Le milanesi pensano al calciomercato. L’Inter pensa a Rodrigo De Paul per rinforzare il centrocampo. L’argentino vuole lasciare l’Udinese a fine stagione e i nerazzurri sono pronti ad approfittarne, ma attenzione alla concorrenza del Milan. I rossoneri pensano da tempo a De Paul, ma intanto devono fare i conti con la rivoluzione di Ivan Gazidis.

Inter
Inter

L’Inter pensa a Rodrigo De Paul

Dopo i colpi Barella, Sensi e Eriksen nelle ultime due sessioni di mercato, l’ inter vorrebbe ancora puntellare la mediana cercando altri rinforzi che possano fare al caso dei nerazzurri. Secondo le indiscrezioni trapelare nelle scorse settimane in casa nerazzurra è tornato di moda Rodrigo De Paul, il numero dieci dell’ Udinese del patron Pozzo. L’ argentino in queste ultime settimane era riuscito a prendere in mano i friulani dopo un periodo difficile.
Sul talento argentino ex Valencia, che piace e non poco anche e soprattutto per la sua duttilità tattica e che sembra inevitabilmente destinato a fare il salto di qualità questa estate, ci sono tantissimi club italiani, tra cui il Milan ptima del caos societario, o la stessa Fiorentina, che è un vero e proprio pupillo del patron Rocco Conmisso. Ma ci sono anche tantissimi club stranieri, tra cui il Tottenham e l’Atletico Madrid, ma con un assegno di 35-40 milioni di euro Marotta potrebbe avere la meglio e portare a casa un altro rinforzo per la mediana di Antonio Conte.


Scarica l'app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.

invictus app store

invictus google play


Per Sandro Tonali, tra pochi mesi sarà il momento di prendere una decisione che sarà la più importante nella sua carriera e forse anche nella sua vita. Il centrocampista del Brescia fa gola a tanti in Italia, ma ha anche grandi estimatori in tutta Europa, e quindi dovrà decidere se continuare il suo percorso di crescita in Italia o magari fare il salto di qualità in un altro paese. In europa va registrato il grande interesse del Manchester City, su precisa indicazione di Pep Guardiola, ma soprattutto del Paris Saint Germain. Proprio il club transalpino sembra infatti pronto a un altro scherzetto alle italiane, in stile Marco Verratti, quanto il talento allora in forza al Pescara andò a Parigi per soli 12 milioni di euro, diventando uno dei centrocampisti più forti e più completi di tutta Europa, e diventando fino a tutt’ ora, una colonna portante del club di Parigi. In Italia il giovane centrocampista delle Rondinelle è conteso da Inter e Juve, in questo momento un vero e proprio derby di mercato tra le due società. La Juventus ha cominciato già da tempo a guardarsi intorno per plasmare la rosa della stagione 2020/2021. Tra i grandi obbiettivi di mercato internazionali come Harry Kane e Paul Pogba, trova ampio spazio anche il made in Italy. La suggestione più importante è proprio legata al solito Sandro Tonali. Il giovane regista arretrato del Brescia è già riuscito a strappare applausi alla sua prima stagione nella massima serie italiana ed è pronto quindi a scatenare un altro derby d’ Italia in estate sul mercato, dopo quello vinto sul campo dalla Juventus all’ allianz stadium. Sul talento classe 2000, infatti è forte anche la concorrenza dell’ inter di Antonio Conte, che già sogna un centrocampo tutto italiano vicino a Sensi e Barella.

Il Milan prepara la rivoluzione di Ivan Gazidis

Milan Inter

Il Milan prepara la rivoluzione con Gazidis

In attesa che si possa tornare a parlare di calcio giocato con un minimo di serenità, in casa Milan si cominciano a predisporre i piani per quella che sarà l’ ennesima rivoluzione societaria in questi ultimi anni. Al di là di chi arriverà e chi no e delle scelte che verranno intraprese per il futuro del club rossonero è tempo di pensare agli addii, che seguiranno quello già ufficiale di Boban, i prossimi indiziati a lasciare Milanello pare sono facilmente identificabili. Partendo dalla rosa dei calciatori il primo nome è proprio quello più importante e si tratta di Zlatan Ibrahimovic. Come è noto i cambiamenti saranno rivolti allo svecchiamento della rosa e alla prospettiva di accrescere il valore del giocatori anno dopo anno, profili non aderenti alla carta d’ identità dello svedese, ma anche al suo lauto ingaggio percepito, che peraltro sembra poco convinto della bontà del progetto tecnico dei rossoneri, proprio come il suo manager Mino Raiola. Difficile, se non impossibile, ipotizzate un Milan del futuro con Paolo Maldini nel ruolo di dirigente, soprattutto se dovesse davvero materializzarsi l’ arrivo di quel Rangnick, che proprio l’ ex capitano aveva definito come un profilo “non da Milan” . Il presumibile arrivo del tedesco in quel di Milanello andrebbe a completare il trittico degli addii completato proprio dall’ attuale tecnico Stefano Pioli, sebbene ci sarebbe da dire che l’ ex tecnico della Lazio sia evidentemente vittima di una gestione che è stata a dir poco discutibile decisa da Ivan Gazidis, e infatti il tecnico parmigiano è praticamente esente da colpe per la delicata e controversa stagione che stanno vivendo i rossoneri. Intanto, Ivan Gazidis, tramite i social, ha voluto fare un saluto a tutti i dipendenti del Milan, facendogli coraggio e dicendo che si vedranno tra poco in campo. Ed è questo quello che spera tutta l’ Italia intera.

Segui la nostra Guida Scommesse per migliorare le tue capacità e scopri i nostri sistemi vincenti.

Inter
Inter