Il mercato piloti della Moto Gp continua a regalare sorprese. Alcune settimane fa la Ducati aveva ufficializzato la scelta di Jack Miller, che dalla KTM sarebbe così passato alla scuderia bolognese, al posto di uno tra Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci. Per molto tempo si è discusso su chi sarebbe stato costretto a lasciare la squadra, e alla fine la dirigenza della Ducati ha scelto di puntare ancora su Dovizioso, costringendo Petrucci a trovare un’altra squadra.

Petrucci
Petrucci

Danilo Petrucci firma con la KTM, ma correrà nel team satellite Red Bull KTM Tech 3

Petrucci

Petrucci a bordo della Ducati

Negli ultimi giorni l’accordo tra il pilota di Terni e la KTM sembrava cosa fatta, e oggi tutti attendevano solo l’annuncio ufficiale, che non ha tardato ad arrivare. C’è stato però un incredibile colpo di scena, dato che Petrucci non sarà impiegato nel team principale della scuderia austriaca, ma correrà con il team satellite della Red Bull KTM Tech 3 di Hervé Poncharal. Una notizia che ha lasciato tutti gli addetti ai lavori di stucco, data la grande esperienza del pilota italiano. Petrucci è infatti l’unico pilota della KTM ad aver vinto una gara in Moto Gp, e tutti si aspettavano che potesse prendere l’eredità di Pol Espargaro, sempre più vicino alla firma con Honda Repsol.
Nonostante le aspettative, la KTM ha invece annunciato la nuova squadra per il 2021, con Miguel Oliveira che prenderà il posto di Pol Espargaro nel team ufficiale, correndo al fianco del sudafricano Brad Binder, confermato dopo una buona stagione. Danilo Petrucci andrà invece nel team satellite, potendo contare quindi sulla Rc16 lasciata libera proprio da Oliveira, che aspettava da tempo una possibilità nel team principale. Il compagno di squadra del pilota italiano sarà quindi Iker Lecuona.


Scarica l'app di Invictus per restare sempre aggiornato su tutti i pronostici, i risultati e le trattative di migliaia di squadre, campionati e sport. Clicca su Apple Store se hai un iPad o un iPhone, oppure clicca su Google Play se hai un tablet o uno smartphone Android.

invictus app store

invictus google play


La scelta di mettere un pilota così esperto in un team satellite risulta poco comprensibile, nonostante sia vero che la KTM offrirà un pacchetto factory anche a Tech 3, come confermato per esempio dalla presenza di entrambi i team nei test di questa settimana a Misano.

Le parole di Pit Beirer, direttore di KTM Motorsport

“E’ un grande piacere avere quattro piloti così vogliosi nel nostro programma di Moto Gp. Brad e Miguel hanno sempre avuto una relazione produttiva, dimostrando di avere talento e di poter vincere gare nella loro scalata verso la Moto Gp. Lo stesso vale per Red Bull KTM Tech 3, dove siamo felici di dare il benvenuto in famiglia a Danilo Petrucci. La sua esperienza conta molto per noi, ma sappiamo di puntare anche su un pilota con il giusto atteggiamento, in pista e fuori. Da un lato, stiamo investendo in MotoGP su quelli che pensiamo possano essere i leader del futuro, ma che potrebbero facilmente diventare delle star già nel 2021 e sarebbe emozionante da vedere. Abbiamo due squadre, ma si tratta di un unico grande team con tutti e quattro i piloti sulle stesse moto e con le stesse possibilità”

Continuano le voci su Jorge Lorenzo in Ducati

Come abbiamo detto, la coppia Ducati per il 2021 dovrebbe essere formata da Andrea Dovizioso e Jack Miller. Sul pilota italiano rimangono però ancora dei dubbi, a causa di alcuni problemi dal punto di vista economico. Continuano così le voci su un possibile ritorno di Jorge Lorenzo nel team bolognese, nonostante la Ducati abbia più volte smentito questa ipotesi. In un’intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport, Gigi Dall’Igna ha spiegato la situazione di Dovizioso, non mancando di parlare del possibile ritorno del pilota maiorchino.

Le parole di Gigi Dall’Igna

 “La negoziazione dura da un po’, stiamo soffrendo a trovare la quadratura del cerchio. La situazione si è arenata per un problema economico. Il ritorno di Jorge Lorenzo? Ho letto tante cose, ma queste cose non sono sempre vere, lo sapete… Non posso dire che non ci siamo sentiti, gli ho fatto gli auguri per il suo compleanno. Ma in ogni caso per me è una situazione su cui non vale la pena ragionare. Sono sicuro che voglia tornare a correre, è normale. Di sicuro però non ha finito la carriera nel migliore dei modi, e questa cosa non gli piace. Lo capisco, al posto suo neanche io sarei soddisfatto, non è stata una grande avventura quella con la Honda. Non so se potrei scommettere su Jorge Lorenzo, le incognite sono tante. E’ difficile analizzare la situazione, neanche lui ha avuto il modo di valutarla bene. Avesse fatto una wild card o un test in più sarebbe meno difficile per tutti fare ragionamenti”

Segui la nostra Guida Scommesse per migliorare le tue capacità e scopri i nostri sistemi vincenti.

Petrucci
Petrucci