Eccovi la moviola tratta dal Blog di Luca Marelli, ex arbitro professionista, sulle partite del sedicesimo turno di Serie A. Abbiamo scelto di prendere in considerazione l’opinione di Luca Marelli data la sua grande attendibilità e la sua capacità di spiegare bene i punti più controversi del regolamento.

moviola
scommesse telegram

La moviola della 16° giornata

Moviola Cagliari 1-2 Benevento, arbitro Abbattista 

Dopo pochi minuti Pavoletti e Montipò si scontrano in area di rigore dopo un cross del Cagliari, con l’attaccante cagliaritano che si scontra con il portiere e mette la palla in rete. L’arbitro però fischia fallo di Pavoletti e annulla il goal senza indugi. Viste le immagini però, rimane qualche dubbio sulla scelta arbitrale dato che si, l’attaccante allarga il braccio, ma allo stesso tempo anticipa nettamente il portiere. Per questo il goal poteva essere convalidato, ma ricordiamo che il VAR non aveva modo di intervenire in questo caso. Non si tratta di un errore grave, specialmente vista la difficoltà di giudicarlo in tempo reale, ma la rete poteva comunque essere convalidata.
All’11° minuto c’è un contrasto in area tra Cragno e Lapadula, con Abbattista in posizione perfetta per giudicare. Il contatto c’è, dato che il portiere tocca la palla ma travolge in seguito l’attaccante, e l’arbitro assegna il calcio di rigore. Giusto fischiare il rigore, ma rimane difficile capire perché il VAR sia intervenuto. Data la posizione dell’arbitro infatti, da regolamento, è lo stesso direttore di gara a dover giudicare il contatto, e il VAR non può intervenire.
Poco prima del termine della partita c’è un brutto scontro tra Nandez e Caprari, con i giocatori che una volta rialzati, si avvicinano a muso duro. Giusto ammonire entrambi per il comportamento poco sportivo. L’uruguaiano del Cagliari continua a protestare con l’arbitro che lo invita ben tre volte a calmarsi, e Abbattista giustamente lo ammonisce nuovamente mostrando poi il cartellino rosso. Arbitro che applica alla perfezione il regolamento, che prevede ammonizione in questi casi.


Scarica l'app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.

invictus app store

invictus google play


Moviola Bologna 2-2 Udinese, arbitro Ayroldi 

Al 26° l’unico episodio da rivedere. Samir entra in modo scomposto su Orsolini, con il piede che colpisce chiaramente la caviglia dell’avversario. Si tratta in questo caso di “vigoria sproporzionata”, e il giocatore bianconero avrebbe potuto essere espulso. Errore comunque non grave di Ayroldi, con il VAR che giustamente non interviene dato che il direttore di gara ha potuto giudicare in modo autonomo l’entità del fallo.

Moviola Crotone 1-2 Roma, arbitro Piccinini

Un solo episodio da rivedere, con il calcio di rigore assegnato alla Roma. L’arbitro Piccinini non interviene subito fischiando il calcio di rigore, aspettando che Borja Mayoral calciasse il pallone prima di fischiare rigore. Decisione giusta da parte del direttore di gara, che segue alla lettera il regolamento.

Moviola Lazio 2-1 Fiorentina, arbitro Abisso

Al 42° minuto Luiz Felipe interviene in modo scomposto su Castrovilli, con l’arbitro che ammonisce il difensore laziale. Il VAR ancora una volta non può intervenire dovendo lasciare la decisione all’arbitro, in grado di vedere in modo autonomo l’entità del fallo. Giusto ammonire e non espellere perché, nonostante sia molto duro e imprudente, Luiz Felipe sfiora e non colpisce direttamente l’avversario, non meritando quindi un rosso diretto.
All’88° minuto c’è un calcio di rigore per la Fiorentina, con Hoedt che trattiene in area Vlahovic. Il fallo è evidente,  e il fatto che l’attaccante viola rimanga in piedi non ha alcuna influenza sul fischio.

Moviola Napoli 1-2 Spezia, arbitro Mariani 

Il primo episodio da rivedere avviene al 30° minuto del primo tempo, dove Terzi trattiene Fabian Ruiz in area. La trattenuta c’è, ma è breve e quasi del tutto ininfluente. Al 66° minuto lo Spezia si vede assegnare un calcio di rigore per un fallo dello stesso Fabian Ruiz, con l’arbitro in posizione perfetta per giudicare. Anche qui Mariani non sbaglia e assegna giustamente il penalty ai liguri, dato che il fallo dello spagnolo è netto e non poteva essere giudicato in altra maniera.

Moviola Sampdoria 2-1 Inter, arbitro Valeri

moviola

All’11° minuto c’è un tocco di mano in area doriana, con il VAR che giustamente richiama l’arbitro che assegna calcio di rigore. Episodio molto difficile da vedere in diretta, e in questo caso il VAR interviene perfettamente segnalando l’accaduto. Giusto non ammonire il difensore della Sampdoria, dato che il regolamento prevede il giallo solo se la palla viene toccata quando indirizzata verso la porta, cosa che in questo caso non è accaduta.
Nel secondo tempo Jankto tira verso la porta ma la palla viene toccata con il braccio da Lautaro Martinez. Tante polemiche riguardo la posizione del Toro, che era al limite dell’area di rigore. Difficilissimo capire se il braccio fosse fuori o all’interno dell’area di rigore, ma il VAR interviene assegnando il calcio di punizione al limite dell’area.

Moviola Milan 1-3 Sampdoria, arbitro Irrati

Al 40° minuto il Milan trova il goal del pareggio, con tante polemiche riguardo il fallo di Calhanoglu su Rabiot ad inizio azione. L’arbitro vede chiaramente il contatto e questo esclude qualsiasi possibilità di intervenire per il VAR. Il fallo però è abbastanza evidente e Irrati avrebbe potuto fermare l’azione ed impedire quindi il goal del pareggio rossonero. Al 93° episodio c’è un contatto in area juventina tra Rabiot e Brahim Diaz, con l’arbitro che lascia correre. Il fallo però era evidente e Irrati avrebbe dovuto concedere il penalty ai rossoneri, data l’evidenza del fallo di Rabiot.

Segui la nostra Guida Scommesse per migliorare le tue capacità e scopri i nostri sistemi vincenti.

moviola
moviola