Il Maracanazo è senza dubbio uno degli eventi sportivi che hanno segnato la storia del 900 ed ovviamente del calcio. Esattamente 70 anni fa, precisamente alle 15:00 del 16 luglio 1950 allo stadio Maracanà, la nazionale di calcio del Brasile perdeva la sua finale contro quella dell’Uruguay, in una delle più grandi tragedie sportive del mondo.

maracanazo
maracanazo

Il prologo della finale al Maracanazo

Il Brasile è tra i favoriti per la vittoria del Mondiale fin dall’inizio del torneo, composto da due gironi, uno da tre ed uno da quattro, a causa delle esclusioni che hanno fatto sì che non si potessero costituire quattro gironi. Le prime di ogni gruppo, dopo la fase a gironi, si affrontano in un girone all’italiana ed alla fase finale del Mondiale arrivano Brasile, Spagna, Svezia e Uruguay.

maracanazo

I padroni di casa rispettano tutti i pronostici della vigilia ed infatti anche nella fase finale annientano gli avversari, come dimostra la vittoria per 7 a 1 contro la Svezia e quella per 6 a 1 contro la Spagna. Nel frattempo, invece, l’Uruguay vince solo a fatica contro la Svezia per 3 a 2 e pareggia con la Spagna per 2 a 2. Allora le vittorie valevano 2 punti, pertanto la classifica al momento dell’ultimo scontro decisivo presenta questa situazione: Brasile 4, Uruguay 3, Spagna 1, Svezia 0.  In questa situazione, dunque, le uniche due squadre che hanno ancora la possibilità di conquistare il Mondiale sono proprio Brasile ed Uruguay, con i padroni di casa che potrebbero anche accontentarsi di un pareggio per conquistare il primo titolo mondiale.

Il racconto della finale al Maracanà

Si arriva così alla finale dei Mondiali del 1950 in una situazione a dir poco euforica per la squadra di casa e tutti i suoi tifosi ovviamente. Il Brasile, infatti, è già con la coppa tra le mani nella sua testa, pronta a riempire anche l’Uruguay di diversi gol e festeggiare per giorni e giorni.

Si comincia con il Brasile che infatti domina il primo tempo, soprattutto imponendosi con il possesso palla e riesce anche a creare qualche buona occasione da gol, ma l’Uruguay si presenta con un’ottima organizzazione tattica grazie alla quale riesce a resistere a tutti gli assalti dei verdeoro. Si arriva così all’intervallo sullo 0-0. Il secondo tempo l’Uruguay sa benissimo che dovrà fare del suo meglio, oppure ciò che li aspetta sarà solamente il dominio del Brasile, già pronto ai festeggiamenti.


Scarica l'app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.

invictus app store

invictus google play


Dopo appena due minuti della ripresa, però, la Selecao va in vantaggio con un gol di Friaca. Al Maracanazo tutto è pronto per una festa incredibile, con lo stadio che sta letteralmente esplodendo ed i giocatori del Brasile che ormai volano sull’onda dell’entusiasmo, a tal punto da non vedere l’ora di portare la palla al centro del campo per poter fare altri gol all’Uruguay. Tuttavia qualcosa va storto, perché dopo circa 20 minuti arriva un cross in area che il talento uruguaiano Schiaffino spedisce direttamente sotto l’incrocio dei pali. Partita sull’1 a 1 con i tifosi brasiliani che abbassano la propria euforia, consapevoli però del fatto che sarà comunque un successo dato che pure un pareggio andrà benissimo per conquistare il titolo. Ad 11 minuti dalla ripresa, però, arriva l’inaspettato: con un contropiede fatale Ghiggia segna il vantaggio dell’Uruguay. Da qui alla fine della partita gli ospiti riescono a difendere la propria superiorità annullando anche le due occasioni ricreate dal Brasile. Dopo il fischio finale arriva l’atto conclusivo del Maracanazo: l’Uruguay è campione del mondo.

I numeri della tragedia del Maracanazo

La sconfitta nella finale che era valevole per la conquista del primo titolo mondiale sarà un vero e proprio dramma in tutto il Brasile, intriso di calcio fino al midollo e soprattutto già pronto a festeggiare. I vari racconti di allora riportano dieci infarti e persino due suicidi all’interno del Maracanazo. Nei giorni successivi, comunque, i numeri ufficiali parlano di 90 morti in tutto il Brasile, con 34 suicidi e 56 arresti cardiaci.

Segui la nostra Guida Scommesse per migliorare le tue capacità e scopri i nostri sistemi vincenti.

maracanazo
maracanazo