Il Barcellona ha vissuto una delle sue pagine sportive più tristi con la sconfitta contro il Bayern Monaco per 8-2. Questa disfatta incredibile ha portato (almeno secondo alcuni media internazionali) alla richiesta di cessione immediata di Lionel Messi e all’esonero di Quique Setien. Mentre la situazione della Pulce rimane avvolta nel mistero, il presidente Bartomeu ha già fatto la prima mossa per la ricostruzione della suqadra, chiamando Ronald Koeman ad allenare i blaugrana. La Juventus intanto continua a valutare la situazione di Paulo Dybala. L’argentino chiede almeno 15 milioni di euro a stagione, troppi secondo il presidente Andrea Agnelli, che potrebbe sacrificarlo sul mercato per sistemare i conti del club. Il possibile scambio alla pari con Paul Pogba sembra escluso, e non sono ancora arrivate offerte concrete per Dybala.

Barcellona
scommesse telegram

Il Barcellona ha deciso, c’è Ronald Koeman per la panchina

Dopo l’incredibile sconfitta per 8-2 nei quarti di finale contro il Bayern Monaco, il Barcellona ha deciso di rivoluzionare completamente il club. Quique Setien non ha mai convinto come allenatore dei catalani, rompendo completamente i rapporti con i giocatori. Partendo da Antoine Griezmann, troppo spesso lasciato in panchina, per arrivare a Lionel Messi che, dopo venti anni passati nel club sembra aver scelto di andare via. Rivoluzione si, ma mantenendo il pensiero del Barcellona, quello che prevede di scegliere sempre e comunque un allenatore che abbia avuto un passato nel club. La tradizione è iniziata con Johan Cruijff, che prese in mano la squadra nel 1988, trasformando completamente i blaugrana in una macchina da guerra, capace di vincere quattro volte consecutivamente la Liga spagnola ma soprattutto di portare a casa la prima storica Champions League, nel 1992. La tradizione è proseguita con l’arrivo di Pep Guardiola nel 2008, che ha nuovamente trasformato la squadra in uno degli 11 più forti della storia di questo sport, vincendo la Coppa dalle grandi orecchie due volte. Dopo l’addio di Guardiola però, il Barcellona ha lentamente perso il suo spirito da “tiki taka”, con la sola opzione del biennio di Luis Enrique, fino ad arrivare alla tremenda sconfitta contro il Bayern Monaco. Per risollevare le sorti della squadra, il presidente Bartomeu ha scelto Ronald Koeman. L’olandese ha vestito la maglia blaugrana dal 1989 al 1995, ed è stato tra i grandi protagonisti del Barcellona di Johan Cruijff. E’ rimasto nel cuore di tutti i tifosi catalani per la sua grande qualità difensiva, e per l’incredibile media realizzativa (ha segnato oltre 200 goal in carriera) dimostrata anche nella finale di Champions League del 1992 dove, grazie ad un suo goal su punizione, il Barcellona superò la Sampdoria di Vialli e Mancini vincendo la coppa per la prima volta. Nella sua carriera da allenatore, Koeman è stato capace di vincere molti titoli, in Olanda, Portogallo e Spagna, per poi mettersi in mostra con la nazionale Olandese. L’ex numero 4 del Barcellona sembra il profilo ideale per riportare entusiasmo e un’idea di gioco solida nel club, che spera di poter puntare ancora sull’icona Lionel Messi. L’argentino potrebbe lasciare la squadra per trasferirsi al Manchester City di Guardiola. L’operazione sembra complicata, ma la Pulce non è mai stata lontana dal Barcellona come lo è in questo momento. Chissà se l’arrivo di Ronald Koeman non possa fargli cambiare idea.


Scarica l'app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.

invictus app store

invictus google play


Juventus-Dybala, è braccio di ferro sul rinnovo di contratto

Barcellona Juventus

La questione di Paulo Dybala sta tenendo banco ormai da giorni, e in molti si chiedono come potrebbe finire. L’argentino è stato, insieme a Cristiano Ronaldo e ai suoi 31 goal, il giocatore più importante di quest’anno per la Juventus, essendo stato capace di segnare goal pesantissimi che hanno avvicinato il club al nono scudetto consecutivo. Dopo un anno fantastico, Dybala ha alzato le sue richieste per quanto riguarda l’ingaggio, arrivando a chiedere almeno 15 milioni di euro a stagione più bonus. In totale, la Joya arriverebbe a percepire circa 20 milioni di euro all’anno. Una cifra importante per un giocatore altrettanto importante, che però la Juventus non sembra voler pagare. Il club ha bisogno di incassare molti soldi, ma l’unico uomo mercato dal valore così alto è proprio Paulo Dybala, dato che difficilmente si potrà fare a meno di Cristiano Ronaldo. L’idea che circolava di più nelle ultime ore era quella di uno scambio tra Paul Pogba e lo stesso Dybala, anche se sembra che l’argentino non apprezzi l’idea di giocare con i Red Devils. Il contratto di Dybala andrà in scadenza nel 2022 e, se la Juventus non si muove in fretta, rischia di perderlo a parametro zero il prossimo anno, o di svenderlo ad un prezzo decisamente inferiore rispetto alle sue qualità. Gli unici club a poterselo permettere in questo momento sarebbero Real Madrid, Paris Saint Germain e Manchester City, ma tutti e tre non sembrano interessate a prenderlo per motivi diversi. Il Real Madrid ha dichiarato concluso il suo calciomercato, non potendo permettersi spese enormi. Il Paris Saint Germain ha un reparto offensivo decisamente pieno, mentre il Manchester City farà di tutto per convincere Lionel Messi a lavorare nuovamente con Pep Guardiola.

Segui la nostra Guida Scommesse per migliorare le tue capacità e scopri i nostri sistemi vincenti.

Barcellona
Barcellona