Il Bayern Monaco trionfa per la sesta volta in Champions League grazie al goal di Coman che affonda il Paris Saint Germain. Tanti giocatori in mostra per i bavaresi, come Kimmich, Thiago Alcantara e i veterani Muller e Neuer. Nel Paris Saint Germain invece deludono proprio i giocatori più attesi: Neymar e Mbappé

Monaco
scommesse telegram

Le pagelle del Paris Saint germain

Keylor NAVAS 6 –Non ha colpe sul goal subito. Nel resto della partita non viene chiamato a parate impegnative, ma è sempre preciso nei suoi interventi.

Thilo KEHRER 5,5 – Flick sceglie di schierare Coman sulla fascia sinistra per metterlo in difficoltà, e il piano funziona. E’ lui che ha più difficoltà tra i difensori del PSG, e non riesce a contenere le avanzate dei francesi. Il piano di Flick funziona perfettamente ed è proprio Coman a sfruttare un buco difensivo per il goal della vittoria.

Thiago SILVA 6,5 – Ancora una prestazione sontuosa per il brasiliano. Gioca la sua ultima partita con il Paris Saint Germain da vero capitano. Ha il duro compito di marcare Lewandowski, ma riesce perfettamente nel suo obiettivo. Non riesce a coronare il sogno della Champions League, ma può chiudere la sua carriera parigina a testa altissima.

Presnel KIMPEMBE 6,5 –Anche lui molto bravo in fase difensiva, supporta perfettamente Thiago Silva nella copertura su Lewandowski.

Juan BERNAT 5,5 – Preferisce difendere che attaccare, ma è lui a commettere un errore sul goal di Coman. Forse la tensione di giocare contro la propria ex squadra gioca un brutto scherzo a Bernat, che non gioca la sua miglior partita. Dal 79’ Layvin KURZAWA – sv.

Ander HERRERA 7 – Gioca un primo tempo di altissimo livello, gestendo perfettamente la palla a centrocampo e servendo due assist a Di Maria e Mbappé che però non ne approfittano. Nella ripresa cala, ma la sua prestazione rimane positiva. Dal 72’ Julian DRAXLER 5 – Entra in campo per dare una scossa alla squadra, ma non tocca un pallone.

MARQUINHOS 6,5 – Ottima partita dell’ex romanista, che organizza tutte le azioni del PSG. Nel primo tempo è il migliore in campo, poi la stanchezza si fa sentire anche per lui. Ha un’occasione sotto porta che forse poteva essere sfruttata meglio.

Leandro PAREDES 6,5 – Anche lui molto bene a centrocampo. Partita senza giocate spettacolari, ma molto solida e ordinata nello smistare i palloni. Forse troppo nervoso, viene ammonito e poi sostituito da Tuchel. Dal 65’ Marco VERRATTI 6,5 –Ci teneva tantissimo, e alla fine riesce a giocare uno spezzone di partita. Entra quando il Bayern Monaco è già in vantaggio, e prova in tutti i modi a dare una mano alla sua squadra. Nel finale fa partire un contropiede pericoloso, ma il Paris Saint Germain non riesce ad approfittarne.

Angel DI MARIA 6,5 – Ha finalmente la possibilità di giocarsi una finale di Champions League, e la sua partita è comunque positiva. Nel primo tempo mette sempre in difficoltà il giovane Davies, ma non riesce a trovare la giocata finale per realizzare un goal. Dal 79’ CHOUPO-MOTING 5 – Gioca pochi minuti, ma questo non gli impedisce di prendersi un’insufficienza. Entra per cercare il goal del pareggio, ma sembra troppo pigro e non sfrutta bene le sue occasioni.

Kylian MBAPPE 4,5 – Era la stella più attesa di questa partita. Dopo aver vinto il Mondiale con la Francia nel 2018, aveva la possibilità di salire definitivamente alla ribalta conquistando la Champions League. La sua serata però è a dir poco negativa e, nonostante ci provi, i tanti errori sono fatali. Ha la palla per il vantaggio nel primo tempo e quella per il pareggio nel finale di partita, ma le spreca entrambe. Da un giocatore con la sua qualità ci si aspetta sempre di più.

Monaco

NEYMAR 6– Aspettava questo momento da cinque anni ma forse, anche per lui, l’emozione gioca brutti scherzi. Non gioca una brutta partita, ma da un giocatore con le qualità di Neymar ci si aspetta sempre qualcosa in più. Ci prova in tutti i modi, arriva addirittura ad andare a prendersi la palla nella propria area, ma non trova mai la giocata vincente.

