli dà una lezione, chiudendo definitivamente le (poche) speranze del finlandese di vincere il Mondiale. Dopo la firma del rinnovo di contratto con Mercedes, sembra che Bottas abbia definitivamente messo da parte qualsiasi ambizione, rimanendo a coprire il ruolo di “tassista” (come definito da molti) di Lewis Hamilton.

Carlos Sainz (McLaren-Renault) 6° classificato: voto 7,5

Il futuro pilota della Ferrari scende in pista con la voglia di far bene dopo qualche incidente di percorso, e ci riesce. Per tutto il week end dimostra di essere più veloce di Lando Norris, spesso messo in luce rispetto allo spagnolo, portando a casa punti importanti per lui e per la classifica della McLaren, attualmente al quarto posto davanti proprio alla Ferrari. Nel Gran Premio di casa, Carlos Sainz ha dimostrato ancora una volta di essere un ottimo pilota, e tutti i tifosi della Rossa sperano che possa aiutare a risollevare la scuderia di Maranello insieme a Charles Leclerc.

Sebastian Vettel (Ferrari) 7° classificato: voto 7,5

Hamilton

Dopo molte, troppe, gare incolori, Sebastian Vettel corre un ottimo Gran Premio, nonostante chiuda solo al settimo posto. Mette in mostra una delle sue migliori qualità, quella della gestione gomme, ed è lui a coordinare il muretto della Ferrari, scegliendo direttamente la migliore strategia. Nonostante le parole rilasciate dopo la gara, questo week end è piuttosto positivo per il tedesco, che per una volta può dirsi più fortunato rispetto al suo compagno di squadra, costretto al ritiro da un problema elettrico della sua monoposto.

Esteban Ocon (Renault) 13° classificato: voto 5 

Toto Wolff lo aveva scaricato dal programma Mercedes, preferendogli George Russell. Per molti fu una scelta azzardata, nonostante Esteban Ocon non abbia mai davvero dimostrato di essere un pilota di valore. Le qualifiche del sabato sono un disastro, e anche in gara si salva ben poco. Non bastano due ottimi sorpassi per dare un voto positivo al pilota francese, che chiude solo in tredicesima posizione, davanti soltato alle disastrose Alfa Romeo, Haas e Williams. Il tempo passa, e la sensazione è che Toto Wolff ci avesse visto lungo.

Kimi Raikkonen (Alfa Romeo-Sauber) 14° classificato: voto 7 

Per molti era un pilota finito, e sicuramente non era stato fortunato nelle prime gare stagionali. L’Alfa Romeo non è assolutamente competitiva, e il campione del mondo 2007 ne ha risentito spesso. Oggi invece porta a casa un’ottima gara, nonostante chiuda quattordicesimo e quindi prenda zero punti. E’ perfetto nella gestione gomme, e anche il passo gara è soprendente. Per la prima volta in stagione arriva davanti a Giovinazzi, e questo non può far altro che bene al morale di Kimi Raikkonen.

Team Ferrari: voto 4,5 

Oggi sono davvero poche le cose positive per la Ferrari. La gestione gomme è, come sempre, ottima e anche la strategia guidata dallo stesso Sebastian Vettel funziona. Sulla pista del Montmelò però, la Rossa mostra tutti i suoi limiti, che iniziano a spaventare i tifosi. La SF1000 è lentissima, e costringe due piloti come Vettel e Leclerc a rimanere nelle retrovie a lottare con squadre fino ad un anno fa nettamente inferiori come Alpha Tauri (ex Toro Rosso), McLaren, Racing Point e Renault. Il ritiro forzato di Charles Leclerc è la “ciliegina sulla torta” di un week end da dimenticare, sperando che in Belgio le cose possano, almeno in parte, cambiare.

Segui la nostra Guida Scommesse per migliorare le tue capacità e scopri i nostri sistemi vincenti.

Hamilton
Hamilton