Il Paris Saint Germain cerca in tutti i modi di abbassare il prezzo di Mauro Icardi. Per riscattare l’argentino i parigini dovrebbero mettere sul tavolo altri 70 milioni di euro, ma il club vorrebbe tentare l’Inter con l’inclusione di Edinson Cavani nella trattativa. La Lazio intanto lavora sui rinforzi per la prossima stagione, e mette nel mirino Luis Suarez. Il colombiano del Watford piace molto a Simone Inzaghi, e la trattativa potrebbe chiudersi per una cifra di 10 milioni di euro. Il Torino intanto è pronto ad un cambio in panchina. Moreno Longo potrebbe non essere riconfermato, e il presidente Urbano Cairo vorrebbe puntare su Marco Giampaolo.

Cavani
Cavani

Il Paris Saint Germain offre Cavani per Mauro Icardi

Negli ultimi giorni abbiamo parlato del tentativo del Paris Saint Germain di abbassare il prezzo per il riscatto di Mauro Icardi. Secondo l’accordo trovato tra i parigini e i nerazzurri nella sessione di mercato dello scorso anno, per tenere l’argentino in Francia il club dovrebbe pagare 70 milioni, ma la crisi scaturita dalla pandemia di Covid-19 ha colpito anche i club più ricchi e il Paris Saint Germain deve valutare con cura ogni acquisto.


Scarica l'app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.

invictus app store

invictus google play


L’Inter ha però negato ogni possibilità di abbassare il costo di Icardi, e la squadra allenata da Tuchel starebbe provando ad inserire Edinson Cavani nella trattativa, offrendolo come contropartita tecnica. Il bomber uruguaiano piace molto ad Antonio Conte, che lo ha già inserito da tempo nella lista dei desideri, trovando il favore dell’amministratore delegato Giuseppe Marotta.
Questo tentativo del Paris Saint Germain appare però come una semplice “mossa della disperazione”, dato che Cavani si libererà a parametro zero a giugno. Per l’Inter quindi non avrebbe alcun senso abbassare il prezzo di Icardi per avere il Matador. I francesi hanno comunque provato a portare avanti questa idea, ma difficilmente i nerazzurri potranno accettare.

La Lazio punta Luis Suarez del Watford

Cavani Lazio Giampaolo

Lotito lavora al mercato della Lazio

La Lazio sta lavorando alla campagna acquisti in vista della prossima stagione. Mentre i biancocelesti aspettano di sapere cosa sarà della splendida stagione 2019/2020, il presidente Claudio Lotito e il direttore sportivo Igli Tare lavorano al mercato in entrata, in vista della partecipazione della banda di Simone Inzaghi alla prossima edizione della Champions League.
La Lazio sta lavorando per rinforzare ogni reparto, e l’ultimo nome uscito in ottica biancoceleste è quello di un attaccante: Luis Suarez. Quando la notizia è uscita per la prima volta sui giornali, molti tifosi sono impazziti pensando che il giocatore in questione fosse il numero 9 del Barcellona. Così non è, dato che l’attaccante finito nel mirino di Lotito e Tare è Luis Suarez, di proprietà del Watford. Il 22enne colombiano ha vissuto un’ottima stagione in prestito al Real Saragozza, mettendosi in mostra come uno dei centravanti più interessanti in circolazione. Nonostante la stagione stellare di Ciro Immobile e le ottime prestazioni di Felipe Caicedo, Simone Inzaghi è convinto della necessità di avere un ulteriore rinforzo nel reparto offensivo, è Suarez potrebbe essere la pedina perfetta.
Luis Suarez rientra perfettamente nei canoni di Claudio Lotito data la giovane età, le grandi possibilità di crescita e il prezzo non troppo elevato. Il Watford avrebbe infatti chiesto 10 milioni per lasciar partire il giocatore, cifra assolutamente nelle corde della Lazio, che potrebbe così chiudere per il primo acquisto ufficiale per la prossima stagione.

Cambio in panchina per il Torino, idea Giampaolo

Cavani Lazio Giampaolo

Il Torino pensa a Marco Giampaolo

Nel corso di queste settimane le notizie su arrivi e addii tra le squadre italiane sono stati moltissimi. Ma, oltre ai giocatori, è altrettanto importante parlare dei cambi sulle panchine. Da mesi si discute in particolare del futuro del Milan, dove Stefano Pioli rimane in dubbio. Ralf Rangnick sembra infatti pronto a prendere il suo posto e a condurre la rivoluzione rossonera insieme ad Ivan Gazidis. Un altro cambio che si prepara è sulla panchina del Torino. I granata hanno vissuto una stagione a dir poco deludente e, prima dello stop causa Coronavirus, rischiavano addirittura di dover lottare per la salvezza. Il presidente Urbano Cairo aveva esonerato l’allenatore Walter Mazzarri a causa delle troppe sconfitte, spesso molto pesanti, consegnando le chiavi della squadra a Moreno Longo. Nonostante il cambio, il Torino non ha avuto quella ripresa sperata dal patron granata, che sta quindi pensando di fare un ulteriore cambio. L’idea di Cairo sarebbe quella di chiamare proprio un ex rossonero: Marco Giampaolo. L’ex tecnico dell’Empoli e della Sampdoria era arrivato al Milan con grandi aspettative, dato il bel gioco dimostrato dalle sue squadre nel corso di questi anni, ma i risultati sono stati invece piuttosto deludenti. Nonostante tutto ciò, Giampaolo potrebbe essere l’allenatore ideale per il nuovo Torino, che spera di tornare a competere almeno per la qualificazione in Europa League e non più per la lotta salvezza, obiettivo che non dovrebbe competere ad una squadra con un blasone così importante. La seconda opzione, neanche a dirlo, potrebbe essere un altro ex milanista. Stefano Pioli è molto apprezzato da Cairo, e il suo arrivo al Torino farebbe molto comodo anche al Milan. Nel caso in cui Gazidis scegliesse definitivamente Rangnick infatti, dovrebbe comunque onorare il contratto di Pioli e pagarlo ancora per lungo tempo.