fbpx

Scrivi quello che vuoi cercare

Cos’è l’handicap asiatico? I migliori consigli per giocarlo

L’handicap asiatico è un’opzione di scommessa calcistica relativamente nuova nel mercato italiano delle scommesse. Il termine fu coniato nel 1990 da un giornalista britannico che si occupava di redigere articoli sull’andamento dell’economia legata al betting per il British Press.

Come funziona l’handicap asiatico

L’handicap asiatico, come qualunque scommessa legata all’handicap, è un tipo di giocata che cerca di bilanciare le abilità tecniche delle due squadre, chiaramente non equilibrate. In tutte le scommesse con handicap si punta sugli incontri che si andranno a disputare tra una squadra sfavorita, a cui viene dato un vantaggio iniziale, ed una squadra favorita a cui viene affidata una quota molto bassa in qualunque altro tipo di scommessa impedendoti di generare profitti alti.

Se dovessimo rispondere in maniera semplice alla domanda “cos’è l’handicap asiatico?”, possiamo affermare che consiste nell’attribuzione di uno svantaggio ad una squadra con prestazioni tecniche più elevate, al fine di ottenere una quota più alta e più allettante per lo scommettitore. La scommessa consiste nel pronosticare quale sarà il risultato di una partita tenendo conto però dell’handicap fissato dai bookmakers, ossia il vantaggio pari a uno o più gol alla squadra sfavorita per la vittoria. Nelle scommesse con handicap la squadra favorita subisce un numero di goal pari al vantaggio che si vuole dare alla squadra sfavorita e allo scommettitore verrà chiesto di selezionare il team che prevarrà sull’handicap nel momento in cui piazzerà la sua scommessa.

Se decidi di attribuire handicap -1, bisognerà togliere un gol alla squadra ritenuta favorita. Con handicap -2, si sottraggono due gol alla squadra ritenuta favorita e via dicendo.

Prendiamo ad esempio la partita Juventus-Carpi:

anche al più inesperto degli scommettitori risulterà evidente il divario tecnico esistente tra le due squadre – dettato dalla differenza di strutture nelle quali i due team si allenano, dalle prestazioni e dalla forma fisica – figuriamoci quanto chiaro sia ai bookmakers, che al segno 1 (ossia alla vittoria generica della Juventus) orientativamente potrebbero attribuire una quota di 1.15, non particolarmente interessante in termini di vincita potenziale.

Giocare le schedine puntando sugli esiti caratterizzati da quote basse teoricamente può sembrare “sicuro”, ma questo aggettivo mal si amalgama al mondo delle scommesse sportive, dal momento che possono sempre entrare in gioco variabili imprevedibili.

Facciamo un esempio pratico per capire meglio:

Prevedendo un handicap -1, alla Juventus verrà praticamente tolto un gol e quindi:

giocando 1 con handicap, ad una quota orientativa di 1.60, per centrare il pronostico la Juventus dovrà vincere con almeno 2 gol di scarto, ad esempio 2-0, 3-1, 4-0 ecc.

giocando X con handicap, ad una quota orientativa di 3.50, per centrare il pronostico la Juventus dovrà vincere esattamente con 1 gol di scarto, ad esempio 2-1, 3-2 ecc.

giocando 2 con handicap, ad una quota orientativa di 5.00, per centrare il pronostico, il Carpi deve vincere o pareggiare, praticamente questa tipologia di giocata equivale a una doppia chance X2.

Prevedendo invece un handicap -2, alla Juventus verranno praticamente tolti due gol e quindi:

giocando 1 con handicap, ad una quota orientativa di 2.60, per centrare il pronostico la Juventus dovrà vincere con almeno 3 gol di scarto, ad esempio 3-0, 4-0, 4-1, ecc.

giocando X con handicap, ad una quota orientativa di 4.00, per centrare il pronostico la Juventus dovrà vincere esattamente con 2 gol di scarto, ad esempio 3-1, 4-2 ecc.

giocando 2 con handicap, ad una quota orientativa di 2.20, per centrare il pronostico, il Carpi deve vincere, pareggiare o addirittura perdere ma con un solo gol di scarto.

handicap asiatico

Prendiamo invece l’esempio del match Inter-Crotone:

Per vincere una scommessa giocando 1 con handicap Inter (-1), la squadra favorita – nel nostro caso l’Inter – dovrà battere il Crotone segnando almeno 2 reti.

Quindi se l’incontro terminerà 1-0, avrai vinto la scommessa, se invece terminerà 0-0, la tua puntata andrà persa.

Scommettendo X con handicap Inter (-1), vincerai la tua scommessa solo se la partita terminerà con 1 gol di scarto.

Mentre puntando 2 con handicap Inter (-1), solo un pareggio e una vittoria potrebbero permetterti di vincere la schedina.

Lo stesso vale per il pronostico 2 con handicap Crotone (+1).

L’handicap asiatico associato agli under/over invece funziona in maniera differente.

Ecco due esempi:

Over 1 – Vinceresti la schedina in caso di 2 o più gol fatti durante la partita da entrambe le squadre.

Under 1 – Per vincere la schedina, l’incontro deve terminare 0-0 e se il numero delle reti complessive è superiore a 2, perderai la tua scommessa.

Il vantaggio di utilizzare le scommesse con handicap asiatico è la possibilità di eliminare il pareggio tra i risultati possibili, opzione mal vista dagli scommettitori che preferiscono risultati ben definiti. Inoltre i bookmaker offrono la possibilità di essere rimborsati se, al momento della puntata, non sei sicuro di scommettere con handicap. Il compromesso con i bookmaker è semplice: se accetti il rimborso e vinci, vinci di meno ma se perdi, verresti rimborsato e minimizzeresti il rischio di perdere il tuo budget.

Siamo giunti alla parte che forse ti interessa di più: come capire quali sono le partite migliori su cui scommettere. Sul web è pieno di gente che offre i propri consigli, in maniera gratuita o a pagamento, su quali partite scommettere, tuttavia si tratta pur sempre di persone come te che si sono interessate al mondo del betting. Controllare ogni singolo evento giornaliero per capire qual è il migliore è un lavoro lungo, faticoso e noioso. Non disperarti, c’è un modo per eliminare tutto questo tempo perso: Invictus. Si tratta del primo algoritmo statistico sulle scommesse che ti permette di avere un flusso infinito di pronostici, sempre nuovo ad ogni accesso e consultabile da qualunque dispositivo, ti mostrerà in tempo reale cosa stanno scommettendo più di 100.000 tipster in ogni parte del mondo. Inoltre, gli indicatori di affidabilità ti guideranno nella scelta dei pronostici, fornendoti sempre tutte le informazioni sui top tipster e un servizio di consulenza real time calcolerà per te la probabilità di vittoria delle tue schedine. Provalo gratis!

Tag
Andrea Troccoli

Andrea nasce a Foggia nel 1992, i suoi principali interessi sono sempre stati lo sport, la tecnologia e la finanza. Dopo aver conseguito la laurea in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Bologna, si è laureato in Organizzazione e Marketing per la Comunicazione d'Impresa presso la Sapienza, Roma. Da anni vive a Roma e, come addetto Marketing per Nextwin, può mettere in pratica le conoscenze acquisite e abbinarle alle sue passioni.

  • 1

Potrebbe piacerti anche