fbpx

Scrivi quello che vuoi cercare

Ecco le nuove regole del calcio: come cambia la Serie A

Con la fine del campionato, sono entrate in vigore le nuove regole del calcio dettate dall’IFAB (International Football Association Board). Queste modifiche, oltre ad altre specifiche del territorio italiano, avranno un impatto significativo sulla Serie A. Andiamo a vedere nel dettaglio le nuove regole del calcio.

Nuove regole del calcio: cosa cambia

Dal 2 giugno sono entrate in vigore le nuove regole del calcio diramate dall’IFAB, anche se in realtà alcuni cambiamenti consistenti derivano da modifiche di regole preesistenti. Le decisioni sono state prese a Marzo durante il 133° meeting annuale dell’IFAB e quindi si ripercuoteranno su tutto il calcio mondiale professionistico, tanto che durante il Mondiale U20 già ssono state applicate le nuove regole, che poi saranno estese anche alle competizioni UEFA dal 25 giugno.

Il ruolo che, sul terreno di gioco, sarà maggiormente interessato da queste modifiche è quello del portiere, infatti, vengono regolamentate diversamente diverse situazioni da calcio piazzato o che portano ad una situazione di palla inattiva.

nuove regole calcio

Ecco le regole:

  • Rinvio dal fondo: il difensore può entrare in area di rigore durante il rinvio. L’attaccante potrà entrare dentro l’area solo dopo il rinvio (cosa che ora non avviene).
  • Sostituzioni: il calciatore sostituito potrà uscire dalla linea di campo più vicina, evitando quindi delle perdite di tempo.
  • Giallo per gli allenatori: non solo il “rosso”, ora anche il giallo. Con la somma di cartellini gialli ci sarà la squalifica per un turno.
  • Barriera: al fine di evitare comportamenti anti-sportivi, l’avversario non potrà più unirsi alla barriera. Potrà mettersi davanti, dietro o affianco ma solo se ad un metro di distanza.
  • Rigori: il portiere sarà obbligato a tenere almeno un piede sulla linea, non più due come oggi. La Var, però, potrà intervenire e far ripetere il rigore, in caso di parata, se il portiere al momento del tiro non avrà almeno un piede sulla linea.
  • Palla a due abolita: l’arbitro restituirà la palla a chi deve giocarla, con gli avversari che dovranno mantenere una distanza minima di quattro metri.
  • L’arbitro tocca la palla: nel caso in cui il tocco dell’arbitro favorisca un assist o addirittura un gol da parte dell’altra squadra, il gioco sarà fermato e la palla restituita a chi ne aveva il possesso. Nell’eventualità che il tocco arbitrale sia in area, la palla andrà sempre al portiere.
  • Basta con i gol di mano: che sia volontario, involontario o altro, i gol di mano verranno sempre annullati.
  • Fallo di mano: resta la volontarietà. Ma sarà comunque fallo di mano, anche per un tocco involontario, se le braccia sono in posizione innaturale e cioè all’altezza delle spalle o sopra e, in ogni caso, ogni volta in cui il braccio sarà più largo del corpo e in posizione innaturale. Insomma varrà la cosidetta regola dell’orologio: più le braccia sono staccate dalle ore 6 più sarà possibile concedere il rigore, inoltre, non verrà più considerata la distanza tra chi calcia e chi colpisce la palla con le mani.
  • Scivolate: in caso di tocco di mano in scivolata, se il giocatore tocca la palla con il braccio in appoggio, e questo è attaccato al corpo, non è fallo; se il braccio in appoggio è lontano dal corpo è fallo; se tocca con l’altro braccio, e questo è lontano dal corpo, è fallo.
  • Regola del vantaggio: anche se un arbitro deve ammonire o espellere un giocatore, il gioco può essere comunque ripreso subito. L’arbitro estrarrà il cartellino successivamente.
  • Svirgolata portiere: se il portiere svirgola il pallone, può prenderlo con le mani.

Insomma ci aspettano succulente novità, ma non è finita qui, infatti, oltre all’IFAB, anche la politica italiana determinerà dei cambiamenti sulle normative che regolano la Serie A. Non farti trovare impreparato e sfrutta questi consigli su Invictus, un algoritmo dall’iscrizione gratuita che fornisce pronostici scientifici sicuri all’80%. Sulla piattaforma potrai trovare anche altre statistiche e troverai i migliori pronostici di oltre 100.000 scommettitori di tutto il mondo. Provalo gratis.

Nuove regole del calcio: altre novità

Alcune novità riguardanti il nostro calcio arrivano dal mondo della politica:

  • Si riduce la parte esentasse per i giocatori acquistati dall’estero: si passa dal 70% dell’imponibile al 50%, con un risparmio, quindi, della metà della parte lorda che viene pagata oggi (poco meno di un quarto della spesa totale per l’ingaggio).
  • La norma è valida sia per gli stranieri che gli italiani, con due vincoli: il calciatore dovrà aver esercitato all’estero nel corso delle ultime due stagioni e dovrà giocare in Italia per le prossime due (in caso di cessione prematura decadrà il vantaggio fiscale).
  • Nessuno sconto per il clud del sud: non verrà applicata al calcio lo “sconto extra” che riguarda le aziende del sud, infatti, queste si troveranno a calcolare il lordo sul solo 10% dell’imponibile netto; anche per i club del meridione, quindi, la percentuale su cui calcolare il lordo sarà del 50%.
  • Nuovo “emendamento vivai”: lo 0,5% della base imponibile contribuirà a creare un fondo blindato per i settori giovanili; non è ancora chiaro, però, chi gestirà questo fondo.
  • Nuovo commissario: per accelerare le procedure per gli appalti in vista di Euro 2020 potrà essere nominato da Roma Capitale un commissario ad hoc, che non sarà retribuito.

Ultima info, ma non meno importante, la conversione in legge del decreto dovrà arrivare entro sabato 29 giugno.

Tag
Andrea Troccoli

Andrea nasce a Foggia nel 1992, i suoi principali interessi sono sempre stati lo sport, la tecnologia e la finanza. Dopo aver conseguito la laurea in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Bologna, si è laureato in Organizzazione e Marketing per la Comunicazione d'Impresa presso la Sapienza, Roma. Da anni vive a Roma e, come addetto Marketing per Nextwin, può mettere in pratica le conoscenze acquisite e abbinarle alle sue passioni.

  • 1