La Lazio dei record di Simone Inzaghi si prepara a sfidare l’Hellas Verona. I biancocelesti, in caso di vittoria, si proietterebbero al secondo posto in classifica, scavalcando l’Inter di Antonio Conte e portandosi così a soli due punti dalla Juventus. La Lazio deve però stare attenta al Verona, che sta vivendo una stagione ricca di successi, che si trova all’ottavo posto a due punti dal Milan, e sogna l’Europa League.

Lazio
Lazio

Le probabili formazioni di Lazio-Verona

Domani si affrontano alle ore 20.45, all’Olimpico di Roma, la Lazio e l’Hellas Verona.
La Lazio ha conquistato 29 punti in 11 gare casalinghe di questo campionato. È un record nella storia biancoceleste dopo altrettante partite in serie A. La Lazio è imbattuta da undici gare casalinghe contro il Verona, contro il quale ha conquistato nove vittorie e due pareggi. L’ultimo successo dei veneti a Roma risale alla stagione 1984/1985, quella del leggendario Scudetto di Bagnoli.

La Lazio scende in campo con il solito 3-5-2. Strakosha è intoccabile e domani toccherà quota 150 presenze con “l’aquila sul petto”, la difesa sarà composta da Radu, ovviamente Acerbi e sulla destra ci sarà Patric, che ha vinto il ballottaggio con Bastos, anche se l’angolano ha giocato una buona partita nell’ultima di campionato contro la SPAL.
A centrocampo il solito terzetto titolare composto da Lucas Leiva, Milinkovic, che è entrato in diffida dopo l’ultima ammonizione presa, e ovviamente il “mago” Luis Alberto. Marco Parolo insidia uno dei tre a centrocampo, ma è difficile che giochi. Ancora fuori Danilo Cataldi , che dovrebbe rientrare per la gara interna del sedici febbraio contro l’Inter. Sulla fascia destra, nonostante sia recuperato Marusic, giocherà ancora l’instancabile Manuel Lazzari, mentre sulla sinistra sarà ballotaggio Lulic-Jony, con il capitano leggermente favorito a partire dal primo minuto. In attacco ci sarà ancora la coppia composta da Felipe Caicedo e Ciro Immobile, sempre più capocannoniere con 25 gol, con Bobby Adekanye pronto a subentrare.

Lazio Immobile

La Lazio batte la Spal e vola al secondo posto

L’Hellas Verona si presenta a Roma forte dei suoi 30 punti in classifica. Juric sta valorizzando molto la squadra che la società gli ha messo a disposizione: basti pensare a Amraabat e Rahamni venduti per circa 15 milioni rispettivamente a Fiorentina e Napoli. Verona che scenderà in campo con Silvestri tra i pali, la difesa sarà composta da Rahamani, Kumbulla e Gunter. Il centrocampo sarà composto centralmente da Pessina e il metronomo Miguel Veloso, cervello di centrocampo della squadra di Juric. Sulle fasce ci saranno l’ex prodotto del vivaio biancoceleste e tifoso della Lazio Davide Faraoni e Lazovic. L’attacco sarà composto da Fabio Borini, Zaccagni e Verre. Squalificato Amraabat, dopo l’espulsione rimediata nella gara di san Siro contro il Milan,ancora indisponibili Salcedo, Danzi e Badu.

Le parole degli allenatori

Ci saranno circa 40 000 mila persone domani sera all’Olimpico per una gara che può rivelarsi cruciale per la squadra di Simone Inzaghi che in un sol colpo può balzare al secondo posto scavalcando l’Inter di un punto e allungando su Atalanta e Roma per la corsa Champions. Ecco le parole del tecnico laziale in conferenza stampa:

“Domani è una gara molto importante per noi, sarebbero tre punti fondamentali e molto pensanti per la classifica. Non penso che questa partita cambi gli equilibri stagionali, mancano ancora 17 partite. Vincendo diventeremmo secondi, ma giochiamo comunque con una squadra organizzata che sta facendo un grande campionato. Correa e Cataldi hanno dei problemini simili,probabilmente abbiamo affrettato troppo i loro rientri, dopo il verona valuterò inoltre le condizioni di Luiz Felipe. Uno dei segreti della mia squadra è il gruppo. Vedo Caicedo che segna, Immobile e Correa sono i primi ad essere contenti, e vale anche il contrario. Con il presidente Lotito abbiamo parlato di migliorare la rosa, c’è un grandissimo rapporto è dialogo da parte nostra,si parla della crescita esponenziale della squadra e dei singoli.


Scarica l'app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.

invictus app store

invictus google play


Il Verona è una sorpresa del campionato,hanno meritato tutti i punti. Sono una squadra fisica che corre e lotta,ma noi confidiamo nel nostro stadio e nel nostro pubblico che domenica ci ha trascinato a chiudere la partita subito. Sono contento per Adekanye che è un ragazzo giovane e ha molta voglia di apprendere. Viene dal settore giovanile, non ha mai giocato tra i professionisti, sa che ci deve aiutare lo stanno stimolando molto staff e compagni. Al suo gol tutti domenica lo hanno abbracciato. “

Ivan Juric ha invece voluto tenere alta l’attenzione dei suoi giocatori, che contro la Lazio dovranno fare una partita perfetta per portare a casa almeno un punto, che potrebbe essere fondamentale per la corsa all’Europa League.

“Andiamo a roma consapevoli della nostra forza di squadra. Non firmo per il pareggio,proveremo a vincerla anche se la lazio è una seria candidata allo scudetto noi conosciamo i nostri punti di forza e proveremo a sfruttare i loro punti deboli. Ci sarà una bella atmosfera all’Olimpico e i miei giocatori saranno stimolati da questa sfida contro una grande squadra. Contro Inter e juve abbiamo perso 2a1 giocando delle grandi partite, magari contro la terza in classifica ci andrà meglio. Borini è pronto per giocare dall’inizio nel 3-4-3, al posto dello squalificato amhrabaat ci sarà quasi sicuramente pessina. In attacco ho un dubbio tra Verre e pazzini. Salcedo ha ancora qualche problemino alla coscia e non lo rischieremo, in modo da riaverlo in forma nella prossima giornata.”

Sicuramente domani c’è grande aspettativa su entrambe le squadre, che giocano un calcio spettacolare che sta stupendo gli addetti ai lavori.

Segui la nostra Guida Scommesse per migliorare le tue capacità e scopri i nostri sistemi vincenti.

Lazio
Lazio