Denis Shapovalov ha concluso il suo cammino agli Internazionali d’Italia raggiungendo la semifinale, dove è stato sconfitto in tre set da Diego Schwartzman. L’argentino era riuscito a battere Rafa Nadal nei quarti di finale, e allo stesso modo ha superato il canadese in una lunga battaglia sul campo centrale di Roma. Dopo il match Shapovalov ha parlato dell’andamento della partita, facendo i complimenti al suo avversario per la prestazione, e dicendosi comunque soddisfatto del suo cammino.
Allo stesso modo ha parlato Casper Ruud, che dopo aver battuto Matteo Berrettini si è dovuto arrendere alla superiorità di Novak Djokovic, dandogli però molto filo da torcere.

Shapovalov
scommesse telegram

Le parole di Shapovalov

“La differenza l’hanno fatta uno o due punti. Ho giocato benissimo sebbene mi sia mancato il servizio in tanti frangenti, come quando sono stato sopra di un break per due volte nel terzo, quindi sono contento di essere quasi riuscito a vincere pur non sfruttando una delle mie armi migliori. Abbiamo giocato benissimo entrambi, e avremmo meritato di vincere entrambi, quindi non credo ci sia stata una chiave per la sua vittoria, giusto quel paio di punti che sono girati dalla sua parte, come dicevo. Lui è uno dei migliori sulla terra, quindi sono felice di essere riuscito a giocarmela in un match che si è deciso principalmente negli scambi da fondo. So che se Schwartzman dovesse vincere contro Djokovic, entrerei nella top 10. Onestamente, so che il mio momento arriverà, che sia oggi o più avanti. Credo che Dio abbia creato un percorso per me, e ovviamente oggi non era destino che vincessi. Ma continuerò a lavorare e a migliorare e, se anche non entrassi nella top 10 adesso, continuerò ad insistere fino a quando non ci riuscirò. Già solo avere questa possibilità a 21 anni mi rende felice e orgoglioso di quanto abbiamo fatto. Ho giocato moltissimo nelle ultime settimane, farò un lungo trattamento con il mio fisioterapista per recuperare dalla fatica. In realtà non so ancora cosa farò, potrei rimanere a Roma per un altro giorno o due per ricaricare le pile e poi volare direttamente a Parigi, deciderò come muovermi con il mio team, come sempre”


Scarica l'app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.

invictus app store

invictus google play


Le parole di Ruud dopo la sconfitta contro Novak Djokovic

“Penso di aver fatto un buon lavoro, ho cercato di non pensare al fatto che ci fosse il numero 1 del mondo dall’altra parte della rete, perché lo rispetto come rispetto tutti i grandi campioni, ma quando li affronto cerco di non farmi intrappolare da un eccesso di paure o, appunto, di rispetto. Questo mi avrebbe reso troppo passivo e non sarei riuscito a giocarmi le mie carte. Sono partito bene, ho giocato un primo set davvero buono e sono stato vicino a vincerlo quando ho avuto due set point. Lui però ha dimostrato la sua forza, perchè ha giocato bene tutti i punti importanti. Anche quando ho avuto palla break, lui ha sempre servito bene, ha chiuso il match con diversi ace, 11 se non sbaglio. Quei servizi nei momenti giusti mi hanno impedito di conquistare i punti più importanti. Credo che il suo valore risieda in questa qualità, anche perché è consapevole di essere molto più esperto di me”

Shapovalov

Le idee di Ruud sull’inasprimento del regolamento per le intemperanze in campo dei tennisti

Nelle ultime settimane si è discusso molto sulla possibilità di inasprire le multe per i giocatori che si rendono protagonisti di atteggiamenti antisportivi in campo. Questo discorso è tornato di moda dopo l’incredibile episodio con protagonista proprio Novak Djokovic allo US Open, nel match contro Carreno Busta. Anche nel match contro il norvegese, il numero 1 al mondo si è dimostrato molto nervoso, discutendo spesso con l’arbitro su alcune palle mal giudicate durante la partita. In tre occasioni Djokovic ha avuto da ridire e, per onestà di cronaca, c’è da dire che in tutti gli episodi dubbi il serbo avesse in realtà ragione, come abbiamo potuto vedere in televisione con l’occhio di falco (non disponibile però sui campi in terra battuta). Djokovic si è però preso un warning per verbal abuse. Durante l’intervista, anche Ruud ha detto la sua su questa possibilità.

“Alcuni giocatori, tra cui Novak Djokovic, mostrano tante emozioni durante la partita, ma fa parte del gioco, siamo tutti diversi. Non è di mia competenza commentare quello che fa in campo, a volte la frustrazione prende il sopravvento e va bene così. Per me non è un problema se alcuni giocatori mostrano le emozioni in modo più chiaro degli altri. Credo che sia giusto multare chi fa qualcosa di scandaloso, ma a parte questo non ho altro da aggiungere. Nole veniva da una settimana difficile allo US Open, tutti abbiamo visto cosa è successo. A New York è stato sfortunato, ci sta che qui fosse più nervoso del solito”

Segui la nostra Guida Scommesse per migliorare le tue capacità e scopri i nostri sistemi vincenti.

Shapovalov
Shapovalov