Il blocco dei campionati calcistici di tutta Europa rischia di far svanire il sogno di due squadre: la Lazio e il Liverpool. I biancocelesti erano, per la prima volta da molti anni, in lotta per lo scudetto e se la Serie A dovesse essere definitivamente sospesa sarebbe una beffa incredibile, nonostante i giocatori abbiano già comunicato che rispetteranno qualsiasi decisione della Lega, mettendo davanti a tutto la salute pubblica. Il Liverpool invece, potrebbe vedere sfumare un sogno durato 30 anni. I Reds non vincono la Premier League dal 1990, e nonostante ben 25 punti di vantaggio sul Manchester City potrebbero non sollevare la coppa neanche quest’anno.

Lazio
Lazio

La Lazio di Inzaghi vede svanire un sogno

La Lazio di Simone Inzaghi è da molti anni tra le squadre migliori della Serie A. I biancocelesti hanno però faticato a fare il definitivo salto di qualità, mancando la qualificazione alla Champions League, spesso all’ultimo respiro, come nella partita decisiva contro l’Inter nella stagione 2016/2017. Quest’anno invece la squadra di Simone Inzaghi ha impressionato per qualità del gioco e rendimento, portando a casa la bellezza di 62 punti in 26 giornate di campionato, macinando record su record. Neanche la formazione del secondo scudetto guidata da Sven-Goran Eriksson, nel 1999/2000, era riuscita a mettere insieme così tanti punti, avendone conquistati 50 dopo le prime 26 partite. I biancocelesti sono riusciti a portare a casa una striscia di partite senza sconfitte a dir poco incredibile. La Lazio è riuscita infatti a portare a casa una striscia di 21 risultati utili consecutivi, nel quale va inserito l’incredibile risultato di 11 vittorie di fila. 12 se contiamo anche la Supercoppa italiana, dove i capitolini si sono imposti sulla Juventus per 3-1, portando a casa il primo trofeo stagionale. L’ultima sconfitta risale infatti al 25 settembre 2019, quando la Lazio venne superata dall’Inter per 1-0, nonostante il dominio (dal punto di vista del gioco) espresso dai giocatori di Inzaghi.
Da quel momento la Lazio non ha più perso (in campionato), e nessuno in Europa può vantare un record del genere in questa stagione. Nella classifica attuale, i biancocelesti occupano il secondo posto, ad un solo punto di distacco dalla Juventus.


Scarica l'app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.

invictus app store

invictus google play


Tutti i giocatori più importanti, ma anche quelli meno quotati, hanno fatto un enorme salto di qualità, rispetto ad alcune annate meno felici. Strakosha si è confermato un portiere affidabile, aiutato anche da una difesa accorta e sempre sul pezzo. Acerbi, il leader, è diventato un muro invalicabile, capace di bloccare qualsiasi avanzata offensiva e rendendo difficile a tutti trovare la via del goal, aiutato da una crescita enorme di Luiz Felipe, e dal ritrovato Stefan Radu. Il centrocampo è il pezzo forte della Lazio: Lucas Leiva è una certezza, Sergej Milinkovic-Savic ha giocato a livelli altissimi e Luis Alberto si è confermato un vero “mago”, così come lo hanno soprannominato i tifosi della Curva Nord. Ciro Immobile ha vissuto un anno magico, segnando ben 27 goal in 26 partite e, prima che tutto si fermasse, era alla ricerca del record di goal in un singolo campionato (36) realizzato da Gonzalo Higuain con la maglia del Napoli. Il bomber biancoceleste è, inoltre, primo nella classifica per la Scarpa d’oro, un traguardo incredibile e prestigioso, che ogni attaccante sogna.
Se tutto si dovesse fermare, per la Lazio sarebbe quindi una vera beffa. I giocatori, su tutti lo stesso Immobile, hanno parlato di quanto stia succedendo e, giustamente, sono pronti ad accettare qualsiasi decisione della Lega Calcio.
Lo spirito mostrato in questa stagione può comunque rassicurare tutti i tifosi: la Lazio è diventata una squadra competitiva, e anche il prossimo anno avrà molto da dire per la lotta scudetto.

Il Liverpool di Klopp e una beffa mai vista

Lazio Liverpool

Il Liverpool non vince la Premier League dal 1990

Il Liverpool è una delle squadre più forti e prestigiose nella storia del calcio inglese e non solo. Tra le squadre più titolate, è la squadra del Regno Unito ad aver vinto più volte (6 coppe alzate) la Champions League. Tra i tanti successi, i Reds possono vantare i 18 campionati inglesi vinti. L’ultima vittoria in campionato però, risale ad oltre 30 anni fa. La Premier League si chiamava ancora First Division, e il Liverpool di Ian Rush trionfò, arrivando al primo posto davanti all’Aston Villa, con un vantaggio rassicurante di nove punti. Dopo questo trionfo però, la squadra del Merseyside non riuscì a ripetersi. Negli anni i secondi sono stati molti, alcuni anche molto recenti, ma sul Liverpool sembrava esserci quasi una maledizione, e nonostante negli anni la maglia dei Reds sia stata vestita da giocatori fortissimi, la Premier League restava una chimera.

Quest’anno però, ecco la svolta. Arrivato nel 2015, Jurgen Klopp ha dato una svolta decisiva alla squadra, arrivando subito alla finale di Europa League persa, immeritatamente, contro il Siviglia. Dopo la finale di Champions League nel 2018, persa contro il Real Madrid, sembrava che la maledizione non volesse avere fine, ma l’arrivo in squadra di Alisson e Van Dijk ha cambiato le cose. Il Liverpool è riuscito a trionfare nella massima competizione europea, vincendo la finale tutta inglese contro il Tottenham. Mancava quindi un solo grande obiettivo: la Premier League. Quest’anno ecco che Klopp e i suoi giocatori sembravano aver rotto questa maledizione ultra trentennale. 18 successi consecutivi in Premier League, 26 successi in 28 partite, 82 punti in classifica a più 25 dal Manchester City di Pep Guardiola. Il titolo tanto sognato era ad un passo, ma il blocco totale delle competizioni calcistiche ha fermato tutto. La vittoria matematica del campionato era ad un passo, ma il Liverpool non l’ha ancora raggiunta. Se la Premier League non dovesse riprendere, i Reds rischierebbero di vedere il titolo non assegnato, nonostante il vantaggio sia ormai incolmabile. La certezza matematica però, è fondamentale per assegnare un trofeo in occasioni come queste, e il Liverpool rischia di essere beffato nel più clamoroso dei modi.

Segui la nostra Guida Scommesse per migliorare le tue capacità e scopri i nostri sistemi vincenti.

Lazio
Lazio