Anche i ricchi piangono, questo era il titolo di una famosa telenovela argentina e questo è il titolo che possiamo utilizzare anche per definire la situazione attuale del Manchester United.

manchester united
manchester united

I Red Devils sono infatti considerati una delle squadre di calcio più ricche del pianeta. Attualmente ricoprono la terza posizione dietro Real Madrid e Barcellona, ma fino all’anno 2017 ricoprivano la prima posizione in assoluto.

Il loro valore nel 2019 secondo la rivista Forbes, espresso in dollari, equivale a 3.808 milioni con un fatturato di 785 milioni annui. Purtroppo per loro però i numeri finanziari non sono tutto nella gestione di una squadra di calcio. Per i tifosi i numeri che contano sono quelli che si ottengono attraverso il gioco che si sviluppa nel rettangolo verde. Solo quei numeri contano veramente e ultimamente quei numeri per i diavoli rossi non brillano.

Infatti lo United non sta raggiungendo i risultati sperati sul campo e questo genera una certa tensione tra i tifosi. Le ultime due partite di Premier League ne sono una perfetta sintesi: una sconfitta netta per 2 a 0 contro il Liverpool e una sconfitta, più difficile da digerire, per 2 a 0 per mano del Burnley. Al momento il Manchester United non sarebbe nemmeno classificato in Champions League per la prossima stagione. Ricopre infatti il quinto posto in classifica a ben 33 punti di distanza dalla capolista Liverpool e a 6 punti dal quarto posto.

manchester united

Considerando che i punti guadagnati fin qui dallo United sono 34 è facile intuire che la situazione non è molto rosea per uno dei colossi del calcio mondiale. Anche nella scorsa stagione il Manchester United non è riuscito a qualificarsi per la Champions League e questi risultati non sono accettabili per una tifoseria che si era ben abituata negli scorsi anni. Non dimentichiamoci infatti che i tifosi dello United dal 2013 sono orfani di Sir Alex Ferguson, l’allenatore e dirigente che ha mantenuto le redini del team per ben 27 anni.

Con l’allenatore scozzese i Red Devils hanno vinto moltissimo: 13 campionati, 2 Champions League, una Coppa delle Coppe, una Supercoppa Uefa, una Coppa Intercontinentale, una Coppa del Mondo per club, 5 FA Cup, 4 League Cup, e ben 10 Community Shield. La frustrazione manifestata dai tifosi è probabilmente figlia di questo grande passato e del cambiamento dettato dai tempi a cui la squadra ancora non ha saputo reagire.

Ed Woodward è il capro espiatorio dei tifosi del Manchester United

I tifosi dei Red Devils, nella loro lunga presa di coscienza della fine dell’impero di Sir Alex Ferguson, hanno già trovato un capro espiatorio per tutti i problemi attuali della loro amata squadra: Ed Woodward, vicepresidente del club. In segno di protesta i tifosi hanno intonato canti poco edificanti nei confronti del dirigente durante le partite casalinghe e, sempre a scopo di protesta, l’Old Trafford, storico stadio dello United, con tutta probabilità sarà lasciato vuoto dalla tifoseria nella prossima partita casalinga di Premier.

Gli animi oramai sono caldissimi e pochi giorni fa si è verificato un fatto che ha dell’incredibile: un attacco criminale alla casa del vicepresidente Ed Woodward. Sempre più convinti che la radice di ogni male sia racchiusa nelle azioni del dirigente, i tifosi si sono dati appuntamento davanti a casa Woodward e hanno iniziato a cantare cori poco simpatici: “Ed Woodward is going to die”, ovvero: “Ed Woodward sta per morire”.

Il dirigente e la sua famiglia per fortuna non erano in casa al momento della protesta, anche perché il gruppo di persone a volto coperto non si è limitato a cantare cori poco onorevoli.

Ci sono stati lanci di fumogeni e di razzi e tante scritte, non certo di complimenti, sui cancelli della villa. Un vero e proprio attacco in stile rappresaglia a colui che viene indicato come il maggior responsabile delle ultime brutte stagioni del Manchester United.


Scarica l'app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.

invictus app store

invictus google play


Il gruppo di facinorosi a volto coperto, si è presentato come “Men in black” e hanno dichiarato attraverso il giornale inglese Sun:

“Woodward è un disastro come dirigente e se ne deve andare. Glielo dicono in tanti, ma lui non ci sente, forse perché guadagna 4 milioni di sterline all’anno. Quindi abbiamo deciso di andare a fargli visita e di dirglielo di persona. Non siamo riusciti a parlare con lui, ma speriamo che il messaggio sia stato ricevuto. Non ce ne staremo con le mani in mano mentre il nostro club viene mandato in malora”.

Il Club intanto ha fatto sapere che qualunque Men in Black che dovesse essere riconosciuto, attraverso i filmati delle telecamere e dei telefonini che hanno ripreso le loro azioni criminose, sarà immediatamente bannato a vita dall’Old Trafford.

La società ha tenuto a precisare, attraverso una dichiarazione ufficiale:

“Le critiche e le opinioni sono una cosa, gli atti criminali e l’intenzione di mettere in pericolo la vita di una persona un’altra. Semplicemente non ci sono scuse. Sappiamo che il mondo del calcio ci sosterrà mentre lavoreremo con la polizia per identificare gli autori di questo attacco ingiustificato”.

Segui la nostra Guida Scommesse per migliorare le tue capacità e scopri i nostri sistemi vincenti.

manchester united
manchester united