Finisce sullo 0-0 la prima partita della stagione di Roma e Verona. Nei giallorossi brillano Spinazzola e Pellegrini, mentre nella squadra di Ivan Juric sorprendono il classe 2000 Lovato e Di Marco, una freccia sulla corsia di destra.

Verona
scommesse telegram

Le pagelle dell’Hellas Verona

Marco SILVESTRI 6,5: Conferma quanto ha dimostrato nella passata stagione, almeno un paio di parate decisive per lui.

Mert CETIN 6,5: Uno degli ex di serata, ci mette cuore e testa per fermare le avanzate della Roma. Dimostra di poter avere un ruolo importante all’interno di questo Verona.

EMPEREUR 6: Gioca bene la prima parte di gara, ma dopo soli 20 minuti è costretto a lasciare il campo a causa di un problema fisico.

Dal 19′ Matteo Lovato 7: Entra subito al posto di Empereur, e dimostra di avere una gran classe. Il difensore classe 2000 gioca senza pensieri, aiutando i suoi compagni di reparto a chiudere qualsiasi occasione giallorossa. Potrebbe essere lui il “nuovo Kumbulla”?

Koray GÜNTER 6: Una partita senza infamia e senza lode per Gunter, che tuttavia si merita una sufficienza. Non compie interventi importanti ma non commette nemmeno errori gravi.

Dal 67′ Kevin Rüegg 6: Anche lui, nonostante l’età, gioca un’ottima partita, mettendo sotto pressione tutti gli attaccanti della Roma. Cala con il passare dei minuti.

Davide FARAONI 6: Come sempre, corre avanti e indietro per la fascia destra, senza stancarsi mai.

Verona Roma

Miguel VELOSO 6: gioca quasi da fermo, ma le geometrie che ha in testa giovano a tutta la squadra. Non particolarmente mobile in mezzo al campo, ma ogni volta che tocca il pallone crea geometrie e fa partire tutte le azioni del Verona.

Adrien TAMEZE 7: Solo Mirante gli nega la gioia del primo goal in Serie A, con una deviazione sulla traversa. Molto attivo in fase difensiva, si fa sentire anche in attacco.

Dal 67′ Antonin Barak 6: Buona partita per Barak, che potrebbe diventare un ottimo rinforzo per Ivan Juric.


Scarica l'app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.

invictus app store

invictus google play


Federico DIMARCO 7: Sulla fascia sinistra è una spina nel fianco per la Roma, macinando chilometri senza mai fermarsi. Sfortunatissimo all’82’ quando colpisce la traversa e il palo interno, con un tiro d’esterno degno dei migliori giocatori.

Andrea DANZI 6:  Molto bene nel primo tempo dove si fa vedere spesso in fase offensiva. Nella ripresa invece cala fisicamente ed è costretto a fermarsi per uno stiramento.

Lubomir TUPTA 5:  Il peggiore in campo per l’Hellas Verona. Dopo essere rientrato dal prestito in Polonia, Juric sceglie di schierarlo titolare, commettendo probabilmente l’unico errore della sua serata. Tupta però non è propositivo in fase offensiva, non aiuta i compagni nel pressing e spreca un’ottima chance nel primo tempo.

Dal 46′ Mattia Zaccagni 6: Quando entra il Verona torna ad essere insidioso e pericoloso.

Samuel DI CARMINE 6: Difficile la sua partita offensiva, con Juric che gli chiede di sacrificarsi per aiutare i suoi compagni nel pressing sui difensori romanisti. Ottima partita di sacrificio per Di Carmine.

Dal 79′ Ivan Ilic: sv.

Mister Ivan JURIC (squalificato, in panchina Matteo Paro) 6,5: Nella prima partita di campionato non poteva essere in campo, ma la sua personalità si è fatta sentire. Il suo Verona, nonostante le numerose assenze, è riuscita a mettere in difficoltà la più quotata Roma, sfiorando più volte la vittoria. Dopo l’ottimo campionato passato, anche quest’anno l’Hellas Verona potrebbe diventare una spina nel fianco per moltissime squadre.

Le pagelle della Roma

Antonio MIRANTE 6,5:  Nel primo tempo compie un intervento decisivo che manda sulla traversa un tiro di Tameze. Nel secondo tempo ha qualche indecisione in più, ma nel complesso si porta a casa una sufficienza piena.

Gianluca MANCINI 6,5: Molto bene in difesa, dove chiude qualsiasi occasione per Di Carmine senza andare mai in difficoltà.

Bryan CRISTANTE 6: Viene schierato in mezzo alla difesa e gioca una partita tutto sommato dignitosa. Qualche imprecisione, normale però in un ruolo non suo.

Roger IBAÑEZ 5,5: Il peggiore nella difesa della Roma, venendo superato troppo spesso dai giocatori del Verona.

Rick KARSDORP 6,5: Il terzino olandese sembrava ad un passo dall’addio, e invece ora sembra essersi preso il ruolo da titolare nella formazione di Paulo Fonseca. Sulla fascia destra spinge molto, sfiorando anche un goal. Esce solo per problemi fisici.

Dal 73′ Davide Santon 6: Partecipa allo sforzo offensivo nel finale di partita, ma non ha modo di essere decisivo.

Amadou DIAWARA 6: Ferma molti palloni in mezzo al campo, ma fa ancora troppa fatica in fase di impostazione.

Dall’89’ Gonzalo Villar: sv.

Jordan VERETOUT 6,5: Molto molto bene il centrocampista francese, che duetta perfettamente con Spinazzola sulla fascia sinistra. Veretout deve diventare un titolare per la Roma, la sua classe è troppo importante per Fonseca.

Leonardo SPINAZZOLA 7,5:  Sulla fascia sinistra fa quello che vuole. E’ lui il motore offensivo della Roma, e con i suoi dribbling mette sempre in difficoltà la difesa gialloblu. Se avesse avuto a disposizione un attaccante al centro dell’area avrebbe potuto servire diversi assist.

PEDRO 6: Le condizioni fisiche non sono delle migliori, ma il campione spagnolo ha dimostrato di poter avere un ruolo importante in questa squadra.

Verona Roma

Lorenzo PELLEGRINI 6,5: E’ lui a dover dirigere l’avanguardia romanista, sfruttando la sua classe per servire gli attaccanti. Non trova un assist vincente, ma la sua partita è comunque ottima.

Dal 79′ Justin Kluivert: sv.

Henrikh MKHITARYAN 5,5: Fatica molto, troppo, nel ruolo del falso nove. Quando ha la possibilità di giocare da trequartista è molto più pericoloso.

Mister Paulo FONSECA 6: Sicuramente la mancanza di Dzeko pesa. La Roma gioca tutto sommato una buona partita, ma i dubbi intorno ai capitolini rimangono. L’idea di gioco è ancora poco chiara, e nonostante la buona prestazione, non può essere dimenticata la sofferenza in alcune fasi della partita, contro un Verona privo di giocatori importantissimi.

Segui la nostra Guida Scommesse per migliorare le tue capacità e scopri i nostri sistemi vincenti.

Verona
Verona