Il capitano della Lazio, Senad Lulic, sta cercando di recuperare in fretta dall’infortunio alla caviglia sinistra, che lo ha costretto a rimanere fuori dai campi da inizio febbraio. Il numero 19 è volato all’estero per sottoporsi ad un intervento, ma il suo rientro non sembra così vicino come si poteva pensare.

Lulic
Lulic

Lulic vuole tornare in campo, ma il recupero è più lungo del previsto

Senad Lulic ha lasciato Roma da alcuni giorni. Si sa che sia partito, ma nessuno sa bene dove sia andato. Non è scappato, ovviamente, ma si è recato all’estero per recuperare il prima possibile dall’infortunio alla caviglia sinistra, che lo sta costringendo a rimanere fuori dal campo dalla sfida contro il Verona giocata il 5 febbraio.

Non si sa con certezza dove sia andato Lulic, se in Svizzera o in Germania, ma probabilmente si è sottoposto a delle visite fatte dal professore Muller-Wohlfahrt. Il professore tedesco è stato per anni il medico di fiducia di un grande ex laziale, Miroslav Klose, e conosce già da anni il bosniaco, avendolo aiutato in altre occasioni. Lulic si rivolse a lui nel gennaio 2015, dopo un infortunio rimediato al ginocchio sinistro. Ma questa è solo un’ipotesi, poiché l’unica cosa certa è che il giocatore sia fuori Roma. Succede spesso che i calciatori, in accordo con la società ovviamente, vadano all’estero per consultare i migliori medici al mondo, confrontando le diagnosi e adottare terapie aggiuntive.


Scarica l'app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.

invictus app store

invictus google play


Quel che importa ora è solamente risolvere il problema. Dal suo infortunio sono passate già due settimane, e Lulic non ha potuto allenarsi, neanche con esercizi diversificati dai compagni. Il bosniaco è infatti rimasto a casa, evitando anche di camminare per non rischiare il minimo danno aggiuntivo. Il periodo post-operatorio non è stato semplice, con il capitano della Lazio costretto all’inattività, cosa sempre complicata per un giocatore. Inzaghi ora dovrà continuare a lottare per lo scudetto senza uno dei suoi uomini più importanti. L’eroe del 26 maggio, quando segnò il goal vittoria nel derby contro la Roma in finale di Coppa Italia, è infatti diventato un vero e proprio simbolo per tutti i tifosi della Lazio,  che non perdono occasione per sommergerlo di applausi ad ogni partita.

Inzaghi studia le alternative e si prepara per Lazio-Bologna

Lulic Lazio Verona

Inzaghi studia le alternative per le fasce

La Lazio sta vivendo una stagione da sogno, e dopo la titubanza generale degli addetti ai lavori, si è confermata come una seria pretendente allo scudetto. Battendo l’Inter infatti, la squadra di Simone Inzaghi ha agguantato il secondo posto, e ora deve puntare tutto sulla partita contro il Bologna. I tre punti saranno fondamentali nella sfida di domani, considerando che Juventus ed Inter si sfideranno domenica sera, e una delle due (se non entrambe) perderanno punti importanti. L’assenza di Lulic costringe Inzaghi ad un cambio forzato. Nelle ultime due partita l’allenatore biancoceleste ha scelto di schierare Marusic a destra, al posto di Lazzari, con Jony a sinistra. I risultati sono stati ottimi per quanto riguarda il numero 77 Marusic, autore di una buona partita contro l’Inter e di un’ottima prestazione, con tanto di goal, nella partita al Ferraris contro il Genoa. Jony invece, nonostante due buone prestazioni, non ha convinto del tutto Inzaghi, che ora pensa ad un altro cambio. E’ infatti difficile lasciare fuori Manuel Lazzari, che sta giocando un campionato straordinario, aiutando la Lazio ad essere sempre pericolosa in fase offensiva. L’ex spallino è una vera e propria spina nel fianco per tutte le difese avversarie, e Inzaghi è pronto a farlo tornare titolare. L’idea sarebbe quindi quella di schierare Lazzari nella solita posizione a destra, spostando Marusic sulla fascia sinistra. Il montenegrino ha infatti già giocato sulla fascia opposta in alcune occasioni, dimostrando di poter giocare in entrambe le zone del campo senza troppi problemi.

Inzaghi può invece star tranquillo sulla situazione di Immobile, che dopo essersi fermato causa febbre è tornato normalmente ad allenarsi. Il bomber biancoceleste è fondamentale per la Lazio, e nonostante l’ottima stagione di Caicedo e Correa, è assolutamente insostituibile. Meno chiara è invece la situazione di Francesco Acerbi.
Il centrale di difesa si è fermato nel corso del riscaldamento della sfida contro il Genoa, lasciando il posto a Denis Vavro. Sembra che la lesione alla coscia destra non ci sia, ma i medici e lo staff della società gli hanno consigliato il riposo, per avere più opportunità di recupero in vista della super sfida contro l’Atalanta. Acerbi sembra che voglia comunque provare ad allenarsi nel pomeriggio, ma scendere in campo significherebbe rischiare di acuire il problema alla gamba, e Inzaghi preferirebbe evitare, ovviamente.

A prescindere da infortuni e indisponibili, è certo che la Lazio sia pronta a sfidare il Bologna, in uno Stadio Olimpico gremito, con tutti i tifosi pronti ad accogliere l’ex di turno: Sinisa Mihajlovic. Il serbo ha scritto pagine importanti nella storia biancoceleste, e i tifosi ovviamente non lo hanno mai dimenticato. La notizia della malattia di Mihajlovic ha incrementato ancor di più l’affetto della Curva Nord per l’ex giocatore, e sembra che prima della partita sia pronta una coreografia proprio in suo onore.

Segui la nostra Guida Scommesse per migliorare le tue capacità e scopri i nostri sistemi vincenti.

Lulic
Lulic