Torna l’Europa League, torneo diventato molto importante per le squadre italiane. La Roma di Fonseca sta vivendo un 2020 da incubo, ma spera di tornare a vincere in coppa contro il Gent. Antonio Conte e la sua Inter stanno ancora sbollendo la rabbia dopo la sconfitta contro la Lazio, e sperano di non avere troppe difficoltà contro il Ludogorets.

Fonseca
Fonseca

Le scelte di Paulo Fonseca e Antonio Conte

Dopo la due giorni di Champions, oggi torna l’Europa League con le nostre squadre protagoniste.
Partiamo dall’Inter di Conte impegnata in trasferta a Ludogorets alle 18.55. Il mister salentino, dopo la sconfitta contro la Lazio attua un ampio turnover mandando i campo i suoi con il classico 3-5-2. Padelli in porta, difesa a tre composta da D’Ambrosio, Ranocchia e Godin. Sulle fasce di centrocampo agiranno a destra Victor Moses, finora sempre subentrato a gara in corso, a sinistra il solito Biraghi. I due di centrocampo davanti alla difesa saranno Vecino e Borja Valero, mentre sulla trequarti ci sarà l’esordio dal primo minuto di Christian Eriksen. In attacco i soliti due Lautaro Martinez e Lukaku, con Sanchez pronto a subentrare a partita in corso.
Nella consueta conferenza stampa della vigilia il tecnico dell’Inter si è espresso così:

La squadra sta bene. Affronteremo la partita nella giusta maniera, ci saranno alcune rotazioni ma è inevitabile. Giocando cosi tanto in pochi giorni è giusto dare la possibilità anche agli altri di fare la loro parte. Manderò comunque in campo la miglior formazione possibile. Brozovic non ci sarà perché continua ad avere un problema alla caviglia e deve fare un programma specifico per arrivare al 100%. Skriniar è rimasto a casa perché ha saltato alcuni allenamenti per influenza, ma comunque non lo avrei fatto giocare lo stesso. Sto studiando di nuovo l’inglese perché voglio parlare il meglio possibile con Eriksen. Il suo inserimento è stato positivo, vedo troppa ansia da parte vostra, qua invece c’è molta serenità. Io ho parlato di crescita individuale, perché se questa ci sarà, per forza di cose crescerà anche il collettivo.

La sconfitta con la Lazio brucia e non lo nego, ma più che altro per il risultato, non per la prestazione che secondo me è stata ottima. Purtroppo abbiamo regalato due gol. Detto questo, si riparte con la giusta determinazione e convinzione. Stasera affrontiamo una squadra che ha qualità nei singoli calciatori e una buona fase offensiva. Dobbiamo avere grande rispetto,abbiamo lavorato sapendo quali sono i loro pregi e i loro difetti”

Conte Fonseca Inter Roma

Le scelte di Paulo Fonseca

La Roma che affronterà il Gent è in cerca di riscatto dopo le brutte figure in campionato. Fonseca manda in campo la sua Roma con il modulo 4-2-3-1. In porta toccherà ancora allo spagnolo Pau Lopez, la linea di difesa sarà composta da destra verso sinistra da Spinazzola, Mancini, Smalling e Kolarov, che non sta attraversando un buon momento che lo ha portato ad essere fortemente criticato dalla tifoseria giallorossa, che negli ultimi anni lo aveva invece eletto come uno dei giocatori simbolo della squadra.

A centrocampo toccherà ancora una volta a Cristante e Veretout, mentre ci sarà l’esordio dal primo minuto dello spagnolo Carles Perez, con Pellegrini e Kluivert sulla stessa linea. L’unica punta in attacco sarà ancora Edin Dzeko. In conferenza stampa il tecnico portoghese si è detto preoccupato per tutta la negatività che c’è attorno alla propria squadra.


Scarica l'app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.

invictus app store

invictus google play


Ecco le sue parole:

Sono preoccupato solo di vincere domani sera, è stata una bella settimana di lavoro con i miei giocatori, e questo posso garantirvelo, i calciatori sono tutti attaccati alla Roma e vogliono risollevarsi al più presto.
Adesso è facile inventare cose sullo spogliatoio, siamo uniti noi, la squadra e la società. Siamo qui per lavora onestamente e non abbiamo nulla da nascondere. Abbiamo sempre lavorato onestamente con la voglia di discutere e di confrontarsi onestamente, senza alcun tipo di problema. Non è giusto secondo me inventare queste cose. Qui a roma si crea una negatività che io onestamente non riesco a capire. Quando i risultati arrivavano tutti dicevano che eravamo una grande squadra e ora improvvisamente siamo diventati dei polli. Non riesco a capire sinceramente, ci vuole una via di mezzo.

Probabile che i miei giocatori sentono anche le pressioni che l’altra squadra della Capitale stia lassù e lotti per lo scudetto, a Roma succede anche questo. Tutti dicono che a Roma è difficile e che devi lavorare con molta pressione, ma io sono sicuro di vincere anche questa sfida. A me le pressioni piacciono, mi sfidano a dare di più e questo cerco di trasmetterlo anche a i miei giocatori. Dobbiamo dire che siamo stati anche abbastanza sfortunati con gli infortuni di Zaniolo,di Zappacosta, di Diawara e via dicendo, ma questo è ovvio che non deve diventare un alibi, anche se probabilmente con la rosa al completo potevamo essere in un’altra posizione di classifica, chi lo sa…
Se un allenatore non vuole avere pressioni non può allenare le grandi squadre,perché esiste in tutte le squadre e questo almeno per me non è un problema.

Stasera affrontiamo una squadra abituata a giocare in questa competizione , dobbiamo stare attenti perché difendono bene e hanno una buona fase offensiva, sfruttano molto il contropiede e le ripartenze. Hanno giocatori molto veloci, li abbiamo studiati. Sono convinto che faremo una grande prestazione di squadra e porteremo a casa il risultato per noi è per i tifosi”.

Segui la nostra Guida Scommesse per migliorare le tue capacità e scopri i nostri sistemi vincenti.

Fonseca
Fonseca