Scrivi quello che vuoi cercare

Milan e Champions League: un binomio indissolubile, la storia delle 7 Coppe dei Campioni

Sebbene quest’anno l’avventura in Europa League non sia andata bene, il rapporto del Milan con i trofei della Uefa, in special modo con la Champions League, resta viscerale. Una lunghissima storia quella dei rossoneri con il più importante torneo continentale, fatta di vittorie finali contro tutti i pronostici della vigilia (la prima, storica, Coppa dei Campioni del 1963 contro il Benfica di Eusebio o ancora il trionfo di Capello nel ’94 contro il Barcellona di Crujiff, soltanto per citarne alcune).

Il Milan e la Champions, gli amori che fanno giri immensi e poi ritornano

Sette i trofei del Milan, che ne fanno la seconda squadra nell’albo d’oro, alle spalle del Real Madrid, vincitore in dieci occasioni, forte soprattutto dell’era Di Stefano, con cinque successi nelle prime cinque edizioni, dal 1955 al 1960.

A differenza degli spagnoli, tuttavia, il Milan è la squadra più “regolarista” nelle vittorie, ottenute con tutti i format stabiliti dall’Uefa, dalla formula classica dove a partecipare erano soltanto le squadre campioni nazionali a quella con due squadre partecipanti per i migliori paesi, fino a quella attuale.

Dal Milan di Nereo Rocco a quello di Sacchi, passando per il già citato Capello e il doppio trionfo di Ancelotti: epoche diverse (nel 1963, ad esempio, la Coppa Campioni si seguiva prevalentemente alla radio, con i risultati in diretta degli altri match che all’epoca erano difficili da reperire), visioni di gioco diverse, ma un unico comune denominatore: il successo. Accanto a questi trionfi, cocenti sconfitte e beffe (le finali con l’Ajax o quella, clamorosa, contro il Liverpool di Benitez), ma in percentuale decisamente minore.

In principio fu il trionfo del “paron” Rocco, con i successi nel 1963 (come detto sul Benfica di Eusebio) e nel 1969(sulla pelle dell’Ajax di Crujiff). In particolare, nel primo alloro da segnalare l’incredibile primato di Josè Altafini di media gol per presenze, 14 marcature in 5 gare, che è rimasto anche record assoluto di reti per singola competizione fino al 2013-2014, battuto poi da Cristiano Ronaldo.

Vent’anni dopo l’epopea di Sacchi, con il trionfo sullo Steaua Bucarest nel 1989 e la stagione seguente sul Benfica, gara difficile decisa da un guizzo di Rijkaard.

Nel 1994 quinto successo, contro pronostico come già accennato: il Milan di Capello affronta il favoritissimo Barcellona di Cruijff e lo fa senza i suoi baluardi difensivi Baresi e Costacurta, entrambi squalificati. A questo si aggiunge la spavalderia del tecnico blaugrana che alla vigilia si dice sicuro della vittoria dei suoi. Risultato: clamoroso 4-0 dei rossoneri, con giochi già chiusi dopo un’ora.

La stagione 2002/2003 è il trionfo del calcio italiano, con tre squadre (Milan, Juventus e Inter) che riescono ad approdare in semifinale: il Milan supera in semi l’Inter in un derby nel derby e vince in finale (a Manchester) contro la Juventus di Marcello Lippi ai calci di rigore.

Ultima vittoria in Champions nel 2007 ad Atene contro il Liverpool, “vendetta” sportiva riuscita sui Red Devils due anni dopo il già citato harakiri di Istanbul.

Dal 1998/99 al 2013/14, stagione dell’ultima apparizione in Champions, il Milan ha ottenuto 15 partecipazioni consecutive, mentre adesso il digiuno dura da ben 5 anni. In questa stagione, però, il Milan di Gattuso sembra poter rompere il sortilegio e poter finalmente tornare a calcare dei palcoscenici importanti. Vedremo se il tecnico calabrese riuscirà nell’impresa.

Segui il percorso dei rossoneri, e non solo, su Invictus, un algoritmo dall’iscrizione gratuita che fornisce pronostici scientifici sicuri all’80%. Sulla piattaforma potrai trovare anche altre statistiche e troverai i migliori pronostici di oltre 100.000 scommettitori di tutto il mondo. Provalo gratis.