All. Thomas TUCHEL 5 –Si dice spesso che nel calcio i migliori giocatori non debbano mai essere sostituiti, perché prima o poi troveranno una giocata vincente. Tuchel invece sceglie di chiamare in panchina Di Maria, che aveva sempre messo in difficoltà Davies, mentre Choupo-Moting non tocca un pallone, così come Draxler. Parlare dopo è sicuramente troppo facile, ma forse l’istinto del killer di Icardi avrebbe fatto comodo.

Le pagelle del Bayern Monaco

Manuel NEUER 7,5 –Dopo la vittoria della Champions nel 2013 e del Mondiale nell’anno successivo, sul portierone tedesco era piovute alcune critiche. A causa di alcuni infortuni aveva avuto qualche difficoltà, ma ora si è preso la sua rivincita. E’ semplicemente perfetto, le sue uscite in stile calcetto sono tanto spettacolari quanto efficaci. Merita di alzare al cielo la sua seconda Champions League.

Joshua KIMMICH 7,5 –Perfetto in difesa, decisivo nel goal della vittoria. Il suo cross per la testa di Coman è perfetto, se il Bayern Monaco ha dominato questa Champions League, il merito è anche suo.

Jerome BOATENG 6 – Gioca solo ventisei minuti prima di essere costretto ad uscire per infortunio.  Dal 26’ Niklas SULE 6,5 – Sfrutta il fisico per fermare le avanzate dei francesi. Non è molto elegante, ma i suoi interventi sono sempre precisi.

David ALABA 6 – Un po’ in difficoltà, rischia di regalare un goal al PSG, ma per sua fortuna Mbappé non sfrutta.

Alphonso DAVIES 6 – Come sempre prova a spingere in attacco, ma viene sempre messo in difficoltà da Di Maria. Rivedibile.

Thiago ALCANTARA 7 – Solito match prezioso di un giocatore che con le sue coperture ma soprattutto le sue letture sulle linee di passaggio, anche stasera, si dimostra fondamentale. Dall’86’ Corentin TOLISSO – sv.

Leon GORETZKA 7 –Ennesima prestazione poco spettacolare ma con tanta quantità. Fondamentale per la squadra di Flick.

Serge GNARBY 6 – Un po’ deludente la sua partita, specialmente dopo l’ottima semifinale con doppietta. Fa il suo, ma non riesce a trovare la giocata decisiva. Dal 68’ Philippe COUTINHO 6 – Nulla di particolarmente straordinario in un finale dove il Bayern deve più che altro chiudere gli spazi ed evitare di farsi prendere dentro.

Thomas MULLER 7,5 – Stasera mette da parte un po’ di qualità, ma la sua importanza al centro del campo è fondamentale. Nel goal vittoria di Coman c’è anche il suo zampino.

Kingsley COMAN 8 –Flick sceglie di schierare il francese al posto di Ivan Perisic, e non sbaglia. Coman è una continua spina nel fianco per la difesa del Paris Saint Germain, troppo spesso in difficoltà sulle sue avanzate. Dopo stagioni difficili a causa dei molti infortuni (a 24 anni rischiò di dover dire addio al calcio) si prende la sua rivincita e si regala la prima Champions League della carriera. Dal 68’ Ivan PERISIC 6,5 – Impatto generoso in un finale dove dà una bella mano anche ai compagni dietro.

Robert LEWANDOWSKI 7 –Avrebbe meritato di coronare la serata con un goal, ma è comunque importante per il Bayern Monaco. La giocata con il quale stampa la palla sul palo è pazzesca, e dimostra ancora una volta la qualità di un bomber da 55 goal in stagione. Un giocatore come lui meritava di alzare al cielo la Champions League, per la prima volta in carriera.

All. Hans-Dieter FLICK 9 –E’ lui l’uomo da mettere in copertina. Perché al di là dei giocatori in campo, Flick è riuscito a cambiare le sorti di questa squadra subentrando a stagione in corso. La scelta di inserire Coman risulta vincente, e permette ai bavaresi di vincere la Coppa dei Campioni per la sesta volta e di realizzare l’ennesimo triplete.

Segui la nostra Guida Scommesse per migliorare le tue capacità e scopri i nostri sistemi vincenti.

Monaco
Monaco