Nonostante il campionato sia ormai interrotto da diverse settimane non si fermano i lavori a Casa Milan, sempre più vicino a vivere un nuovo anno zero. La squadra rossonera è in attesa di capire quando, e se, gli allenamenti potranno essere ripresi, mentre i calciatori cercano di tenersi in forma nelle loro abitazioni. La situazione sanitaria in Italia è critica, gli Europei del 2020 sono stati rimandati al 2021 e la ripresa del Campionato e delle competizioni europee è al momento l’argomento più caldo sul tavolo delle diverse leghe europee. In attesa di capire chi sarà il nuovo (o confermato?) allenatore, il futuro di molti giocatori è ancora un rebus.

Milan
Milan

Valigie pronte per i senatori

Sembrano ormai giunte ai titoli di coda le avventure in rossonero di giocatori come Biglia e Bonaventura entrambi con il contratto in scadenza a Giugno; i giocatori ultratrentenni non rientrano nel progetto giovani voluto dalla dirigenza Milanista e sono per questo destinati a lasciare Milano.

Da risolvere l’incognita Saelemaekers. Il calciatore belga ha fin qui giocato 32 minuti tra Serie A e Coppa Italia, offrendo prestazioni non memorabili, ma probabilmente dettate dalla sua giovane età e dalla non conoscenza della lingua italiana.

Cosa fare a questo punto? Perdere i 3,5 milioni già sborsati per il prestito oneroso solo 3 mesi fa o investirne altrettanti per il riscatto di un giocatore che potrebbe essere già fuori dal progetto tecnico?


Scarica l'app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.

invictus app store

invictus google play


Rinnovi sì, ma a che prezzo?

Punto cruciale della calda estate milanista saranno anche i rinnovi di contratto. Giocatori fondamentali nello scheletro della squadra come Donnarumma ed Ibrahimovic rimarrebbero volentieri, ma il Milan dovrà interfacciarsi con un cliente scomodo come Mino Raiola, maestro nello strappare le migliori condizioni economiche per i propri assistiti.

Il giovane portiere classe ’99 si è espresso così sui social: “ Sono sempre stato tifoso del Milan e non posso fare altro che dare tutto me stesso per questa maglia. Questi colori per me significano tanto perché sono cresciuto qui ”.

Dunque non un problema di cuore per Gigio Donnarumma ma il suo stipendio da 6 milioni di euro sfora il tetto salariale imposto dall’A.D. milanista Gazidis e non sarà facile trovare un compromesso che accontenti entrambe le parti.

I dubbi di Zlatan

Notti insonni aspettano Zlatan Ibrahimović, tenuto sveglio tra la sua voglia di continuare a giocare (e segnare) nella città che ama o se appendere definitivamente gli scarpini al chiodo, demotivato da un progetto tecnico non ambizioso e dalle nubi societarie attorno ad esso.

Il campione svedese è arrivato fortemente voluto dalla coppia Maldini-Boban che si sono spesi in prima persona con il giocatore.

Boban è stato però licenziato poche settimane fa e la conferma di Paolo Maldini come direttore dell’area tecnica non è certo scontata.

In caso di addio dell’ex capitano milanista, Zlatan potrebbe dunque decidere di non continuare la sua avventura in rossonero dopo solo 6 mesi.

Calciomercato: arrivano i rinforzi

Con gli occhi fissi sul nebuloso presente la dirigenza milanista cerca di guardare anche al futuro.

La recente pandemia mondiale potrebbe infatti allentare la morsa del Fair Play Finanziario dalle casse rossonere e consentire ai rossoneri di rinforzare la squadra con dei nuovi innesti.

Due sono i giocatori indiziati dalla cui cessione ricavare un tesoretto per i nuovi acquisti: Kessiè e Conti.

L’ivoriano in rossonero non ha mai brillato come con la maglia dell’Atalanta ed il Milan potrebbe dunque privarsene per una cifra intorno ai 30 milioni per non generare una minusvalenza.

Il terzino destro invece sembra non essersi mai ripreso del tutto dai vari infortuni e potrebbe cercare fortuna altrove.

Sempre da Bergamo potrebbe venire la buona notizia del riscatto di Mattia Caldara che sembra aver ritrovato continuità sotto la guida del suo maestro Gasperini.

Il ricavato delle cessioni potrebbe essere reinvestito per il ritorno di un centrocampista amatissimo dai tifosi rossoneri che ha lasciato il Diavolo solo lo scorso anno. Tiémoué Bakayoko ha più volte lanciato segnali di non aver mai dimenticato l’affetto ricevuto dai tifosi e sarebbe felice di sposare nuovamente la causa rossonera; l’unico ostacolo è il costo del cartellino poiché il Chelsea non lo lascerà partire per meno di 30 milioni.

Sempre in casa Blues il Milan guarda al giovane 24enne Andreas Christensen, fuori da tempo dal progetto tecnico degli inglesi, ma legato al problema formula della cessione; il Chelsea lo lascerebbe partire solo a titolo definitivo, il Milan punta ad un prestito con diritto di riscatto.

La nuova stella, Ante Rebic

Milan

Il Milan vorrebbe puntare su Rebic il prossimo anno

Capitolo a parte per il giocatore più in forma dell’ultimo mese, Ante Rebic.

L’attaccante croato, di proprietà dell’ Eintracht Francoforte, è coinvolto in uno scambio di prestiti con Andrè Silva che non ha però entusiasmato in Germania.

Il Milan farebbe di tutto per trattenerlo, ma la squadra tedesca ha il vantaggio di non aver stabilito un prezzo per il riscatto che attualmente si aggira sui 40 milioni di euro.

I primi contatti fra i club sono già stati avviati ma la crisi sanitaria ed economica attuale rende tutto più difficile.

In un futuro pieno di incertezze, il Milan punta dunque ad un progetto giovani, trattenendo i giocatori di maggior talento, in attesa di scoprire chi sarà la guida tecnica.

Segui la nostra Guida Scommesse per migliorare le tue capacità e scopri i nostri sistemi vincenti.

Milan
Milan