Il Milan lavora da mesi sulla rivoluzione targata Ivan Gazidis. Secondo le ultime indiscrezioni il nuovo indiziato per sostituire Stefano Pioli sulla panchina del Milan sarebbe Julian Nagelsmann. Ralf Rangnick diventerebbe così direttore dell’area sportiva rossonera, occupandosi del vivaio e del calciomercato, con il suo pupillo in panchina. La Juventus e l’Inter invece si sfidano sul mercato per arrivare ai migliori giocatori italiani. Il primo obiettivo comune è Federico Chiesa, per il quale Rocco Commisso chiede almeno 70 milioni di euro, mentre il secondo è Sandro Tonali. Mentre sull’attaccante della Fiorentina la Juventus sembra in vantaggio, per il centrocampista del Brescia la situazione è ancora in bilico.

Milan
Milan

Milan: per la panchina c’è Julian Nagelsmann, pupillo di Rangnick

Da mesi si discute del futuro del Milan, che non ha certo vissuto una stagione all’altezza delle aspettative. Marco Giampaolo era stato scelto dalla dirigenza rossonera per portare al club un’idea di gioco ben precisa, votata all’attacco e spettacolare da vedere. I risultati hanno però dimostrato tutt’altro, facendo finire l’esperienza di Giampaolo ben prima di quanto si potesse immaginare, con la squadra che è poi passata sotto la gestione di Stefano Pioli. Nonostante i risultati dell’ex Lazio ed Inter, la sua permanenza anche per la stagione 2020/2021 è stata immediatamente messa in dubbio. I problemi all’interno della società hanno portato all’addio di Zvonimir Boban, e anche Paolo Maldini sembra pronto a lasciare il suo ruolo, concentrando tutti i poteri nelle mani di Ivan Gazidis. L’amministratore delegato sudafricano ha scelto sin da subito di voler puntare su Ralf Rangnick, sia come direttore tecnico che come allenatore. Ora però le cose sembrano cambiate, data la volontà del tedesco di occuparsi esclusivamente della gestione sportiva, ma senza allenare direttamente la squadra. Il ruolo del mister andrebbe quindi ad un suo fedelissimo, Julian Nagelsmann, tecnico del Lipsia dal 2019 e collaboratore storico di Rangnick.


Scarica l'app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.

invictus app store

invictus google play


Il progetto rossonero sarebbe quello di trasformare il club ad immagine e somiglianza di quello tedesco. Il Milan inizierebbe a puntare molto sul vivaio, facendo crescere giovani talentuosi che possano sbocciare nel corso dei prossimi anni, evitando di spendere cifre iperboliche nel mercato in entrata. Il progetto è ambizioso e molti addetti ai lavori sono poco convinti, ma Ivan Gazidis sembra aver tutto molto chiaro, e Ralf Rangnick e Julian Nagelsmann sono pronti a far partire questa rivoluzione.

Juventus ed Inter si sfidano sul mercato

Milan Juventus Inter

Juventus ed Inter su Chiesa

In attesa di poter tornare a giocare, Juventus ed Inter si stanno sfidando sul mercato. Entrambi i club stanno puntando molto su giovani italiani che potrebbero dire la loro nel prossimo futuro della Serie A e non solo.
Il primo giocatore conteso è Federico Chiesa, stella della Fiorentina ormai prossima all’addio. Il presidente Rocco Commisso, dopo averne impedito il trasferimento lo scorso anno, ha imposto una cifra di almeno 70 milioni per lasciarlo partire. La somma richiesta è molto alta, specialmente per i tempi che il calcio sta vivendo, ma Juventus ed Inter stanno lavorando per abbassare la richiesta viola. I bianconeri sono pronti ad inserire come contropartita tecnica molti giovani giocatori come: Mandragora, Romero, Luca Pellegrini, Riccardo Orsolini e Daniele Rugani. La Fiorentina è da tempo sulle tracce di Mandragora, che con la maglia dell’Udinese ha saputo dimostrare il suo talento, e potrebbe essere proprio lui la chiave per arrivare a Federico Chiesa. L’Inter invece sembra pronta a mettere sul piatto 30 milioni, più il cartellino di Dalbert, già in prestito alla Fiorentina. Nelle ultime ore però, sembra che i nerazzurri stiano pensando anche al coinvolgimento di Radja Nainggolan, che non è ancora sicuro di rimanere al Cagliari per la prossima stagione.

Cellino valuta le offerte per Tonali

Milan Juventus Inter

Cellino valuta le offerte per Tonali

Non c’è però solo Federico Chiesa tra Juventus ed Inter. Entrambi i club hanno infatti puntato quello che, insieme a Niccolò Zaniolo, sembra essere il centrocampista italiano più interessante in circolazione: Sandro Tonali.
Il responsabile dell’area sportiva della Juventus, Fabio Paratici, ha proposto un’offerta al Brescia per il “nuovo Pirlo” (come viene chiamato da molti, che prevede un prestito di due anni con obbligo di riscatto per i bianconeri nell’estate del 2022. Questa formula era stata già proposta mesi fa dall’amministratore delegato nerazzurro Beppe Marotta, che ha già sfruttato questa modalità per acquisire alcuni giocatori. Per provare a superare la concorrenza della Juventus, Marotta ha proposto al Brescia il pagamento dopo un solo anno, a differenza dei due promessi dai bianconeri. Per entrambi, comunque, il prezzo è lo stesso: 35 milioni di euro. Il presidente delle Rondinelle, Massimo Cellino, sta valutando tutte le offerte e, almeno fino ad ora, non sembra aver optato per nessuno dei due club. Juventus ed Inter stanno infatti facendo una vera e propria sfida a scacchi per arrivare a Sandro Tonali, ma nessuno sembra aver superato l’altro. La sensazione è comunque quella che rivedremo sicuramente Tonali in Serie A, dato che le squadre europee che erano interessate a lui (Paris Saint Germain, Barcellona e Manchester City) sembrano infine aver optato per altri obiettivi.