Anche l’ultima italiana è fuori dalla Champions League. Dopo il 4-1 dell’andata, la Lazio cade a Monaco per 2-1 con i goal del solito Robert Lewandowski e di Choupo-Moting nella ripresa. I biancocelesti escono comunque a testa alta dall’Allianz Arena, con Joaquin Correa che si mette ancora una volta in mostra e Marco Parolo che, a 36 anni, si toglie lo sfizio del goal in uno stadio leggendario. E’ Vedat Muriqi a “guadagnarsi” la palma di peggiore in campo, autore di un fallo molto ingenuo che regala il calcio di rigore ai bavaresi, in una partita comunque ben giocata dalla squadra di Simone Inzaghi.

Bayern Monaco
scommesse telegram

Le pagelle del Bayern Monaco

Alexander NUBEL 6 – E’ uno spettatore per quasi tutta la partita. Nel primo tempo è bravo sull’occasione di Milinkovic, mentre nel secondo chiude benissimo su Correa. Non ha nessuna colpa sul goal di Parolo.
Benjamin PAVARD 6 – Corre senza sosta e chiude qualsiasi spazio in difesa. Prova a farsi vedere in fase offensiva ma non risulta pericoloso.
Jerome BOATENG 6 – Partita tranquilla per lui, che chiude bene e non si fa mai superare.
dal 46′ Niklas SULE 6 – Si piazza al centro della difesa, fa valere il suo fisico e non va mai in sofferenza.
David ALABA 7- Perfetto in difesa per tutto il match, è decisivo anche in attacco, servendo un assist al bacio per Choupo-Moting.
Lucas HERNANDEZ 6 – Difficile il duello con Lazzari sulla fascia, nel complesso se la cava bene.
Leon GORETZKA 6,5 – Perfetto come sempre a centrocampo, è bravo a beffare Muriqi e a guadagnarsi il calcio di rigore.
dal 64′ Alphonso DAVIES 6 – Entra e gioca al piccolo trotto senza la sua consueta irruenza. La partita, del resto, non lo richiedeva.


Scarica l'app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.

invictus app store

invictus google play


Joshua KIMMICH 7 – Di un’intelligenza tattica incredibile. E’ ovunque e chiude bene qualsiasi spazio, non sbagliando nemmeno un passaggio.
dal 77′ Javi MARTINEZ 5,5 – Entra quando ormai la partita ha poco da dire: si perde la marcatura di Parolo nell’azione del gol della Lazio.
Leroy SANÉ 6,5 – Straripante sulla fascia. Con la numero 10 sulle spalle, gioca sulla destra e rientra spesso sul mancino per andare al tiro, ricordando ai tifosi bavaresi un certo Arjen Robben.
Thomas MULLER 6 – Cerca spazio centralmente e con i suoi movimenti crea spesso superiorità numerica sulla trequarti. Partita non memorabile la sua, ma tatticamente preziosa.
dal 71′ Jamal MUSIALA 6 – Entra e si piazza in mezzo al campo limitandosi all’ordinaria amministrazione.
Serge GNABRY 6 – Partenza soft, poi aumenta i giri del motore e quando si accentra semina il panico tra i difensori laziali. Reina gli nega il gol nei minuti finali.
Robert LEWANDOWSKI 7 – Perfetto sul rigore, dove Reina non può niente. Nel secondo tempo sfiora un goal con un gran tiro che si ferma sul palo. Decisivo come sempre.
dal 71′ Eric Maxim CHOUPO MOUTING 6,5 – Entra e dopo due minuti trova il goal.
All.: Hans-Dieter FLICK 7 – Nonostante il 4-1 dell’andata, il Bayern Monaco onora la partita contro una Lazio comunque pericolosa. Anche quest’anno, il Bayern Monaco sembra strafavorito per la vittoria della Champions League.

Le pagelle della Lazio 

Pepe REINA 6 – Nel primo tempo non è mai chiamato a grandi parate, ma sul rigore non può nulla. Nel secondo tempo invece è bravo in due occasioni, ma viene beffato da Choupo-Moting.
Adam MARUSIC 6 – Ci mette anima e cuore, e gioca in un ruolo non suo. Gioca una buona partita, non ha particolari colpe sui due goal.
Francesco ACERBI 5,5 – Buona partita per il numero 33 della Lazio, che però sbaglia in occasione del secondo goal dei tedeschi.
Stefan RADU 5,5 – Rimedia un giallo per una dura entrata su Lewandowski ma riesce a non farsi condizionare. Corresponsabile nel finale sul gol del 2-0 del Bayern Monaco.
Manuel LAZZARI 6 – Solita spina nel fianco sulla fascia destra, anche se punge meno del solito. Sfortunato nell’occasione dell’infortunio che lo costringe ad uscire.
dal 57′ Marco PAROLO 6,5 – Entra al posto di Lazzari giocando in un ruolo non suo e dopo pochi minuti è autore di un gran salvataggio su Lewandowski. A 36 anni trova il secondo goal in Champions League in uno stadio glorioso come l’Allianz Arena, aiutando la Lazio ad uscire a testa alta. Chapeau.
Bayern Monaco
Sergej MILINKOVIC-SAVIC 6 – Ha un’ottima occasione nel primo tempo ma non riesce a colpire bene. Nel resto del match aiuta la Lazio a centrocampo ma non riesce a brillare.
Gonzalo ESCALANTE 5,5 – Qualche pallone di troppo giocato con eccessiva fretta e scarsa precisione. In difficoltà quando si alza il ritmo.
dall’84’ Jean-Daniel AKPA AKPRO s.v. – Entra nel finale, non giudicabile.
Luis ALBERTO 5 – La verticalizzazione per Milinkovic-Savic nel primo tempo è la cosa migliore della sua partita, ma anche l’unica. Sovrastato in fisicità e rapidità.
Mohamed FARES 5,5 – Grande sacrificio in difesa, ma va spesso in difficoltà contro un incontenibile Sanè.
dal 46′ Senad LULIC 6 – Entra nel secondo tempo e aiuta in fase difensiva, anche se è in ritardo sul goal di Choupo-Moting.
Joaquin CORREA 6,5 – Male nel primo tempo, mentre nella ripresa sale di livello e mette in difficoltà la difesa del Bayern Monaco.
Vedat MURIQI 5 – Ingenuo sul fallo che porta al rigore per i bavaresi. In attacco non si vede mai.
dal 56′ Andreas PEREIRA 6 – Presenza quasi impalpabile. Quasi perché l’assist per il gol di Parolo lo firma lui.
All.: Simone INZAGHI 6 – Dopo il 4-1 dell’andata era difficile sperare in una rimonta, ma la sua Lazio può uscire comunque a testa alta da questa Champions League.

Segui la nostra Guida Scommesse per migliorare le tue capacità e scopri i nostri sistemi vincenti.

Bayern Monaco
Bayern Monaco