Scrivi quello che vuoi cercare

Fiorentina – Milan: analisi tattica, statistiche e pronostico

Sabato 11 Maggio, alle ore 20.30, prenderà il via il match tra Fiorentina e Milan, valido per la 36° giornata del Campionato Italiano di Serie A. La partita si giocherà allo stadio Artemio Franchi di Firenze; all’andata la partita si è conclusa con la vittoria dei Viola per uno a zero, in virtù del goal siglato da Federico Chiesa.

Fiorentina – Milan, lo sgambetto dell’ex?

Entrambe le squadre arrivano a questa partita in condizione, sia fisica che psicologica, non ottimale: la Fiorentina infatti, dopo una serie di risultati negativi ed il successivo esonero di Pioli, non è riuscita ancora a convincere sul campo, gettando alle ortiche quanto di buono fatto durante la prima parte della stagione. I Viola non vincono ormai dal 17 Febbraio, quando si sono imposti 4-1 contro la SPAL: da quel momento la squadra da poco allenata da Vincenzo Montella, ha inanellato una lunga serie di pareggi e sconfitte, perdendo gli ultimi quattro match, compresa la sfida in semifinale di Coppa Italia con l’Atalanta. Al momento la Fiorentina si trova al 13° posto in classifica e la società è in piena contestazione da parte della tifoseria, che per l’ennesimo anno vede svanire l’opportunità di tornare tra le grandi del campionato, ottenendo anche un pass per l’Europa.

Neanche il bilancio degli ultimi risultati del Milan è positivi. I rossoneri, che fino a poche settimane fa, erano saldamente in quarta posizione, frutto di alcune prestazioni davvero convincenti, sono scivolati adesso al quinto posto, con diverse squadre col fiato sul collo. I dati parlano chiaro: quattro sconfitte, due pareggi e due vittorie nelle ultime giornate di campionato per la squadra di Rino Gattuso, che, perdendo 2-1 con il Bologna ha raddrizzato un po’ il trend negativo degli ultimi match.

Fiorentina – Milan, analisi prepartita e statistiche

Arrivati a sole tre partite dalla fine della stagione, conquistare i tre punti è una necessità per entrambe le squadre: la Fiorentina deve rialzarsi assolutamente e dimostrare ai suoi tifosi che l’arrivo di Montella abbia portato un cambiamento nella mentalità della squadra; il Milan, dal canto suo, è in piena lotta per un posto in Europa, soprattutto per quanto riguarda le qualificazioni di Champions League, e non può farsi sfuggire un’occasione così importante, alla luce di quanto dimostrato per buona parte del Campionato.

Aprile e Maggio sono stati davvero mesi da bollino rosso per entrambe le squadre. La Fiorentina ha collezionato ben 5 sconfitte, compresa la bruciante eliminazione in Coppa Italia, 2 pareggi e nessuna vittoria. Emblematici, nel cammino dei Gigliati dell’ultimo periodo, i risultati negativi contro Frosinone, Sassuolo ed Empoli, team sicuramente alla portata.

Anche la dirigenza Rossonera vorrebbe cancellare i risultati della squadra nell’ultimo mese: due pareggi ( con Udinese e Parma, non certo squadre di alta classifica ), due vittorie e tre sconfitte, che hanno portato all’eliminazione del Milan dalla Coppa Italia ed allo scivolone in classifica.

Sono gli attacchi quelli che stanno soffrendo maggiormente in questo momento: se è vero infatti che la Fiorentina ha segnato 47 goal in totale in Campionato, nelle ultime 6 partite i Viola hanno superato il portiere avversario soltanto 3 volte. Il trio offensivo di grande qualità, formato da Chiesa, Simeone e Muriel, ha portato un totale di 18 reti in totale, ma proprio in queste ultime partite è totalmente a secco, sancendo una sterilità d’attacco allarmante per la squadra.

Il Milan, con l’acquisto di Piątek, ha vissuto un periodo di grande prolificità nell’area avversaria e sembrava che l’anno d’oro del polacco dovesse non finire mai; ma la punta, rivelazione di inizio Campionato con la maglia del Genoa, ha segnato soltanto 3 goal nelle ultime 10 partite, peggiorando drasticamente la sua media e lasciando il Milan senza un vero goleador al centro di un attacco particolarmente sterile, a cui soltanto il reparto di centrocampo ( Suso 6 goal, Kessie 5 ) riesce a sopperire.

Proprio parlando di Suso, è interessante notare come l’esterno offensivo spagnolo è uno tra gli assistman più precisi della stagione, piazzandosi al secondo posto in classifica con ben 9 passaggi decisivi e per valutazione media (7.50 a partita). Oltre ad essere un rifinitore imprescindibile per la squadra di Gattuso, ben il 25% dei tiri totali dei Rossoneri proviene proprio dal piede sinistro di Suso, che, con la sua azione tipica ha spesso segnato calciando dalla fascia destra del campo.

Caratteristiche simili per Chiesa, che nella sua squadra è il calciatore che tira di più nello specchio della porta ( una media di 3,7 tiri a partita ), con una predilezione per i tiri dalla lunga distanza ( 1,8 ); con i suoi 6 goal è il secondo miglior realizzatore, dopo Benassi, ma è il giocatore più presente all’interno dell’area di rigore, tirando in media 1.9 volte.

Sfrutta queste statistiche su Invictus, un algoritmo dall’iscrizione gratuita che fornisce pronostici scientifici sicuri all’80%. Sulla piattaforma potrai trovare anche altre statistiche e troverai i migliori pronostici di oltre 100.000 scommettitori di tutto il mondo. Provalo gratis.

Fiorentina – Milan, probabili formazioni

La Fiorentina dovrà fare a meno dello squalificato Veretout e non è da escludere la scelta di  un 3-4-3 offensivo. Gattuso dovrebbe scendere in campo invece con la formazione tipo, sostituendo lo squalificato Paquetà.

FIORENTINA (3-4-3): Lafont; Milenkovic, Pezzella, V.Hugo; Mirallas, Benassi, Fernandes, Biraghi; Chiesa, Muriel, Simeone.

MILAN (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Romagnoli, Musacchio, Rodriguez; Bakayoko, Kessié, Castillejo; Suso, Piątek, Çalhanoğlu.

Pronostico dell’esperto e consigli scommesse Fiorentina – Milan

Analizzando lo stato di forma, nettamente negativo, dei due club, non sembra esserci una squadra nettamente favorita sull’altra. Per la posizione in classifica e la posta in palio, sicuramente i Rossoneri hanno motivazioni in più per guadagnare tre punti all’Artemio Franchi e tenere viva la lotta per l’Europa che conta. La chiave della partita è in mano ai giocatori cardine dell’attacco, che possono davvero fare la differenza, a patto di sbloccarsi da un periodo incredibilmente sterile.

Dove vedere la diretta streaming di Fiorentina – Milan

Sarà possibile seguire in diretta streaming Fiorentina – Milan su DAZN, a partire dalle 20:30.

Tag
Andrea Troccoli

Andrea nasce a Foggia nel 1992, i suoi principali interessi sono sempre stati lo sport, la tecnologia e la finanza. Dopo aver conseguito la laurea in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Bologna, si è laureato in Organizzazione e Marketing per la Comunicazione d'Impresa presso la Sapienza, Roma. Da anni vive a Roma e, come addetto Marketing per Nextwin, può mettere in pratica le conoscenze acquisite e abbinarle alle sue passioni.

  • 1

Potrebbe piacerti anche