Venerdì 3 Maggio, alle ore 20:30, andrà in scena la partita tra Juventus e Torino, valida per il 35esimo turno del campionato di Serie A. All’Allianz Stadium ritorna il Derby della Mole, match tra i più importanti e attesi non solo dai tifosi delle due squadre torinesi, ma anche da tutti gli appassionati di calcio italiano in generale.

Juventus – Torino, un derby per l’Europa

Due squadre che si trovano in situazioni radicalmente differenti. In particolar modo il Torino, che ricopre attualmente la sesta posizione a quota 56 punti, pari merito con il Milan settimo per differenza reti e attualmente fuori dalla corsa alle coppe europee. I granata in tal senso, al termine di una stagione eccellente, si ritrovano a combattere per ottenere una posizione in Europa League, o meglio ancora in Champions League: l’Atalanta è quarta a quota 59 punti, e un passo falso potrebbe aiutare notevolmente la squadra di Mazzarri. La vittoria per 2-0 proprio sul Milan, diretta concorrente in questo finale di stagione scoppiettante, ha messo in luce tutti i punti di forza di una compagine solidissima, un gruppo che non sempre ha goduto della visibilità realmente meritata. Al contrario la Juventus ha già vinto lo Scudetto, concludendo l’ottava stagione di fila in cima al campionato italiano. I bianconeri sono più che sazi, e non hanno altre coppe per cui lottare: ciò nonostante, il Derby della Mole è un’occasione ghiotta per vincere contro i diretti rivali e imporsi nuovamente come la squadra più forte di Torino.

Juventus – Torino, analisi prepartita e statistiche

La sfida è tra due squadre che presentano rispettivamente la prima e la terza miglior difesa del campionato: la Juventus ha subito 24 gol, il Torino 29. La differenza sostanziale dunque sta chiaramente nel reparto offensivo, perché la corazzata bianconera ha messo a segno ben 68 gol (contro i 44 dei granata).

Il momento di forma delle due squadre è piuttosto buono, addirittura maggiormente positivo nel caso del Torino, che può vantare 3 vittorie e 2 pareggi nelle ultime 5 partite (3 vittorie, 1 pareggio e 1 sconfitta per la Juventus); di sicuro, per il Torino c’è maggior motivazione nello spogliatoio, perché l’obiettivo del raggiungimento di una Coppa Europea esiste ed è più vivo che mai.

Analizziamo dunque proprio la difesa, che sembra essere uno dei punti forti delle due squadre. Anzitutto il Torino si presenta come una squadra molto aggressiva, che gioca largo ed effettua un pressing più alto rispetto ai diretti rivali. Lo dimostrano il numero di falli commessi, 17 per partita nel caso del Torino e 12 per la Juventus. Ma potremmo parlare anche degli interventi difensivi, nettamente sbilanciati in “favore” del Torino, con la cifra di 20,7 per incontro (16,1 per la Juventus), così come del numero di cartellini, 82 gialli e 4 rossi per il Torino, 65 gialli e 3 rossi per la Juventus. Sono tutte cifre che di per sé potrebbero non suggerire molto, ma che sottintendono una maggiore aggressività dei granata: considerando il gioco attendista e calcolatore della Juventus, potrebbe trattarsi di un’arma a doppio taglio e quindi a sfavore del Torino.

Al contrario il gioco offensivo pende totalmente a favore della Juventus, che d’altronde può vantare una rosa di caratura non solo europea, ma anche internazionale. 54% di duelli aerei vinti contro 48% del Torino, 55% di possesso palla medio contro 50%, e soprattutto 86% di passaggi completati contro 76%: è chiaro che la Juventus sia molto più attrezzata e complessivamente efficace in attacco.

Le due punte di diamante delle squadre rivali, ovvero Cristiano Ronaldo e Andrea Belotti, si prenderanno la scena di questi reparti offensivi. In particolare per CR7 resta un eventuale obiettivo/record da raggiungere, ossia il titolo di capocannoniere del campionato: si trova a 20 gol e, nonostante il suo dato di expected goals (xG) sia in aumento (22.32, +2,32), dopo l’ottima prestazione contro l’Inter potrebbe ripetersi anche davanti al pubblico di casa. Dall’altra parte Belotti, decimo in classifica marcatori a quota 13 reti, possiede un dato xG pari a 14.22: anch’esso in aumento, ma comunque positivo se si considera che l’attaccante è andato a segno anche contro il Milan.

Juventus – Torino, probabili formazioni

In casa Juventus restano out gli infortunati più gravi, che salteranno tutto il finale di stagione: stiamo parlando di Mandzukic, Khedira e Perin, così come Douglas Costa e Dybala, che però potrebbero tornare già contro la Roma. Resta in forte dubbio Alex Sandro, motivo per cui probabilmente lo sostituirà Spinazzola; torneranno anche Caceres e Bentancur.

Per quanto riguarda il Torino, Mazzarri dovrà fare a meno soltanto di Djidji: l’organico titolare resterà lo stesso dei match precedenti.

JUVENTUS (4-3-3): Szczesny; Cancelo, Bonucci, Chiellini, Spinazzola; Emre Can, Pjanic, Matuidi; Cuadrado, Ronaldo, Bernardeschi (Kean).

TORINO (3-5-2): Sirigu; Izzo, Nkolou, Moretti; De Silvestri, Lukic, Rincon, Meité, Ansaldi; Berenguer, Belotti.


Scarica l’app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.


Pronostico dell’esperto e consigli scommesse Juventus – Torino

Ogni Derby vive di momenti e di giocate singole, trattandosi di partite indecise e vissute con grande tensione da entrambe le squadre. In questo caso però la Juventus ci sembra la favorita, anche se comunque il match potrebbe non finire con risultati clamorosi o grandi differenze di reti. Anche il pareggio potrebbe essere un pronostico concreto: la Juventus di certo non vorrà perdere l’incontro, mentre il Torino farà di tutto per segnare almeno un gol, nel tentativo di portare a casa almeno un punto, importantissimo nella corsa all’Europa League/Champions League.

Dove vedere la diretta streaming di Juventus – Torino

Sarà possibile seguire Juventus – Torino in diretta streaming nei bookmaker Snai, Better, bet365 e Goldbet.

Segui la nostra Guida Scommesse per migliorare le tue capacità e scopri i nostri sistemi vincenti.