Mercoledì 24 Aprile, alle ore 21:00, si terrà la sfida tra Manchester United e Manchester City, valida per il 31esimo turno di campionato della Premier League. Un turno infrasettimanale a dir poco spettacolare, dal momento che il derby di Manchester è sempre una delle partite più attese del campionato inglese: il divertimento sarà assicurato. Andiamo a scoprire, dunque, il pronostico di Manchester United – Manchester City.

Manchester United – Manchester City, un derby per la gloria

United e City sono due compagini dalla storia profondamente diversa, e la situazione in campionato lo dimostra. Il Manchester United infatti, dopo decenni di vittorie e ottime partecipazioni alle Coppe Europee, sta vivendo una stagione a dir poco sottotono, di sicuro molto deludente. I Red Devils ricoprono attualmente la sesta posizione, a quota 64 punti (due punti in meno di Chelsea e Arsenal, a pari merito). Il cambio in panchina, ovvero il passaggio dall’istrionico Mourinho al grande ex Solskjær, ha dato i suoi frutti ma non è bastato a ribaltare le sorti di un’annata da dimenticare: ci sarà da sudare molto negli ultimi incontri per sperare in qualche punto in più. Viceversa il Manchester City è la seconda squadra al vertice dopo il Liverpool, che attualmente è primo a due punti di distanza. Per i Citizens, al contrario dei diretti rivali, si tratta di una stagione da incorniciare e che avrebbe potuto prendere dei risvolti ancora più positivi con la Champions League, competizione dalla quale il City è uscito a testa alta.

Manchester United – Manchester City, analisi prepartita e statistiche

Diamo anzitutto un’occhiata alle ultime prestazioni delle due squadre, che lasciano trasparire con totale chiarezza l’immagine di due squadre opposte sia sul piano dei risultati, sia della continuità stessa. Il Manchester United proviene da un periodo infelice: nelle ultime cinque partite segnaliamo 3 sconfitte (contro Arsenal, Wolverhampton ed Everton, la più grave in assoluto dato il risultato di 4-0) e due vittorie (contro Watford e West Ham). Al contrario il Manchester City ha ottenuto il jackpot: 5 vittorie nelle ultime 5 partite, l’ultima delle quali contro il Tottenham dopo una partita agguerrita. A dir la verità la striscia di vittorie dei Citizens è clamorosa e conta altre 5 vittorie nelle 5 partite ancora precedenti: Pep Guardiola a conti fatti vince ininterrottamente da 10 partite.

Insomma, due squadre che stanno correndo su binari diversi. In merito sono clamorosi i dati relativi ai gol fatti e gol subiti: 63/48 per i Red Devils, 87/22 per i Citizens. Il problema dunque non è solo in difesa, ma anche in attacco, e basta guardare la classifica marcatori per capire: il capocannoniere al momento è Agüero con 19 gol, ma scendendo in classifica troviamo al quinto posto Sterling con 17 gol. Il miglior marcatore per lo United è Pogba, centrocampista a quota 13 gol (di cui 7 su rigore), emblema di come la squadra faccia molta fatica ad arrivare a segnare con gli attaccanti.

In generale il Manchester United sembra avere grosse difficoltà ad amministrare il vantaggio, a differenza del City. Emerge chiaramente infatti dai minuti trascorsi con differenza reti +1, a favore quindi della squadra. Il City ha accumulato un totale di 1039 minuti in vantaggio di un gol, e ben 894 in vantaggio di più di un gol. Viceversa lo United conta solo 660 minuti in vantaggio di una rete e 437 in vantaggio di più di una rete.

Se dunque l’attacco sembra essere uno dei punti a favore dei Citizens, non dimentichiamo che lo è anche la difesa. Analizziamo i dati relativi alla fase difensiva: il dato che emerge chiaro da subito è il numero di spazzate dalla difesa, da sempre indice di grande passività e incapacità di ripartire costruendo in modo opportuno il gioco. Per lo United sono 21.4 spazzate di media a partita, mentre per il City soltanto 14.6. Ma potremmo continuare con i tiri concessi per match, 13.3 per lo United contro 6.2 per il City: il dato per i Red Devils cala a 11 per i match giocati in casa, ma è comunque molto più alto della statistica fuori casa del City (6.5).

Concludiamo con alcune piccole pillole sul modo di giocare delle due squadre: il City può vantare un possesso palla medio del 64%, dato schiacciante se confrontato con il 52% dei rivali, oltre ad un 89% di percentuale passaggi completati contro 81% dello United e una media di tiri per partita molto più alta: 18 per il City, 13 per lo United.

Manchester United – Manchester City, probabili formazioni

In casa United si segnalano le assenze di Valencia e Bailly, entrambi sicuramente assenti al match per infortunio, mentre resta in dubbio la presenza di Herrera.

Per quanto riguarda il City, la squadra dovrà fare a meno dell’indisponibile Bravo, mentre De Bruyne resta in dubbio.

MANCHESTER UNITED (4-3-1-2): De Gea; Young, Smalling, Lindelof, Shaw; Pogba, Matic, Fred; Lingard; Rashford, Lukaku.

MANCHESTER CITY (4-3-3): Ederson; Walker, Kompany (Stones), Laporte, Mendy (Zinchenko); De Bruyne, Gundogan, David Silva; Bernardo Silva, Agüero, Sterling.


Scarica l’app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.


Pronostico dell’esperto e consigli scommesse Manchester United – Manchester City

Il pronostico di Manchester United – Manchester City ci sembra nettamente in favore del Manchester City, o almeno sulla carta sembra così. Ricordiamo infatti che i derby rappresentano le partite meno prevedibili e più combattute di tutte, dunque potrebbe saltar fuori qualche risultato inaspettato. Attenzione però al City che, se vorrà restare al passo del Liverpool per vincere il campionato, dovrà giocare ai mille all’ora.

Dove vedere la diretta streaming di Manchester United – Manchester City

E’ possibile seguire Manchester United – Manchester City in diretta streaming su bet365, Snai, Sisal e Goldbet.

Segui la nostra Guida Scommesse per migliorare le tue capacità e scopri i nostri sistemi vincenti.