Il più grande calciatore del mondo potrebbe entrare improvvisamente sul mercato e sconvolgere gli equilibri mondiali. Possibile? Leo Messi, considerato da molti il miglior calciatore del pianeta, per tutti gli altri è al massimo secondo, può davvero entrare nel mercato a fine stagione?

messi
messi

Una presenza come quella del numero 10 del Barcellona nel mercato andrebbe a sconvolgere tutti gli equilibri: le squadre più importanti del mondo fermerebbero ogni trattativa precedentemente programmata per capire se c’è uno spazio per inserire Leo nel proprio gruppo. Leo Messi non è soltanto uno dei più grandi giocatori della storia è anche una multinazionale capace di attrarre sponsor e grandi investimenti. Proprio come Cristiano Ronaldo che ha dimostrato di valere tutti i soldi che la Juventus ha investito su di lui: sia a livello calcistico sia a livello finanziario. Con il suo arrivo in bianconero, infatti Ronaldo ha fatto crescere a dismisura il fatturato juventino.

L’aria pesante di Barcellona

A Barcellona si respira un’aria molto pesante perché per la prima volta da quando Leo Messi indossa la maglia blaugrana, si teme che il fantasista possa lasciare i colori blaugrana. Messi durante tutta la carriera ha rifiutato gentilmente tutte le offerte che gli sono state fatte per rimanere, trattato come un Dio, a Barcellona.

Messi

Si dice che la sua riconoscenza al club catalano sia dovuta a molti anni fa, quando era ancora un ragazzino. Messi, secondo queste fonti, avrebbe avuto problemi di salute e il Barca, invece di liberarsene, gli sarebbe stato molto vicino e lo avrebbe sostenuto in maniera decisa. Leo non ha mai dimenticato questo gesto e ha mostrato fedeltà ai colori blaugrana, anno dopo anno. Il Barcellona, d’altro canto, non ha mai mancato di provvedere a fornirgli stipendi faraonici. Ma adesso nemmeno il ricordo di quell’antico gesto sembra placare la furia di Leo Messi e i tifosi blaugrana, per la prima volta, temono che il loro numero 10, a fine stagione, possa decidere di andarsene.

Cosa è successo a Leo?

Perché Messi è così arrabbiato? Senza dubbio alcune sconfitte patite dai catalani non hanno alzato l’umore del talento argentino: il Barcellona non sta vivendo un periodo di particolare brillantezza dal punto di vista dei risultati. Il vero motivo però del forte nervosismo di Messi è stata la cacciata dell’allenatore Ernesto Valverde. Il coach spagnolo infatti, dopo la sconfitta subita in semifinale di SuperCoppa di Spagna, è stato esonerato dal club. Questa mossa del club, eseguita il 13 Gennaio 2020, poche settimane or sono, non è piaciuta per nulla al grande campione argentino. Messi aveva un bel rapporto con l’allenatore spagnolo e forse il club non ha tenuto di conto del parere della sua stella prima di prendere una decisione in merito. Questa scelta è senza dubbio la causa principale del forte nervosismo di Messi ma a fare scattare la sua furia, tanto da fargli considerare possibili opzioni per il prossimo anno, è stato un altro gesto.

Il dirigente dalla bocca larga

Proprio in merito all’esonero di Valverde, uno dei massimi dirigenti del Barcellona ha fatto dichiarazioni che hanno fatto scattare l’ira funesta di uno dei più grandi giocatori di tutti i tempi. L’argomento Valverde è un argomento delicato per Messi e vedere il direttore sportivo Eric Abidal rilasciare dichiarazioni un poco incaute alla stampa, ha fatto scatenare un tornado. Il dirigente ha dichiarato durante un’intervista che il club ha scelto di esonerare Valverde perché molti giocatori erano insoddisfatti e non lavoravano un granché sotto la direzione del tecnico spagnolo. Queste dichiarazioni hanno fatto saltare sulla sedia la “pulce” che non ha tardato a rispondere tramite social:

“Sinceramente non mi piace fare queste cose ma credo che ognuno deve essere responsabile delle proprie mansioni e farsi carico delle proprie decisioni. I giocatori si prendono le responsabilità in campo e siamo i primi a riconoscere quando non facciamo bene. Anche i dirigenti devono prendersi le proprie responsabilità e farsi carico delle decisioni che prendono. Credo che quando si parla di giocatori, bisogna fare i nomi, perché così si infanga tutti e si alimentano cose che si dicono e non sono vere”.


Scarica l'app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.

invictus app store

invictus google play


 

L’incidente diplomatico si è presentato subito come gravissimo tant’è che il presidente del Barcellona, Josep Maria Bartomeu, che era in viaggio d’affari è rientrato subito alla base per mettere in sicurezza la situazione. Lo scontro tra la stella argentina e il direttore sportivo meritava tutta l’attenzione del caso. Proprio nei minuti in cui scriviamo questo articolo si alternano fonti che danno il licenziamento di Abidal a fonti che invece sostengono una conferma del dirigente da parte di Bartomeu.

Tutta l’Europa sta a guardare. Perché se le richieste di Leo non saranno soddisfatte, con il contratto in scadenza nel 2021, l’asso argentino potrebbe andarsene dal Barcellona a parametro zero. Il suo stipendio è esorbitante ma in Europa ci sono almeno 4/5 squadre che sarebbero disposte a fare follie pur di assicurarsi i servizi di uno dei più grandi calciatori di ogni tempo.

Segui la nostra Guida Scommesse per migliorare le tue capacità e scopri i nostri sistemi vincenti.

messi
messi