Di seguito, per gli appassionati di scommesse, pronostici e statistiche di Invictus tutti i tabellini delle sette finali di Coppa dei Campioni/Champions League vinte dal Milan:

1) 22 maggio 1963 – “Wembley”, Londra

Milan-Benfica 2-1

Marcatori: 18’ Eusebio, 58’ e 66’ Altafini

Milan: Ghezzi, David, Maldini, Trebbi, Benitez, Trapattoni, Pivatelli, Sani, Altafini, Rivera, Mora. All.: Rocco

Benfica: Costa Pereira, Cavem, Cruz, Humberto, Raul, Coluna, Santana, Augusto, Torres, Eusebio, Simoes. All.: Riera

 

2) 26 maggio 1969 – “Santiago Bernabeu”, Madrid

Milan-Ajax 4-1

Marcatori: 7’, 40’ e 75’ Prati, 60’ Vasovic, 67’ Sormani

Milan: Cudicini, Anquilletti, Rosato, Schnellinger, Malatrasi, Trapattoni, Rivera, Lodetti, Hamrin, Sormani, Prati. All.: Rocco

Ajax: Bals, Suurbier, Vasovic, Hulshoff, van Duivenbode, Swart, Groot, Pronk, Danielsson, Cruyff, Keizer. All.: Michels

 

3) 24 maggio 1989 – “Camp Nou”, Barcellona

Milan-Steaua Bucarest 4-0

Marcatori: 18’ e 39’ Gullit, 27’ e 47’ Van Basten

Milan: G. Galli, Tassotti, Baresi, Costacurta (F. Galli), Maldini, Donadoni, Ancelotti, Rijkaard, Colombo, Gullit (Virdis), Van Basten. All.: Sacchi

Steaua Bucarest: Lung, Petrescu, Iovan, Bumbescu, Ungureanu, Lacatus, Stoica, Minea, Rotariu (Balint), Piturca, Hagi. All.: Iordanescu

 

4) 23 maggio 1990 – “Prater”, Vienna

Milan-Benfica 1-0

Marcatore: 67’ Rijkaard

Milan: G. Galli, Tassotti, Baresi, Costacurta, Maldini, Colombo (F. Galli), Ancelotti (Massaro), Rijkaard, Evani, Van Basten, Gullit. All.: Sacchi

Benfica: Silvino, Josè Carlos, Ricardo, Samuel, Aldair, Thern, Vitor Paneira (Vata), Pacheco (Brito), Hernani, Valdo, Magnusson. All.: Eriksson

 

5) 18 maggio 1994 – “Olimpico”, Atene

Milan-Barcellona 4-0 

Marcatori: 22’ e 45’ Massaro, 47’ Savicevic, 58’ Desailly

Milan: Rossi, Tassotti, Panucci, Galli, Maldini (Nava), Albertini, Donadoni, Desailly, Boban, Savicevic, Massaro. All.: Capello

Barcellona: Zubizarreta, Ferrer, Guardiola, Koeman, Nadal, Bakero, Sergi (Estebaranz), Stoichkov, Amor, Romario, Beguiristain (Eusebio). All.: Crujiff

 

6) 28 maggio 2003 – “Old Trafford”, Manchester

Milan-Juventus 3-2 d.c.r. (0-0)

Sequenza rigori: Trezeguet parato, Serginho gol, Birindelli gol, Seedorf parato, Zalayeta parato, Kaladze parato, Montero parato, Nesta gol, Del Piero gol, Shevchenko gol

Milan: Dida, Costacurta (Roque Junior), Nesta, Maldini, Kaladze, Gattuso, Pirlo (Serginho), Seedorf, Rui Costa (Ambrosini), Shevchenko, Inzaghi. All.: Ancelotti

Juventus: Buffon, Thuram, Ferrara, Tudor (Birindelli), Montero, Camoranesi (Conte), Tacchinardi, Davids (Zalayeta), Zambrotta, Trezeguet, Del Piero. All.: Lippi

 

7) 23 maggio 2007 – “Olimpico”, Atene

Milan-Liverpool 2-1

Marcatori: 45’ e 82’ Inzaghi, 89’ Kuyt

Milan: Dida, Oddo, Nesta, Maldini, Jankulovski (Kaladze), Gattuso, Pirlo, Ambrosini, Kakà, Seedorf (Favalli), Inzaghi (Gilardino). All.: Ancelotti

Liverpool: Reina, Finnan (Arbeloa), Carragher, Agger, Riise, Pennant, Mascherano (Crouch), Xabi Alonso, Zenden (Kewell), Gerrard, Kuyt. All.: Benitez

 

 

 

 

 

Tag
Andrea Troccoli

Andrea nasce a Foggia nel 1992, i suoi principali interessi sono sempre stati lo sport, la tecnologia e la finanza. Dopo aver conseguito la laurea in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Bologna, si è laureato in Organizzazione e Marketing per la Comunicazione d'Impresa presso la Sapienza, Roma. Da anni vive a Roma e, come addetto Marketing per Nextwin, può mettere in pratica le conoscenze acquisite e abbinarle alle sue passioni.

  • 1
Articolo precedente
Prossimo articolo

Potrebbe piacerti anche