Dopo la brutta prestazione nel derby, pareggiato contro la Roma, la Lazio torna a vincere, e lo fa in grande stile. Con le doppiette di Ciro Immobile e di Felipe Caicedo, e il goal finale di Bobby Adekanye, la squadra di Inzaghi annienta 5-1 la Spal di Semplici, che ora rischia l’esonero.
La Lazio vola così al secondo posto, a più uno dall’Inter che staserà sfiderà l’Udinese. I biancocelesti hanno però ancora una gara da recuperare, mercoledì sera contro l’Hellas Verona, che potrebbe assicurare ai capitolini il secondo posto.

Lazio
scommesse telegram

Una Lazio da sogno travolge la Spal e vola al secondo posto

Lazio Immobile

Caicedo e Immobile festeggiano il terzo goal biancoceleste

Una Lazio spettacolare travolge la squadra di Semplici e, in attesa del posticipo di stasera tra Udinese e Inter, si porta a meno due dal primo posto in classifica. Dopo la brutta prestazione nel derby contro la Roma, la Lazio di Simone Inzaghi torna a giocare il calcio spettacolare che ha contraddistinto la sua stagione, fatto di azioni spettacolari e goal a palate. La Spal invece, appare sin da subito in grande difficoltà  viene travolta senza problemi dai biancocelesti, perdendo punti importanti per la lotta per non retrocedere.

La partita cambia già al terzo minuto con un calcio d’angolo battuto sotto la tribuna Tevere da Luis Alberto, con la palla che viene spizzata dal capitano Senad Lulic, oggi 350 presenze con la maglia della Lazio, e arriva come un falco Ciro Immobile per il gol del vantaggio biancoceleste. La Lazio domina la partita, con la Spal che fa troppa fatica a iniziare la manovra e non riesce ad essere pericolosa. Al nono minuto ecco però l’occasione per gli spallini. Floccari, uno dei tanti ex di giornata, raccoglie un cross in area e di testa beffa Strakosha. L’arbitro Giua fischia però un fallo, per una spinta su Ciro Immobile.

Sul cambio di fronte, Luis Alberto prende palla a metà campo e serve in profondità Manuel Lazzari. Il numero 29 della Lazio è imprendibile, e incrocia la palla, che però colpisce il palo. La palla torna quindi al centro dell’area, dove Felipe Caicedo beffa tutti e a porta vuota sigla il due a zero biancocelste. La Lazio sfiora di nuovo il goal con l’altro ex di giornata, Manuel Lazzari, che raccoglie una palla al centro dell’area di Ciro Immobile, ma vede il suo tiro bloccato da Berisha.

La Lazio gioca benissimo, con un Ciro Immobile scatenato, che mette in seria difficoltà la difesa della squadra di Semplici. Al ventinovesimo il numero 17 trova la doppietta con un vero capolavoro. Lazzari trova Immobile con un bel passaggio filtrante, con l’attaccante che arriva davanti a Berisha e prova a saltarlo. Il portiere della Spal riesce a non farsi sfuggire Immobile, portandolo fuori dall’area, vicino alla linea di fondo. A quel punto ecco la giocata fantastica dell’attaccante biancoceleste, che con uno splendido pallonetto supera Berisha e trova il 3-0. Immobile vola così in testa alla classifica marcatori della Serie A e del pallone d’oro, con 25 goal realizzati in 20 partite giocate. Non solo goal, ma anche assist. Immobile al trentottesimo minuto, duetta con Felipe Caicedo, per poi mettere una palla al centro per il numero 20 che con un bellissimo sinistro mette la palla all’incrocio e sigla il 4-0.

Nel secondo tempo la Lazio amministra la partita senza infierire sulla Spal, ma il goal del 5-0 arriva comunque. L’ennesima bella giocata di Lazzari, che servito in profondità da Milinkovic, mette la palla in mezzo per il neo entrato Adekanye, che non sbaglia e trova il primo goal in maglia biancoceleste. Arriva però anche il goal della bandiera per la Spal. Al 65′, Missiroli inizia un’azione personale, facendo slalom all’interno della difesa biancoceleste e con un destro all’angolino supera Strakosha. La partita finisce quindi 5-1, con un’Olimpico in festa e la Lazio che festeggia davanti ai suoi tifosi.


Scarica l'app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.

invictus app store

invictus google play


Nonostante le buone premesse di inizio stagione infatti, nessuno si sarebbe aspettato di vedere la Lazio così in alto in classifica, capace di lottare con le più forti. “Dobbiamo continuare a giocare partita per partita. Non dobbiamo metterci in testa troppe idee strane, vediamo a fine campionato. Se nelle ultime giornate saremo ancora lì in alto, chissà, è lecito sperare fino all’ultimo”. Con queste parole Ciro Immobile ha dichiarato quello che molti già pensano. Vedere la Lazio campione d’Italia sembra difficile, se non impossibile. Negare l’evidenza è però inutile. La squadra di Inzaghi si trova attualmente al secondo posto, in attesa della partita dell’Inter, ma mercoledì sera potrà finalmente recuperare la sfida contro l’Hellas Verona. In caso di vittoria, i biancocelesti salirebbero al secondo posto, superando definitivamente la squadra di Conte, con la Juventus di Sarri lontana solo due punti. L’ambiente laziale è entusiasta, come non lo si vedeva da moltissimi anni, e i tifosi sperano veramente di diventare il “nuovo Leicester”. Fondamentale sarà lo scontro diretto contro l’Inter allo Stadio Olimpico, che se dovesse venir vinto dalla Lazio, potrebbe dare una scossa a questo campionato, con la Juventus che ora teme i biancocelesti.

Segui la nostra Guida Scommesse per migliorare le tue capacità e scopri i nostri sistemi vincenti.

Lazio
Lazio